• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Lippi: "Rossi come Totti nel 2006. Possiamo vincere il Mondiale"

Italia, Lippi: "Rossi come Totti nel 2006. Possiamo vincere il Mondiale"

Il commissario tecnico Campione del Mondo nel 2006 ha parlato della nazionale attuale


Lippi (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

12/05/2014 09:43

ITALIA MONDIALE LIPPI NAZIONALE INTERVISTA / MILANO - Marcello Lippi, commissario tecnico dell'Italia Campione del Mondo nel 2006, ha rilasciato una lunga intervista a 'Sky':

RICORDI - "Ho ricordi fantastici, i più belli della mia carriera. Contro la Germania in semifinale fu un impresa, c'era molto scetticismo attorno a noi. La scelta di far tirare il rigore a Grosso? Decisi sul momento, gli dissi: 'tu sei l'uomo degli ultimi minuti, come con l'Australia e con la Germania'. Del Piero voleva battere l'ultimo, ma io sono dell'idea che i rigoristi migliori devono tirarlo il prima possibile".

GIUSEPPE ROSSI - "Uno dei miei rimpianti più grandi è quello di non aver portato Giuseppe Rossi al Mondiale in Sudafrica. Se merita di andare in Brasile? Non dovete chiederlo a me. Prandelli prenderà la decisione giusta. Se Giuseppe fosse al 100% Cesare non avrebbe dubbi. La sua situazione ricorda un po' quella di Totti nel 2006".

DIAMANTI - "Alessandro sta bene, è già diventato un beniamino dei tifosi qui. Non abbiamo parlato del Mondiale. Cassano? Non mi sorprende la sua convocazione. Grazie a Donadoni ha fatto molto bene a Parma".

CODICE ETICO - "E' una cosa che si può annunciare o meno, ma le regole vanno rispettate sempre con intelligenza".

FAVORITE PER IL MONDIALE - "Germania, Italia, Francia, Olanda, Argentina, Spagna e Brasile sono nazioni che possono sempre vincere un Mondiale. Non partecipano tanto per farlo. Vedo molto bene la Germania".

FUTURO IN NAZIONALE - "A livello di club, il Guangzhou sarà la mia ultima esperienza in carriera. Poi, tra due-tre anni potrei riprovare un'esperienza in nazionale".

 




Commenta con Facebook