• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI BAYERN MONACO-REAL MADRID

PAGELLE E TABELLINO DI BAYERN MONACO-REAL MADRID

Fenomenale Sergio Ramos, una garanzia Ronaldo. Impalpabili Mandzukic, Ribery e Muller.


Ribery contro Carvajal (Getty Images)
Valerio Sesti

29/04/2014 22:44

PAGELLE E TABELLINO BAYERN MONACO-REAL MADRID / MONACO – Strepitosa e merita vittoria del Real Madrid. Spaziale Sergio Ramos, ottima la difesa; Ronaldo fenomenale, centrocampo madrileno superlativo. Serata da dimenticare per i tedeschi. Inguardabili Ribery e Muller, un fantasma Mandzukic; Schweinsteiger & co. mai in gara, impresentabile la difesa della squadra di Guardiola.

BAYERN MONACO

 

Neuer 5 – Dopo pochi minuti compie un'uscita spericolata che fa correre i brividi sulla schiena a Guardiola. È il preludio di una serata che sarà nerissima. Può poco e nulla sulle reti del Real. Sembra insicuro e impacciato nelle uscite, nelle quali rischia più volte di fare la frittata. Miracoloso a metà ripresa su Coentrao.

Lahm 5,5 – È l'unico con Robben a provare a dare la scossa. Difensivamente fa acqua contro lo strapotere di Ronaldo, in attacco il capitano bavarese si propone con regolarità senza però mai trovare l'assist vincente per i compagni.

Boateng 4,5 – Gli attaccanti del Real sembrano degli alieni e lui soltanto un povero mortale. Non riesce mai a frenare l'impeto delle Merengues ed è in costante difficoltà.

Dante 4 – Serata da incubo per il centrale della nazionale brasiliana. Rischia nel primo tempo il rosso per un intervento killer su Ronaldo. Per il resto della gara, come i suoi colleghi, è sempre in crisi per gli attacchi degli ospiti. Inguardabile.

Alaba 4,5 – Lento e impacciato, sembra la copia sbiadita del terzino austriaco che abbiamo ammirato nelle ultime partite. Soffre in entrambi le fasi.

Kroos 4,5 – Come il compagno Schweinsteiger non è mai in gara ed è risucchiato dalla qualità degli spagnoli. Difensivamente è nullo, in fase di costruzione fa grande fatica.

Schweinsteiger 4 – Il centrocampista tedesco non trova mai il fraseggio giusto e non riesce a dare i tempi ai suoi. In fase difensiva soffre maledettamente le ripartenze degli ospiti e spesso è fuori posizione facendo falli sciocchi e inutili.

Robben 5 – È l'unico che prova a dare la scossa puntando l'uomo e tentando di creare la superiorità senza però avere successo. Grande voglia, ma poco altro per l'ala portoghese che non è quasi mai incisivo negli ultimi venti metri. Sfiora il gol ad inizio ripresa con un bel tiro a giro.

Muller 4 – Sembra completamente avulso dal gioco nel primo tempo toccando pochissimi palloni. Sbaglia molto in fase di appoggio e non è mai decisivo negli ultimi metri. Nella seconda frazione viene spostato  di ruolo ma la sostanza non cambia. Dal 72' Pizarro 5 – Entra in partita a venti minuti dalla fine, ma è come se fosse sempre rimasto in panchina.

Ribery 4 – Nervoso fin da inizio gara, viene completamente annullato da Carvajal. Non trova mai la giocata giusta per scardinare la difesa spagnola. Rischia grosso nel primo tempo per uno “schiaffetto” a Carvajal. Esce a testa bassa a metà ripresa. Deludente. Dal 72' Gotze 5,5 – Un paio di spunti interessanti appena entrato, ma troppi pochi minuti per poter dimostrare il suo grande valore.

Mandzukic 4 – Sergio Ramos è in serata di grazia, non solo in fase offensiva, ma anche a livello difensivo e non concede nulla al croato. Il centravanti dei tedeschi ha a disposizione pochi palloni giocabili, ma anche lui sembra spaesato e poco in partita fin dall'inizio. Rischia per un intervento a fine primo tempo, a palla lontana, su Di Maria. Sostituito giustamente nel secondo tempo. Dal 46' Javi Martinez 6 – Entra bene in gara dando equilibrio e offrendo una copertura importante davanti alla traballante difesa tedesca. Tatticamente prezioso, per Guardiola sarà probabilmente un rimpianto non avendolo schierato dall'inizio.

All. Guardiola 4,5 – Partita da dimenticare per il tecnico spagnolo. Il suo Bayern è asfaltato sotto tutti i punti di vista e non riesce mai ad essere pericoloso in attacco. In difesa i tedeschi sono impresentabili e concedono troppo agli avversari.

