• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-SAMPDORIA

Cassano ispirato, Biabany imprendibile. Amauri impalpabile. Tra i doriani in evidenza il giovane Fiorillo e un buon Gabbiadini


Biabiany protagonista (Getty Images)
Alessio Barone

04/05/2014 17:33

PAGELLE E TABELLINO PARMA – SAMPDORIA/ PARMA –  Nella tana del “Tardini” il Parma di Donadoni continua a cavalcare il sogno europeo. Migliore in campo un superlativo Biabany. Bene un pregevole Cassano ed un incisivo Schelotto. Male Amauri, mai in partita. Tra i blucerchiati buone prestazioni per Fiorillo e Gabbiadini. Fuori partita Soriano, troppo nervoso Okaka.



PARMA

Bajza 6,5 – Prima da titolare per il giovane slovacco. Dimostra una buona personalità, dà sicurezza al reparto difensivo mostrando sicurezza soprattutto nelle uscite.

Cassani 6 – Partite soprattutto difensiva per i terzino destro, contiene bene le avanzate blucerchiate. Potrebbe fare qualcosa di più in fase di spinta.

Paletta 6,5 – Match ordinato per il centrale italo-argentino senza particolari affanni. Controlla bene uno statico Okaka concedendogli pochi palloni. Annulla quasi tutte le avanzate ospiti nella ripresa.

Lucarelli 5,5 – Il capitano ducale mostra la solita generosità, ma va in difficoltà quando è puntanto dagli avanti doriani.

Molinaro 6,5 – Preciso nelle chiusure in fase di contenimento. Spinge molto sull’out sinistro arrivando spesso sul fondo da dove mette insidiosi palloni al centro area. Ottimo l’assist per Schelotto nel finale di gara.

Marchionni 6 – In mezzo al campo gioca semplice, sempre pronto nei raddoppi e attento in fase di chiusura sugli inserimenti dei trequartisti blucerchiati. Dal 74’ Gargano 6,5 – Entra deciso nel match, grande corsa e caparbietà per il centrocampista uruguagio. Sfiora il raddoppio nel finale.

Acquah 6,5 – Motorino instancabile, corre come un maratoneta. Spreca all’11’ un incredibile opportunità per il raddoppio a tu per tu con Fiorillo, facendosi ipnotizzare dal portiere blucerchiato. Solita sostanza in mezzo al campo per il giovane ganese.

Parolo 6 –  Segue in modo impeccabile l’azione sul gol del vantaggio, prolungando verso il 99 ducale un passaggio di Biabany. E’ sempre pronto ad inserirsi sulle avanzate della squadra.

Biabiany 7,5 – Strepitosa accelerazione in stile Usain Bolt in occasione del vantaggio, percorre 70 metri palla al piede prima di servire un pallone d’oro al centro che Parolo devia verso Cassano. Mette costantemente in difficoltà il diretto avversario di fascia, a tratti sembra incontenibile.

Cassano 6,5 – E’ al posto giusto al momento giusto quando devia facilmente in rete un assist di Parolo su un grande contropiede di Biabany. La condizione fisica non è ottimale, ma ogni volta che ha la palla tra i piedi è sempre pericoloso. Dal 81’ Palladino s.v.

Amauri 5 – Ha buona possibilità per raddoppiare al 12’ ma devia debolmente tra le braccia dell’estremo ospite. Ha una seconda opportunità a fine primo tempo di testa ma la spreca. Perde tutti i duelli fisici con i centrali blucerchiati ed è costantemente fuori dal gioco della suquadra. Dal 46’ Schelotto 6,5 -  Entra per dare maggior velocità alla fase offensiva, spreca la palla del raddoppio al 79’, è puntuale al 90’ toccando in rete un tiro cross di Molinaro.

All. Donadoni 6 – Il suo Parma parte forte alla ricerca dei tre punti. Passa subito in vantaggio incanalando la partita su un binario più congeniale, contiene la Sampdoria rendendosi pericoloso con veloci contropiedi. controlla il match senza particolari affanni. Trova il raddoppio nel finale.

 

 

SAMPDORIA

Fiorillo 6,5 – Il Parma parte forte chiamandolo più volte in causa, pregevoli le sue parate su Acquah e Amauri ad inizio gara. Nulla può sui gol.

