• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-CAGLIARI

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-CAGLIARI

Azzurri sul velluto, protagonisti Pandev e Reina, per altri motivi. Sardi già in vacanza, benino solo i giovani


L'esultanza degli azzurri (Getty Images)
AntonioPapa (Twitter: @antoniopapapapa)

06/05/2014 22:56

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-CAGLIARI / NAPOLI - Il Napoli di Benìtez archivia anche il capitolo Cagliari senza soffrire neanche troppo. Ottime notizie dai rincalzi, specialmente Pandev e Dzemaili. Pulga tradito dai senatori, notizie discrete invece dalla prova dei giovani Murru e Silvestri, nonostante l'espulsione ingenua del portierino. 

 

 

NAPOLI 

 

Reina 8 - Il signor 'Peppe' Reina, due Europei, un Mondiale, una Supercoppa europea e qualche Coppa di Lega sparsa qua e là, alla fine del primo tempo decide di farsi sostituire, con l'avallo del suo allenatore. Problemi fisici? No, voleva soltanto regalare la gioia dell'esordio a Roberto Colombo, anni 39, tre dei quali di onorata militanza in azzurro. Il fatto che il collega non avesse mai esordito nelle precedenti gestioni la dice lunga sulla caratura di questi uomini. (Dal 46' Colombo 6 - La soddisfazione dell'esordio in maglia azzurra a 39 anni per lui vale più di tre rigori parati, anche se non tocca palla. Un premio meritato ad un professionista esemplare). 

 

Mesto 6,5 - Ritorno dal 1' per questo terzino che con Benìtez stava vivendo una seconda carriera, prima di infortunarsi gravemente. L'ardore e la costanza di rendimento dimostrano che è sulla via del completo recupero. 

 

Fernandez 6,5 - Il centrale argentino è fra i più presenti quest'anno, impensabile un anno fa quando chiuse la stagione in Spagna, annichilito da Mazzarri. Dimostra anche stasera che Benìtez ci ha visto non giusto ma giustissimo. 

 

Britos 6,5 - La coppia con Fernandez era difficile da immaginare ad inizio campionato, stasera invece dimostra che a certi ritmi non è poi così male. Da rivedere in test più probanti. 

 

Ghoulam 6,5 - In una gara povera di problemi in fase difensiva si esalta e va a fare ciò che sa fare meglio: il terzino dall'altra metà del campo. Spesso con ottimi risultati sia in fase di costruzione che in sovrapposizione. 

 

Dzemaili 7 - Ogni sua partita porta in dote qualche percussione in fase offensiva che rischia di trasformarsi in gol. Stasera una traversa da trenta metri e un altro gol, il sesto stagionale. Scusate se è poco. 

 

Inler 6,5 - Con Dzemaili non è mai stata una gran coppia, come ammise qualche tempo fa anche il suo procuratore. Stasera invece i ritmi blandi lo issano a protagonista: nessuna sbavatura, ottima gestione della gara. (Dal 63' Duvan 6 - Cerca gloria personale, ma la partita era ormai già finita da un pezzo. Comunque si batte con discreta voglia). 

 

Callejòn 7 - La partita lo esalta particolarmente grazie ad un bel po' di spazio che si libera sulla destra. In una di queste occasioni sfugge bene alla difesa cagliaritana e mette un pallone perfetto nello spazio, un cioccolatino che Pandev scarta e deposita in rete. Quando non segna fa segnare: fra lui e Mertens è difficile scegliere quale sia stato il miglior affare del Napoli di quest'anno. 

 

Hamsik 6,5 - Gioca bene e si muove molto, mettendo in crisi soprattutto Conti. Il gol gli manca come l'aria, lo dimostra il calcio di rigore "preteso" nel secondo tempo. Calcia benino ma prende la traversa, a dimostrazione che quando non vuole entrare non entra neanche pagando. Una maledizione. 

 

Mertens 7 - Vivace, anche se non vivacissimo. Il suo tabellino personale conta "solo" un paio di discese pericolose sulla sinistra, neutralizzate dalla difesa, e un rigore trasformato con una freddezza da Terminator. Uno come Dries quando gioca così pare gli manchi qualcosa, ma non si può punire qualcuno solo perché per una sera sceglie di essere normale. 

 

Pandev 8 - Entra in campo col piede giusto ed inizia da subito a rendersi pericoloso. Con un movimento dei suoi si procura il rigore che poi lascia a Mertens, ma il suo momento arriva giusto qualche minuto dopo: palla al centro di Callejòn, tap-in di Goran, che mette dentro il gol più facile di tutti. Non pago, nella ripresa si procura anche il secondo rigore e l'espulsione di Silvestri. Indemoniato e decisivo. (Dal 75' Radosevic sv) 

 

All. Benìtez 7 - Questo finale di campionato ormai non ha più molto significato, lui sceglie saggiamente di attuare un moderato turnover, dando spazio a chi per un motivo o per un altro ne meritava di più, compresa la bellissima scelta da libro cuore con Colombo. La risposta dei suoi ragazzi dimostra quanto sia bravo con il turnover, e non solo con quello. 

