• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > VIDEO CM.IT - Calciomercato Lazio, Reja: "Zero riconoscimenti e mi fischiano. Voglio allenare a

VIDEO CM.IT - Calciomercato Lazio, Reja: "Zero riconoscimenti e mi fischiano. Voglio allenare ancora"

L'allenatore goriziano prepara l'ultimo assalto dei biancocelesti all'Europa League


1 di 2
Edy Reja (Getty Images)
Edy Reja (Calciomercato.it)
dall'inviato Andrea Corti / Matteo Torre

09/05/2014 12:45

INTER LAZIO REJA CONFERENZA STAMPA / FORMELLO - La Lazio è aggrappata a tenui speranze per centrare la qualificazione in Europa League: i biancocelesti sono chiamati obbligatoriamente a vincere in casa dell'Inter, impresa tutt'altro che semplice. L'allenatore Edy Reja ha affrontato la conferenza stampa della vigilia della penultima di campionato, dove sono presenti gli inviati di Calciomercato.it.

EMERGENZA INFERMERIA - "Dispiace per gli infortunati, una costante dal mio arrivo. Queste stagioni sono pesantine perché abbiamo giocato spesso anche tre gare a settimane. Dovrò cambiare sistema di gioco a fronte della situazione attuale. Non vorrei che oggi in rifinitura salti fuori qualche altro problema... Candreva si è allenato con noi ieri, ma sta cercando di smaltire un po' di fatica dopo un campionato in cui ha dato tutto. Vedremo se mi darà la disponibilità dopo averci parlato. Non ho ancora deciso l'assetto tattico, probabilmente la difesa sarà a tre".

ERA REJA - "Non sono sorpreso da quanto leggo spesso sui giornali: cinque quotidiani possono riferire in maniera giusta le mie parole, qualche altro no, ma ormai ci sono abituato. Dico con umiltà e modestia che ho fatto 33 punti e se dovessimo confermare questa tendenza avremmo 66 punti, ossia Europa League piena. Sento sempre dire che dovrebbe arrivare un altro allenatore, ma cosa dovrei fare di più? Sono arrivato qui e ci siamo salvati qualche anno fa, poi ho ottenuto un quarto posto a pari punti con l'Udinese, ho messo dietro di noi Milan e Roma... non c'è riconoscimento, non c'è gratificazione o soddisfazione. L'ambiente quest'anno non è facile, ma dispiace per questo periodo finale in cui non abbiamo battuto le concorrenti dirette pur segnando tre gol a gara".

EUROPA LEAGUE E CONTESTAZIONE - "L'obiettivo non è ancora fallito, ci giochiamo la minima possibilità residua. Ci sono difficoltà come gli infortuni e l'ambiente, non si può lavorare in questa maniera. Bisogna cambiare atteggiamento e critiche verso la squadra e i miei confronti: vengo fischiato allo stadio, ma non vedo perché e vorrei saperlo. Non devo piacere a tutti, ma come dicono a Roma, 'de che stamo a parla''?"

FUTURO - "Ho sempre fatto questo lavoro e mi sento ancora in condizione. Parlano i miei risultati negli ultimi dieci anni. Sono ancora in attività e nelle condizioni di dare ancora qualcosa grazie alla mia esperienza. Io sono un dipendente poi, decide il Presidente".

HERNANES - "Lo conoscete tutti e qui è stato fondamentale. Non è vero che non andassimo d'accordo, ma come potrei dire se con lui saremmo in Europa? Felipe Anderson sta lavorando e trovando sicurezze, ha mezzi importanti. Vorrei schierarlo dal 1' di qui alla fine: gli serve rodaggio ma può essere il nostro futuro".

CAVANDA - "Non è convocato. Andrò avanti con Gonzalez e Pereirinha".

KLOSE - "Ha lavorato bene e potrebbe partire titolare".

INTER - "Ha cambiato parecchio: vedremo i veri nerazzurri la prossima stagione".

 



\r\n\r\n\r\n\r\n

Commenta con Facebook