• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, SPECIALE CM.IT: Europa League, tutto in 180 minuti

Serie A, SPECIALE CM.IT: Europa League, tutto in 180 minuti

Inter e Torino in vantaggio, ma il calendario puo' favorire anche il Milan


Il gol di De Jong tiene in corsa il Milan (Getty Images)
Hervé Sacchi

06/05/2014 13:00

SERIE A SPECIALE EUROPA LEAGUE CORSA INTER TORINO MILAN PARMA LAZIO VERONA / ROMA - Sei squadre in lotta per due posti europei. La corsa per l'Europa League si deciderà solo alla fine della stagione, con Torino ed Inter artefici del proprio destino e davanti alle inseguitrici Parma, Milan, Lazio e Verona. Quattro formazioni pronte ad approfittare di ogni minimo passo falso. Ma attenzione al calendario (in MAIUSCOLO le trasferte) e a possibili arrivi a pari punti. I criteri, in ordine gerarchico, sono: scontri diretti, differenza reti negli incontri medesimi, differenza reti totale nel campionato e maggior numero di reti segnate nell'arco del torneo. Dunque, in caso di doppio pareggio (2-2, 1-1) non viene favorita la squadra che ha segnato il gol in più fuori casa.

INTER (57 punti) - Con due vittorie i nerazzurri centrano l'Europa, ma restano ancora partite importanti da disputare, fra cui quella di sabato contro la Lazio. Si gioca al Meazza, ma i biancocelesti non sono ancora stati condannati dalla matematica. Motivo per cui verranno a Milano a giocarsela. La settimana successiva la formazione di Mazzarri sarà ospite del Chievo, ancora in lotta per non retrocedere ma in grado di salvarsi già nella penultima gara di campionato.
Calendario: Inter, CHIEVO
Scontri diretti a favore: Torino, Verona, Parma; Pari: Milan; In attesa: Lazio.

TORINO (55 punti) - I granata, come i nerazzurri, possono contare su sé stessi. Il calendario, anche in questo caso, è insidioso. Specialmente la gara di domenica, all'Olimpico contro il Parma, costituisce il classico dentro o fuori. Poi la trasferta a Firenze, con la formazione viola che non avrà più nulla da chiedere al campionato, risulta più abbordabile di quanto si possa pensare.
Calendario: Parma, FIORENTINA
Scontri diretti a favore: Verona, Lazio; Pari: Milan; Contro: Inter; In attesa: Parma.

PARMA (54 punti) - Gli emiliani vanno a Torino e poi chiuderanno il campionato in casa contro il Livorno che, domenica, non ha una partita facilissima a Firenze. In questo senso, l'augurio dei tifosi crociati è quello di ritrovarsi la formazione toscana possibilmente già retrocessa, in modo tale da non essere un ostacolo in più negli ultimi novanta minuti.
Calendario: TORINO, Livorno
Scontri diretti a favore: Milan, Verona; Contro: Lazio, Inter; In attesa: Torino

MILAN (54 punti) - La vittoria nel derby ha mantenuto viva la speranza di ritrovare l'Europa. Servono due vittorie contro Atalanta e Sassuolo e sperare nei passi falsi altrui. Gli scontri diretti non sorride visto che i rossoneri hanno di partenza lo scontro diretto negativo contro il Parma mentre con Inter, Torino, Lazio e Verona inciderà - in caso di parità - la miglior differenza reti totale.
Calendario: ATALANTA, Sassuolo
Scontri diretti a favore: nessuno; Pari: Inter, Torino, Lazio, Verona; Contro: Parma

LAZIO (53 punti) - Situazione critica, specie dopo il pareggio - seppur in extremis - contro il Verona. I biancocelesti giocheranno a Milano contro l'Inter per poi chiudere l'annata in casa contro il Bologna, ancora in corsa per salvarsi. L'epilogo della stagione può dunque non dipendere solo dalla formazione guidata da Reja. 
Calendario: INTER, Bologna
Scontri diretti a favore: Parma; Pari: Milan; Contro: Torino, Verona; In attesa: Inter

VERONA (53 punti) - Il rigore assegnato al novantesimo alla Lazio nel match di ieri rischia di aver rovinato le ambizioni della squadra di Mandorlini. Le prossime due partite, sebbene non facilissime, si giocheranno contro due squadre che non hanno più nulla da chiedere al proprio campionato, ovvero Udinese (in casa) e Napoli (al San Paolo).
Calendario: Udinese, NAPOLI
Scontri diretti a favore: Lazio; Pari: Milan; Contro: Inter, Parma, Torino




Commenta con Facebook