De Silvestri 6 – Spinge poco perché dalle sue parti si allarga spesso Cassano e bada più alla fse difensiva. Nella ripresa inizia con più piglio dando manforte alle sortite offensive.

Gastaldello 6 – Partita ordinata per il centrale doriano, ingaggia un duello tutto fisico con Amauri avendo spesso la meglio. Nella ripresa soffre un ottimo Biabany

Fornasier 5,5 – Mostra un buon senso  della posizione, è sempre pronto al raddoppio sugli avanti emiliani. Nella ripresa è in affanno sulle accelerazioni ducali.

Regini 5 – Non un bel match per il terzino doriano, troppo timoroso in fase di spinta e spesso fuori posizione in quella difensiva. Dalle sue parti i ducali vanno a nozze.

Krsticic 6 – Rincorre tutti i portatori di palla parmensi pressando come un forsennato. Mostra qualche lacuna tecnica in fase di costruzione di gioco. Dal 79’ Lopez s.v.

Palombo 6 – Il regista doriano oggi è parso un po’ appannato in fase di costruzione faticando a dettere i tempi giusti alla squadra. Per il resto ha evidenziato la solita generosità in fase difensiva.

Soriano 5 – Partita da dimenticare, non è mai nel vivo del gioco non appoggia gli attaccanti e fatica a trovare l’inserimento giusto. In fase difensiva soffre le avanzate di Biabany concedendo al francese ampie praterie sull’out destro. Viene sostituito quasi per disperazione. Dal 28’ Sansone  6 – Entra e subito scalda i guanti di Bajza con un tiro ravvicinato. Dà più vivacità alla manovra con le sue accelerazioni.

Eder 5,5 – Primo tempo con qualche buona iniziativa senza mai trovare lo spiraglio giusto. Si spegne nella ripresa. Dal 66’ Sestu 5,5 – Non fa meglio del compagno che sostituisce, si defila dal gioco della squadra.

Gabbiadini 6,5 – Sembra sonnecchiare fino al 33’ quando manda il primo squillo verso la porta parmense con un tiro dal limite deviato in corner. Al 36’ si ripete centrando il palo su punizione. Il più pericoloso dei suoi. Nella ripresa cerca di dare una scossa ai compagni con qualche buona idea ma predica nel vuoto.

Okaka 5,5 – Non lo si vede quasi mai, tocca pochissimi palloni è parso avulso alla manovra della squadra. Non riesce a dare profondità ed è sembrato molto nervoso.

All. Mihajlovic 6 – La sua squadra mostra una discreta organizzazione di tattica e una manovra corale, ma manca del passaggio decisivo. La fase offensiva è apparsa spesso sterile e quella  difensiva da rivedere. Viene spesso sorpresa dalla velocità di Biabany andando in evidente difficoltà.

 

Arbitro: Piero Giacomelli 7 – Partita ben diretta, nel primo tempo l’unico episodio degno di nota è  il tocco involontario di braccio di Regini su cross di Cassano. Giusto non concedere il rigore. Dialoga spesso con i calciatori e gestisce bene la distribuzione dei cartellini evitando che la partita gli scivoli dalle mani.

 

TABELLINO

PARMA –  SAMPDORIA 2-0

PARMA (4-3-3): Bajza; Cassani, Paletta, Lucarelli, Molinaro; Marchionni (dal 74’ Gargano), Acquah, Parolo; Biabiany, Cassano (dal 81’ Palladino), Amauri (dal 46’ Schelotto). A disp.: Mirante, Pavarini, Rossini, Gobbi, Galloppa, Schelotto, Munari, Mauri, Gargano, Palladino, Cerri, Jankovic. All.: Donadoni 

SAMPDORIA (4-2-3-1): Fiorillo; De Silvestri, Gastaldello, Fornasier, Regini; Palombo, Krsticic (dal 79’ Lopez); Soriano (dal 28’ Sansone), Eder (dal 66’ Sestu), Gabbiadini, Okaka. A disp.: Da Costa, Rodriguez, Costa, Berardi, Salamon, Lombardo, Bjarnason, Renan, Sestu, Sansone, Maxi Lopez, Falcone. All.: Mihajlovic 

Arbitro: Piero Giacomelli

Marcatori: 8’ Cassano (P), 90’ Schelotto (P)

Ammoniti: 37’ Molinaro (P), 39’ Paletta (P), 46’ Okaka (S), 90’ Schelotto (P)

Espulsi:




Commenta con Facebook