 

 

 

CAGLIARI 

 

Silvestri 6 - Dopo tre minuti esatti di gioco si ritrova in una bagarre paurosa e la sbroglia con una lucidità da veterano. Si ripete una decina di minuti dopo su un missile da fuori di Dzemaili, deviando sulla traversa. Ingenuo sul secondo rigore, quando parte in ritardo e aggancia la gamba di Pandev. Peccato, rovina una partita di altissimo livello.  

 

Pisano 5 - Subisce la sciagura di trovarsi di fronte Mertens, che anche quando non è ispiratissimo è sempre un pessimo cliente. Non ne esce per niente bene. (Dal 74' Perico sv)

 

Rossettini 5 - La dormita generale della difesa sul gol di Pandev lo vede fra i più assonnati: perde la marcatura e lascia il macedone libero di appoggiare in rete. 

 

Astori 5 - Concorso di colpa con Conti sul rigore di Pandev, in ritardo anche sull'azione del raddoppio. Non proprio una gran serata. 

 

Murru 6 - Un trattore, ara la fascia sinistra con costanza e precisione, costringendo Mesto agli straordinari. Prova anche la conclusione dalla distanza e per poco non fa il colpaccio. Ma alle sue spalle Callejòn parte che è un piacere. Sorriso a metà. 

 

Dessena 5 - Il centrocampo sardo subisce troppo l'iniziativa, lui è chiuso in mezzo da Hamsik e Mertens e non riesce ad incidere. 

 

Conti 4,5 - Vertice basso, costantemente schiacciato dall'ingombrante presenza di Hamsik fra le linee. Un paio di conclusioni velleitarie verso la luna, poi quel fallo su Pandev che costa il rigore ai suoi e apre le danze. 

 

Eriksson 5 - Qualche sussulto ad inizio match, poi si lascia trascinare dalla mediocrità generale. 

 

Ibraimi 4,5 - Ci si ricorda della sua presenza soltanto quando Pulga lo toglie dal campo per far entrare il secondo portiere Avramov. Talmente un fantasma che pare esca fluttuando. (Dal 55' Avramov 6 - 'Ipnotizza' involontariamente Hamsik sul rigore, poi prende il terzo gol su sfondamento degli azzurri. Ma entra a partita già compromessa, di più non gli si poteva chiedere). 

 

Sau 5 - Poco coinvolto nella manovra offensiva del Cagliari, una manovra che - va detto - non è propriamente avvolgente. E non è tutta colpa sua. (dal 63' Avelar 5,5 - Ingresso a risultato compromesso, nulla dà e nulla toglie al match).

 

Ibarbo 5,5 - Il più frizzante (si fa per dire) di tutta la linea offensiva cagliaritana, qualche buona sortita ma non molto altro. 

 

All. Pulga 5,5 - Non si poteva chiedere la luna al suo Cagliari, finora terzo assoluto per media punti da quando l'unico padrone della panchina è diventato lui. Ma il vero obiettivo è già raggiunto, qui a Napoli era solo una scampagnata. E si vede. 

 

 

Arbitro Ghersini 6,5 - Vede benissimo sul rigore, dirige con perentorietà all'esordio in A. Fiscale ma accademico sul rigore ed espulsione a Silvestri. Non è facile per nessuno, fortunatamente la partita gli consente una relativa tranquillità. 

 

 

TABELLINO

NAPOLI-CAGLIARI 3-0

Napoli (4-2-3-1): Reina (46' Colombo); Mesto, Henrique, Britos, Ghoulam; Dzemaili, Inler ( dal 63' Zapata); Mertens, Hamsik, Callejon; Pandev (dal 74' Radosevic). A disp.: Doblas, Reveillere, Zuniga, Fernandez, Jorginho, Maggio, Insigne. All.: Benitez

Cagliari (4-3-3): Silvestri; Pisano (dal 74' Perico), Rossettini, Astori, Murru; Dessena, Conti, Eriksson; Ibraimi (dal 55' Avramov), Sau (dal 53' Avelar), Ibarbo. A disp.: Oikonomou, Barella, Tabanelli, Cossu, Loi. All.: Pulga

Arbitro: Ghersini

Marcatori: 33' rig. Mertens (N), 44' Pandev (N), 57' Dzemaili (N)

Ammoniti: 32' Conti (C), 67' Mesto, 82' Britos (N), 82' Rossettini, 84' Dessena (C), 90' Dzemaili (N)

Espulsi: 54' Silvestri (C)

 

 




Commenta con Facebook