• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-LAZIO

Kovacic illumina il 'Meazza', Palacio bussa due volte, Jonathan in ombra. Tra gli ospiti in evidenza il gioiello Keita


Hernanes in azione (Getty Images)
Alessio Barone

10/05/2014 23:09

PAGELLE E TABELLINO INTER – LAZIO/ MILANO – Nell’ultima partita di Zanetti al “Meazza” brilla l’immenso talento di Kovacic, migliore in campo. Ottima prestazione per Palacio autore di una doppietta. Bene Handanovic, per Jonathan prestazione timida. Tra i biancocelesti, promosso Keita. Gonzalez è fuori partita così come tutto il reparto difensivo. Tardivo l’inserimento di Ledesma.



INTER

Handanovic 7 – In un primo tempo quasi da spettatore, nulla può sul gol laziale. Ripresa da fenomeno, strepitosa parata al 54’ quando evita la doppietta a Biava. Incredibile riflesso su un insidioso tiro di Anderson al 72’. Vero baluardo.

Ranocchia 6 – Distratto sul vantaggio biancoceleste, alla distanza esce fuori annullando gli attaccanti ospiti.

Samuel 6 – Prezioso senso tattico per l’argentino, riesce ad anticipare le giocate ospiti. Soffre un po’ la velocità di Keita.

Rolando 6 – Perde colpevolmente Biava nell’azione del gol. Recupera la concentrazione giusta strada facendo.

Jonathan 5,5 – Prestazione timida, non lo si vede quasi mai, bada più a mantenere la posizione che a partecipare al gioco della squadra. Non affonda sulla fascia destra e fatica a contenere Pereirinha. Dal 52’ Zanetti 7 – Ultima partita davanti al suo pubblico, il capitano sembra lo stesso di 19 anni fa, anche stasera mette in mostra le sue celeberrime progressioni sulla fascia. Il tempo per lui sembra essersi fermato.

Kuzmanovic 6 – Posizionato davanti alla difesa, fa buon filtro. Gioca semplice senza sprecare nessun pallone. Dal 74’ Taider s.v.

Kovacic 8 Assist strepitoso nell’azione del pareggio in cui mette in mostra tutto il suo talento: visione di gioco, tecnica e velocità. Si ripete al 34’ nel raddoppio estraendo dal cilindro un colpo da vero fuoriclasse. La sua partita è un continuo di giocate che deliziano la platea milanese. Nella scala del calcio è stato il protagonista assoluto. Fenomeno.

Hernanes 6,5 – Contro la sua ex squadra non disputa la sua miglior partita, tende a isolarsi dalla manovra della squadra ma quando ha la palla tra i piedi crea sempre qualche grattacapo. Nel finale trova un bel gol con la complicità del portiere ospite.

Nagatomo 7 – Macina chilometri sulla fascia sinistra, sovrasta sia tecnicamente che fisicamente il diretto avversario. Bello il passaggio a Palacio per il tris.

Palacio 7,5 –  Con un guizzo da vero opportunista  riesce a deviare in rete l’invitante pallone di Kovacic. Si ripete sul cross di Nagatomo. Svaria su tutto il fronte d’attacco mettendo sempre in difficoltà la difesa ospite. Dal 64’ Milito 6 -  entra in momento di sofferenza per la squadra, cerca di far salire i suoi tenendo palla.

Icardi 6 – Tocca pochissimi palloni ed è lesto a sfruttare al 34’l’unica occasione che gli si pone davanti.

All. Mazzarri 6,5 – I suoi partono in sordina subendo l’iniziativa ospite, ma hanno un’ottima reazione mostrando un buon carattere. La squadra gioca a sprazzi soprattutto grazie alla favolosa serata di Kovacic. In un secondo tempo troppo rinunciatario a difesa del risultato acquisito, soffre troppo le sortite biancocelesti.

 

LAZIO

Berisha 5,5 – Cerca di arginare la reazione interista come può, si rivela spesso insicuro tra i pali. Non del tutto esente da colpe sul gol di Hernanes.

