• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-CHIEVO

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-CHIEVO

Il gol di testa di Dainelli dà la salvezza aritmetica ai veronesi


Dainelli (Getty Images)
Luca Mershed

11/05/2014 17:08

PAGELLE E TABELLINO CAGLIARI-CHIEVO/CAGLIARI – Partita molto statica nel primo tempo e fino al momento del gol di Dainelli il quale insieme a Cesar guidano molto bene la difesa del Chievo. Sotto tono le prestazioni di Paloschi e Thereau in quanto non riescono ad entrare in partita. Nel Cagliari Sau sbaglia i movimenti e non tocca praticamente palla. Al contrario Eriksson e Tabanelli provano ad organizzare il gioco sardo con pazienza cercando di costruire la manovra d’attacco. Buona anche la prestazione di Rossettini ed Ibarbo.



CAGLIARI

Avramov 6 – È chiamato poco in causa ma quando gli giungono dei tiri si fa trovare pronto ed attento. È in parte colpevole al momento del gol dei veronesi scontrandosi con il suo difensore e non riuscendo così ad intervenire.

Perico 6 – Spinge molto bene sulla fascia destra e copre con attenzione sull’avversario. Nel secondo tempo perde un po’ di lucidità e di corsa.

Rossettini 6,5 – Match molto positivo in fase difensiva: ottima la copertura su Paloschi al quale concede poco. È pericoloso anche in attacco: sfiora il gol al trentottesimo con un colpo di testa.

Astori 5,5 – È fuori dagli schemi di Pulga: non incide sulla partita anche se protegge bene la propria porta contro le azioni offensive avversarie.

Murru 6 – Bene i raddoppi di marcatura sugli attaccanti avversari lasciandogli in questo modo poco spazio per ragionare. Dal 74’ Avelar 5,5 – Entra per dare più spessore ai rosso-blu ma non riesce a cambiare le sorti della partita.

Dessena 6 – Buone le conclusioni dalla distanza - come quella all’undicesimo - che mettono pressione al portiere avversario. Nel secondo tempo cala forse a causa del gol subito.

Cossu 6 – Butta in area dei palloni interessanti e fa girare la palla con molta calma ed organizzazione. Sono buoni i tentativi da fuori area come al trentesimo.

Eriksson 6,5 – Oltre agli ottimi movimenti a liberarsi e alle verticalizzazioni è sua la prima occasione del gol al dodicesimo. Spinge molto in avanti anche se non copre molto nelle retrovie. Dal 79’ Ibraimi s.v.

Tabanelli 6,5 – Molto utile anche in fase difensiva: oltre a pressare alto rientra supportando i suoi compagni. Sono buoni gli inserimenti e le diagonali: aprono degli spazi che vengono poco sfruttati. Prova a riacciuffare il pareggio con un bel calcio di punizione ma il portiere veronese gli nega il gol.

Sau 5,5 – Partita sotto tono e da scordare: non incide come avrebbe dovuto in quanto è poco propositivo e collaborativo nella costruzione della manovra d’attacco. Dal 89’ Loi s.v.

Ibarbo 6,5 – Ottime accelerazioni che mettono del pepe ad una partita un poco statica. Prova a dar velocità alla manovra anche se a volte perde dei palloni per la troppa foga.

All. Pulga 6,5 – Schiera una squadra offensiva che cerca di sfruttare la velocità dei suoi giocatori: prova più le verticalizzazioni ed i passaggi rapidi che la costruzione dell’azione sulle fasce. 

 

CHIEVO

Agazzi 6,5 – Ottima parata al dodicesimo su un bel colpo di testa. Non deve effettuare interventi complicati a parte la grande parata su calcio di punizione al settantaseiesimo.

Sardo s.v. – Dal 14’ Frey 6 - Propositivo in fase offensiva, crossa e tira dalla distanza. Bene in entrambe le fasi di gioco.

Cesar 6 – Molto attento nel mantenere la posizione: la solidità e la fisicità gli permettono tenere a bada Sau che non tocca quasi nessun pallone durante il match.

Dainelli 6,5 – È il migliore della difesa giallo-blu: guida il reparto con esperienza anche se a volte soffre le incursioni di Ibarbo. Al settantaduesimo sblocca il risultato con un bel colpo di testa segnando un gol molto importanti per la salvezza.

Dramé 5,5 – Non spinge come dovrebbe ed è troppo basso: ciò non permette alla squadra di sfruttare la fascia sinistra.

Guana 6 – Fin dall’inizio della partita mette in area molti palloni come per esempio sui calci da fermo. Cerca di organizzare il gioco insieme a Rigoni anche se trova delle difficoltà per il pressing avversario.

Rigoni 6 – È il perno ed il regista della squadra: i suoi lo cercano spesso e lui smista molti palloni provando spesso le verticalizzazioni. Dal 74’ Guarente 6 – Entra senza fare di più di Rigoni: fa il suo senza mettersi troppo in luce.

Radovanovic 6- Nel primo tempo sembra non essere sceso in campo mentre quando viene messo come mezzala sinistra inizia a spingere e a dare ritmo ai veronesi.

Hetemaj 6,5 – Probabilmente uno dei migliori dei suoi: porta palla con caparbietà e prova ad inventare la giocata per sbloccare il risultato. Non ha molto tempo e spazio per smistare anche se ce la mette tutta. 

Paloschi 5,5 – Praticamente non tocca un pallone nel corso del primo tempo: viene poco supportato dai suoi compagni. Nel secondo tempo non cambia il suo contributo alla partita.

Thereau 5,5 – Non la migliore prestazione della sua carriera: è troppo isolato e perciò cerca spesso l’uno contro uno perdendo molti palloni. Poteva fare molto di più rispetto alle sue capacità tecniche. È suo comunque l’assist (calcio d’angolo) per il gol. Dal 79’ Rubin s.v.

All. Corini 6 – Nel primo tempo attende gli avversari e chiede ai suoi più attenzione in fase difensiva a scapito di quella offensiva. Nella seconda parte del match schiera una squadra più alta ed azzarda qualcosa in più. 

Arbitro: Doveri 6,5 – Mantiene la partita in pugno con professionalità ed esperienza. I suoi collaboratori lo supportano e segnalano in modo corretto i fuorigioco. Dubbi su un possibile rigore a favore dei sardi: Ibarbo viene trattenuto ma nonostante questo continua l’azione.

 

TABELLINO

 

CAGLIARI-CHIEVO 0-1

Cagliari (4-3-3): Avramov; Perico, Rossettini, Astori, Murru (dal 74’ Avelar); Dessena, Cossu, Eriksson (dal 79’ Ibraimi); Tabanelli, Sau (dal 89’ Loi), Ibarbo. All. Pulga.

Chievo (4-3-1-2): Agazzi; Sardo (dal 14’ Frey), Cesar, Dainelli, Dramé; Guana, Rigoni (dal 74’ Guarente), Radovanovic; Hetemaj; Paloschi, Thereau (dal 79’ Rubin). All. Corini.

Arbitro: Doveri

Marcatori: 72’ Dainelli (C)

Ammoniti: 19’ Murru (C), 37’ Rigoni (C), 83’ Ibarbo (CG), 92’ Paloschi (C)

 

Espulsi: -

 




Commenta con Facebook