REAL MADRID

Casillas 6 – Primo tempo da spettatore per il portiere “di coppa” delle Merengues. Nella seconda frazione ordinaria amministrazione e poco altro.

Carvajal 7 – Ha di fronte un avversario difficilissimo, tra i più forti in circolazione: Frank Ribery. Il giovane terzino spagnolo non soffre il confronto e gioca una partita superba limitando il francese a pochissimi guizzi.

Pepe 6,5 – Assoluto padrone dell'area di rigore sulle palle alte. Gli avanti del Bayern non lo impensieriscono particolarmente e il centrale portoghese offre una prestazione solida e senza sbavatura. Da censurare alcune scenate delle quali si rende protagonista nel primo tempo.

Sergio Ramos 8 – Trova una doppietta importantissima di testa nei primi venti minuti di gara con due grandi inserimenti in area bavarese. Guida la difesa da vero leader, lasciando le briciole a Mandzukic. Dovrebbe soltanto difendere, ma questa serata non la dimenticherà mai per le due reti straordinarie con le quali proietta il Real in finale. Fantastico. Dal 75' Varane s.v. 

Coentrao 6,5 – Finale di stagione superbo per il terzino portoghese. Robben e Lahm sulla sua fascia sembrano due giocatori normali. Offre una gara difensivamente perfetta e senza rischiare nulla.

Modric 6,5 – Come il collega Di Maria, mostra le sue eccelse qualità in fase di palleggio. Difensivamente offre grinta e abnegazione straordinarie che gli permettono di giocare una gara di livello assoluto.

Xabi Alonso 6,5 – Metronomo del centrocampo degli spagnoli, smista tutte le palle con una facilità disarmante. Prezioso anche in fase difensiva da schermo davanti alla difesa. Unico neo l'ammonizione nel primo tempo che, in quanto diffidato, gli costerà la finale di Lisbona. 

Di Maria 7,5 – Il nuovo ruolo in cui è impiegato da Ancelotti sta esaltando le enormi qualità del talento argentino. Non solo qualità da vendere in mezzo al campo, ma anche dedizione e sacrificio al servizio della squadra in fase di non possesso. Tuttofare. Dall'84 Casemiro s.v.

Bale 6,5 – Tanta corsa e qualità per la freccia gallese. Serve l'assist per il terzo gol di Ronaldo, con la sua velocità tiene costantemente in ansia la lenta e inguardabile difesa dei padroni di casa.

Benzema 6 – L'unica nota un po' stonata del Real di questa sera. Poco servito dai compagni, sembra un po' svogliato e non molto in partita. I colleghi di reparto Ronaldo e Bale gli “rubano” la scena. Dall'80' Isco s.v.

Ronaldo 7,5 – Altra doppietta in un palcoscenico internazionale. È  un costante pericolo per la difesa del Bayern. Basta un dato per descrivere la grandezza di questo giocatore: 16 reti in 10 partite quest'anno in Champions League. Dimostra ancora una volta di essere il n. 1 con giocate deliziose e tanta qualità. Mostruoso.

All. Ancelotti 7,5 – Il suo Real fa un primo tempo perfetto in entrambi le fasi. La sua squadra gioca con grande personalità imponendo il proprio gioco ai campioni in carica, pressando a tutto campo e non lasciando spazi ai padroni di casa. La Decima si avvicina.

Arbitro: Proenca 6,5 – Tra i migliori arbitri internazionale e questa sera lo dimostra pienamente. Fin dai primi minuti tiene in pugno la gara puntando sul dialogo con i giocatori in campo. Sacrosanta l'ammonizione di Dante nel primo tempo (intervento da arancione). Giusta quella comminata a Xabi Alonso. Si perde a fine primo tempo uno “schiaffetto” di Ribery a Carvajal che poteva costare caro all'ala francese. Nel secondo tempo conduce il match senza sbavature.

TABELLINO

 

BAYERN MONACO-REAL MADRID 0-4

 

Bayern Monaco (4-2-3-1): Neuer; Lahm, Boateng, Dante, Alaba; Kroos, Schweinsteiger; Robben, Muller (dal 72' Pizarro), Ribery (dal 72' Gotze); Mandzukic (dal 46' Javi Martinez). All.: Guardiola.

Real Madrid (4-3-3): Casillas; Carvajal, Pepe, Sergio Ramos (dal 75' Varane), Coentrao; Modric, Xabi Alonso, Di Maria (dall'84' Casemiro); Bale, Benzema (dall'80 Isco), Ronaldo. All.: Ancelotti.

Arbitro: Proenca (POR).

Marcatori: 16' e 20' Sergio Ramos (R), 34' e 90' Ronaldo (R).

Ammoniti: 17' Dante (B), 38' Xabi Alonso (R).

Espulsi: -

 

 




Commenta con Facebook