Biava 5,5 – Prontissimo a deviare in rete un colpo di testa di Cana al 2’. Si lascia sorprendere dallo scatto di Palacio sul pareggio nerazzurro. Sfiora la doppietta chiamando Handanovic al miracolo al 54’. Se in fase difensiva mostra qualche lacuna, paradossalmente, è il più pericoloso dei suoi in quella offensiva.

Cana 5 – Distratto sul gol del pareggio interista, conferma la sua serata no sugli altri gol dei padroni di casa.

Dias 5 – Come i compagni di reparto non riesce ad arginare le folate interiste. Serata da dimenticare per il brasiliano.

Gonzalez 4,5 – Posizionato sull’out destro fatica a contenere le discese di Nagatomo, viene puntualmente superato dal giapponese. Non pervenuto in fase di spinta. E’ parso fuori condizione.  Dal 46’ Ledesma 6,5  – entra a dar ordine al centrocampo e la squadra cambia marcia.

Onazi 5,5 – Pressa tutti i portatori di palla avversari che transitano dalle sue parti, mostra un buon dinamismo ma anche più di un limite tecnico. Dal 68’ Candreva 6 – tardivo il suo ingresso, qualche buona giocata ma la partita era già compromessa.

Pereirinha 6 – Dalle sue parti l’Inter non spinge mai, è uno dei pochi biancocelesti che cerca di proporre gioco.

Biglia 5,5 – Dovrebbe essere il regista della squadra ma è troppo lento e sembra fuori condizione. Non riesce mai  a far ripartire i suoi. Soffre le accelerazioni di Kovacic.

Anderson 6 – Schierato nel tridente offensivo non è mai nel vivo del gioco e fatica a trovare la posizione. Nella ripresa si posiziona sulla destra ed è più pericoloso. Dal 82’ Minala s.v.

Keita 7 E’ il più vivace dei suoi, con le sue accelerazioni mette spesso in difficoltà la difesa interista ma predica nel buio. Nella ripresa si posiziona a sinistra ma la l’intensità è sempre la stessa. Perla nera di questa squadra. Astro nascente.

Klose 5,5 – E’ l’uomo più avanzato della Lazio ma non riesce a dar profondità alla squadra, si perde nella morsa dei difensori nerazzurri che lo anticipano costantemente. A sua parziale discolpa, c’è da dire che i compagni non lo assistono a dovere.

All. Reja 4,5 – La sua squadra parte forte con il chiaro intento di cercare la vittoria. Trova il gol dopo appena 2’, ma poi crolla davanti alla reazione nerazzurra. Difesa da rivedere, centrocampo che non regge l’urto con uno strepitoso Kovacic, attaccanti troppo isolati. Nella ripresa ridisegna l’assetto tattico inserendo Ledesma, le cose migliorano sensibilmente ma ormai è troppo tardi.

 

Arbitro: Davide Massa 6,5 – Giudica bene sull’episodio del gol di Biava nel primo tempo, il laziale è in posizione regolare. Controlla la partita non lasciandosela mai sfuggire di mano. Sempre attento in ogni circostanza.

 

TABELLINO

INTER – LAZIO  4-1

INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Rolando; Jonathan (dal 52’ Zanetti), Hernanes, Kuzmanovic (dal 74’ Taider), Kovacic, Nagatomo; Palacio (dal 64’ Milito), Icardi. A disp.: Carrizo, Castellazzi, Campagnaro, D'Ambrosio, Andreolli, Zanetti, Alavarez, Taider, Guarin, Botta, Milito. All.: Mazzarri

LAZIO (3-4-3): Berisha; Biava, Cana, Dias; Gonzalez (dal 46’ Ledesma), Onazi (dal 68’ Candreva), Biglia, Pereirinha; Anderson (dal 82’ Minala), Keita, Klose. A disp.: Strakosha, Guerrieri, Elez, Pollace, Novaretti, Minala, Ciani, Mauri, Candreva, Kakuta, Ledesma, Perea. All.: Reja

Arbitro: Davide Massa

Marcatori: 2’ Biava (L), 7’ Palacio (I), 34’ Icardi (I), 37’ Palacio (I), 79’ Hernanes (I)

Ammoniti: 30’ Palacio (I), 46’ Onazi (L)

Espulsi:




Commenta con Facebook