• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Atalanta-Milan, Seedorf: "Abbiate rispetto per me. Berlusconi? Non ho capito le dichiarazioni&q

Atalanta-Milan, Seedorf: "Abbiate rispetto per me. Berlusconi? Non ho capito le dichiarazioni"

L'allenatore del Milan ha parlato in vista della gara contro i bergamaschi


Clarence Seedorf (Getty Images)
Matteo Zappalà (@mattzappa88)

10/05/2014 15:00

ATALANTA-MILAN SEEDORF CONFERENZA STAMPA / MILANO - L'allenatore del Milan Clarence Seedorf parlerà in vista della gara di domani contro l'Atalanta e dopo le dichiarazioni del presidente onorario Silvio Berlusconi sul suo futuro. Calciomercato.it ha seguito per voi la conferenza stampa in tempo reale.

- SEEDORF IN CONFERENZE STAMPA

ATALANTA - "Siamo tutti concentrati per fare punti, il focus è sull'Atalanta e sulla partita di domani, forti anche della vittoria nel derby. Non li ho visti molto male contro la Juventus, hanno molti giovani che vogliono mettersi in mostra, non sarà una partita facile".

COLLABORAZIONE BBC -
"Farò qualche partita, posso sceglierla io. Non è che se il Milan va in Europa League cambia qualcosa. Ci collaboro da anni, deciderò io e poi credo che tutti vedranno le gare in Brasile, è importante anche come allenatore".

PAROLE BERLUSCONI -
"Non ho niente da dire, non ho capito bene quello che voleva dire. Chiunque potrà trarre le proprie considerazioni. Sono concentrato sulla partita di domani. Per fare una battuta potrei dire che è davvero facile gestire questo gruppo, perché è eccezionale  (sorride, ndr). In ogni caso, non parlo più del presidente con voi, l'ho già detto la scorsa settimana. Perché Berlusconi ha dichiarato 'mi piace Montella e non mi piace Seedorf'? Perché non lo chiedete a lui. A me piace confrontarmi con voi, ma sono sereno. A queste domande deve rispondere la società non l'allenatore. Non voglio più rispondere a queste cose, io parlo volentieri e quotidianamente con voi, ma non cercate la polemica perché non sono stupido. Un po' di rispetto, sono allenatore da tre mesi, ma sono 22 anni che sono in questo mondo".

COMPLIMENTI DI DE JONG, MUNTARI E KAKA' - "Le loro parole mi hanno fatto piacere. Sono attestati di stima importanti, anch'io comunque non ho fatto una conferenza stampa in cui non ho elogiato il gruppo".

CLIMA CALDO A BERGAMO - "Noi vogliamo un bel ambiente, in cui i tifosi dell'Atalanta sosterranno la squadra per 90 minuti come quelli del Milan, in una serena giornata di calcio. Non dobbiamo dare risalto a queste ipotesi di disordini".

ZANETTI - "Ci siamo abbracciati prima del derby, lo ringrazio per tutto quello che ha dato e per la sua carriera. E' un grande professionista e una grande persona. Speriamo di poter vedere tanti giocatori come lui in futuro nel calcio italiano e mondiale. Mi auguro che possa dare molto anche in futuro fuori dal campo".

FORMAZIONE -
"Non so se confermerò la stessa formazione del derby, la continuità è importante, ma è una nuova partita".

EQUILIBRIO PSICOLOGICO - "La squadra ha sempre dimostrato di sapere bene quali sono gli obiettivi e la posta in gioco. Mi aspetto che i giocatori scenderanno in campo molto determinati".

EL SHAARAWY - "E' pronto, sono molto felice. Sto parlando molto con lui per farlo inserire nella nuova filosofia di gioco. Naturalmente se sarà in panchina sarà disponibile anche per giocare".

EUROPA LEAGUE - "E' importante la nostra partita, non Torino-Parma. Poi a fine stagione capiremo se avremo fatto quanto basta per conquistare la qualificazione".

- SEEDORF A MILAN CHANNEL

ZANETTI -
"Si parla di un amico, ho un ottimo rapporto con lui e sono sicuro che rimarrà nel cuore di molte persone".

CRESCITA MILAN - "Stiamo cercando di fare un percorso con la squadra. Avere una identità, una compatezza, lo abbiamo raggiunto e adesso diventa anche più semplice cambiare qualcosa a livello tattico".

KAKA' - "Mi dispiace per la sua mancata convocazione ai Mondiali come amico e come allenatore. Purtroppo non hanno avuto continuità in Nazionale. Mi dispiace anche per Robinho".

ASSENZA YEPES - "Ci siamo sentiti via messaggio. Mi ha tranquillizzato che sta bene ma non sarà della partita. A questo punto, se sta bene, meglio che non giochi (sorride, ndr)".





Commenta con Facebook