• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altre Europee > Punto Romania, risultati e classifica trentesima giornata

Punto Romania, risultati e classifica trentesima giornata

La Steaua Bucarest a un passo dal titolo, il Petrolul sorpassa l'Astra


Andrea Corti

06/05/2014 12:34

PUNTO ROMANIA RISULTATI CLASSIFICA / BUCAREST (Romania) – A quattro giornate dal termine della Liga I il titolo rumeno è sempre più nelle mani della Steaua Bucarest. L’ex squadra dell’Esercito della Repubblica Socialista di Romania di Ceausescu batte senza affanni il Corona Brasov (ad aprire le marcature è Piovaccari, al decimo gol in campionato) ed è a un passo dal venticinquesimo scudetto della sua storia, il secondo consecutivo da quando c’è Reghecampf in panchina: i festeggiamenti potrebbero iniziare già dopodomani, quando nel turno infrasettimanale i ros-albastrii saranno impegnati a Cluj-Napoca contro l’Universitatea.

SORPASSO – Ma se la Steaua prosegue senza intoppi la sua corsa, c’è un cambio della guardia al secondo posto: l’Astra Giurgiu prosegue il suo periodo altalenante pareggiando a reti bianche sul campo del Gaz Metan Medias, e ad approfittarne è il Petrolul Ploiesti. I gialloblu, con Mutu ancora una volta inizialmente in panchina, vincono con facilità in casa del Poli Timisoara grazie a una doppietta di Albin e a una rete di Alves e balzano in seconda posizione, anche se le chanche scudetto sono sfumate ormai da mesi.

CASO ROTARIU – Dopo un buon periodo si ferma la Dinamo Bucarest, che perde sul campo del Brasov. I ‘Cani Rossi’ pagano forse anche le polemiche che in settimana hanno scosso l’ambiente, dovute ad alcune foto che hanno ritratto il baby prodigio Dorin Rotariu (da tempo seguito dal Manchester United) insieme ad Anamaria Prodan, sua manager (in passato anche modella) ma non gradita a club e tifosi in quanto moglie dell’allenatore della Steaua Laurentiu Reghecampf. Il talentuoso attaccante esterno parte dalla panchina, e quando entra in campo è troppo tardi per ribaltare un risultato che potrebbe essere di fondamentale importanza per i transilvani padroni di casa, che ottengono tre punti che li tolgono, almeno momentaneamente, dal gruppo delle ultime quattro squadre destinate alla retrocessione.

ALL’ULTIMO RESPIRO – E’ proprio la lotta salvezza ad infiammare il finale di un campionato dall’esito da tempo scontato per quanto concernente la corsa per il titolo. Oltre al Brasov a centrare una vittoria importantissima è il Viitorul Constanta, che grazie a una rete in pieno recupero dell’ex catanese Nicolae Dica batte l’Universitatea Cluj e torna a sperare. D’altra parte a rischio retrocessione sono in pratica tutte le squadre attualmente nella cosiddetta parte sinistra della classifica, eccezion fatta per il già matematicamente retrocesso Corona Brasov.

RISULTATI

Sageata Navodari-Ceahlaul 0-2: 4’ Marc, 88’ Golubovic;

Gaz Metan Medias- Astra Giurgiu 0-0;

CFR Cluj-Concordia Chiajna 1-1: 18’ Maftei (CFR), 59’ rig. Serediuc (CC);

Vaslui-Pandurii 1-0: 59’ Antal;

Poli Timisoara-Petrolul 0-3: 19’ rig. e 37’ Albin, 45’ Alves;

Brasov-Dinamo Bucarest 2-0: 11’ Cristea, 33’ Mateiu

Botosani-Otelul Galati 3-1: 22’ rig. e 44’ rig. Vasvari (B), 57’ Fulop (B), 90’+2 Astafei (O);

Viitorul Constanta-Universiatatea Cluj 1-0: 90’+1 Dica;

Steaua Bucarest-Corona Brasov 3-0: 18’ Piovaccari, 79’ Chipciu, 90’+1 Keseru.

CLASSIFICA

Steaua Bucarest 71 punti, Petrolul Ploiesti 61, Astra Giurgiu 60, Dinamo Bucarest 52, Vaslui 51, Pandurii 42, CFR Cluj 42, Botosani 41, Gaz Metan Medias 37, U. Cluj 36, Ceahlaul 36, Concordia 35, Poli Timisoara 34, Brasov 33, Viitorul Constanta 33, Sageata Navodari 32, Otelul Galati 31, Corona Brasov 14.

NB: Prima classificata ai preliminari di Champions League;

Seconda e terza ai preliminari di Europa League;

Dalla quart'ultima all’ultima retrocesse.

 




Commenta con Facebook