• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Pasquale Sensibile su Palermo, Iachini e Dybala

Pasquale Sensibile su Palermo, Iachini e Dybala

L'ex direttore sportivo di Novara e Sampdoria in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Paulo Dybala(Getty Images)
Giorgio Elia

30/04/2014 14:25

MERCATO PALERMO ESCLUSIVO SENSIBILE / PALERMO - "Il campionato di serie B è sempre molto insidioso e può esser tale anche per le formazioni più attrezzate. Per questo motivo non deve esser sottovalutato quanto fatto dal Palermo, considerato che il torneo cadetto non ha mai dei verdetti già scritti ai nastri di partenza. L'esperienza della Sampdoria lo aveva del resto dimostrato, con la squadra che aveva dovuto soffrire non poco per tornare nella massima serie dopo la retrocessione dell'anno precedente. In quella occasione era stato molto bravo ancora una volta Iachini, con la promozione con il Palermo che lo conferma autentico specialista di questa categoria". Analisi chiara e profonda quella del direttore sportivo Pasquale Sensibile ai microfoni di Calciomercato.it, con l'ex diesse del Novara con un passato al Palermo al fianco di Sabatini a tessere le lodi per quanto fatto dal club di viale del Fante in questa stagione.

Iachini verrà confermato in serie A. Potrà togliersi di dosso l'etichetta di tecnico vincente solo in B?             "Iachini nella massima serie ha avuto le sue possibilità e se è vero che i risultati valgono in serie B, hanno il loro peso anche nella categoria superiore. Con le sue squadre in serie A Beppe ha rimediato un esonero e una retrocessione non venendo poi confermato nell'annata alla Sampdoria, quindi non stiamo parlando di una leggenda. Per quanto detto dal presidente Zamparini ci sono i presupposti per poter proseguire il lavoro fatto in questa stagione al Palermo, adesso toccherà a Iachini dimostrare di meritare la massima serie".

Quale giocatore del Palermo l'ha sorpresa maggiormente in questa stagione?                                                        "Se devo fare un nome, faccio quello di Paulo Dybala. Questo ragazzo è arrivato in Italia molto giovane, con il peso del grande investimento fatto dal Palermo e successivamente della retrocessione della squadra. Far bene dopo quanto avvenuto nella passata stagione non era facile, ma mi ha colpito la maturità con la quale ha affrontato la situazione. Per le sue qualità magari poteva trovare una sistemazione che gli permettesse di restare in serie A, ma ha voluto dimostrare a tutti le sue qualità ricambiando la fiducia del club. Senza dubbio il giocatore che mi ha sorpreso di più è proprio l'argentino".

Intanto è in dubbio la conferma di Perinetti. Quanto può pesare la sua permanenza per le sorti dei rosanero?    "Il direttore è tra i migliori dirigenti del panorama calcistico italiano e sono i risultati a provarlo. Il suo legame con Palermo non è solo professionale e non è mai stato nascosto il grande amore che lo lega alla città e alla squadra. Dopo un'annata così importante per il club con l'immediato ritorno in serie A, penso che per il Palermo non possa esserci guida migliore di quella di Perinetti".




Commenta con Facebook