• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-UDINESE

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-UDINESE

Super Immobile, positivi Cerci, Darmian e Maksimovic. Male Muriel e Fernandes


Immobile capocannoniere (Getty Images)
Valerio Sesti

27/04/2014 17:10

PAGELLE E TABELLINO TORINO-UDINESE / TORINO – Vittoria importante in chiave Europa League per il Torino. Ottima gara per l'intera squadra di casa. Sugli scudi Immobile e Cerci. Molto bene Darmian e Maksimovic. Sicura la difesa. Irriconoscibile l'Udinese: inesistente Muriel, impalpabile Pereyra. Negativi centrocampo e difesa. Non si salva praticamente nessuno nelle fila friulane.


TORINO

Padelli 6 – Trasmette fin dai primi minuti grande sicurezza al pacchetto difensivo. Per tutto il match interventi di ordinaria amministrazione e qualche buona uscita. Non è mai impegnato concretamente dagli avversari.

Bovo 6 – Partita sufficiente per il centrale italiano che non sbaglia nulla contro lo sterile attacco dei bianconeri. Importanti le sue coperture difensive in aiuto dei compagni.

Glik 6,5 – Solido e determinato per l'intero match. Lascia le briciole a Muriel completamente annullato dalla gara. Insuperabile.

Moretti 6,5 – Attento per tutta la gara, non disdegna qualche buona folata offensiva, come a fine primo tempo dove sfiora la rete. Grazie al suo buon piede garantisce ottima circolazione del pallone ed è sempre da lui che il Torino si appoggia per far ripartire l'azione.

Maksimovic 6,5 – Buona copertura difensiva contro un cliente non semplice come G. Silva. Si spinge con regolarità in avanti, servendo anche un grande assist ad Immobile dopo una superba iniziativa personale. Il futuro è suo.

Kurtic 6,5 – Offre ottima circolazione del pallone e con grande personalità prende in mano le chiavi del centrocampo granata. Sta crescendo di partita in partita grazie agli insegnamenti preziosi del maestro Ventura.

Vives 6 –Sostanza e determinazione preziosi per il centrocampo del Toro. Esce, però, dopo poco più di mezz'ora per infortunio. Dal 34' Tachtsidis 6 – Entra abbastanza bene in gara ed è subito nel vivo dell'azione. Spesso, però, è un po' lento nella costruzione del gioco e indeciso nell'ultimo passaggio.

El Kaddouri 6 – Segna un bel gol in apertura di gara con la complicità, però, dell'estremo difensore ospite. Poi è poco coinvolto e non mostra pienamente le sue qualità. Dall'80' Gazzi s.v.

Darmian 6,5 – È una freccia inarrestabile sulla fascia sinistra. Compie entrambi le fasi in modo impeccabile ed è per  questo che ha attirato su di sé le attenzioni del c.t. Prandelli. Stagione ottima la sua e questa partita ne è l'esempio lampante.

Cerci 6,5 – Pimpante e voglioso di timbrare il tabellino dei marcatori, sfiora la rete a metà primo tempo. Le sue accelerazioni sono deleterie per la difesa ospite che spesso deve ricorrere al fallo per frenare il giocatore di scuola Roma. Gli manca soltanto l'acuto decisivo per  timbrare il tabellino dei marcatori.

Immobile 7 – Insieme al compagno di reparto Cerci, tiene spesso in ansia la difesa friulana. Grande movimento e buone giocate. Sempre al servizio della squadra, trova l'acuto decisivo ad inizio primo tempo con bel gol. Sono 21 in campionato ed un ulteriore messaggio a Prandelli. Da nazionale. Dal 71' Meggiorini 6 – Entra con buon piglio e solo una grande parata di Scuffet gli toglie la gioia del gol.

All. Ventura 7 – I suoi ragazzi vogliono e credono nell'Europa e si vede. Grande grinta e voglia di fare risultato. Fin dai primi minuti spingono sull'acceleratore, offrono un buon calcio con delle ottime trame offensive ed una solidità difensiva importante. Il sogno Europa continua.

 

UDINESE

Scuffet 5,5 – Il giovane portiere italiano non è esente da colpe, nel primo tempo, sul gol del Torino: viene trafitto, infatti, sul suo palo da un tiro non imparabile di El Kaddouri. Sulla rete di Immobile è incolpevole, per il resto della partita è poco impegnato, a parte qualche buona uscita in area di rigore e un grande intervento su Meggiorini.

Heurtaux 5,5 – Soffre tremendamente la velocità di Immobile e nell'uno contro uno non è sempre lucido. Le ripartenze del Toro sono micidiali e la mancanza di raddoppi sulla sua fascia creano al difensore francese non pochi problemi.

Danilo 5,5 – Questo pomeriggio capitano, vista l'assenza di Di Natale. Tenta di limitare i danni, non sempre riuscendoci. Scoraggiato.

Bubnjic 5,5 – Il giovane croato ha un cliente difficilissimo come Cerci e non riesce ad arginare lo straripante attacco granata. Lento nel giro palla e poco propositivo.

G. Silva 6 – Tenta qualche buona iniziativa offensiva e offre un bel duello con il suo dirimpettaio Maksimovic. Non sempre i suoi cross,però, sono precisi per i compagni.

Badu 5 – Grande corsa ma non basta contro un centrocampo del Toro solido e organizzato. Poco preciso in fase di palleggio. Giustamente sostituito ad inizio ripresa. Dal 46' Zielinski 5 – Si vede che ha grande voglia, ma non incide come vorrebbe nella sfida. Pochi palloni giocati e non incisivo negli ultimi metri.

Allan 5 – Come tutti i compagni di reparto è in difficoltà fin dal primo minuto. La sua ottima dinamicità non basta quest'oggi: in fase di costruzione è lento e poco preciso. Dall'85' Yebda s.v.

Pinzi 5 – Schierato dal primo minuto da Guidolin, non offre le geometrie che gli chiede il suo tecnico. È compassato e poco coinvolto nella manovra friulana. Opaco.

Pereyra 5 – Inizia la gara con intraprendenza, ma poi scompare. Anche lui, come tutta la squadra, non è nella sua giornata migliore. Poco servito e coinvolto nel match: contro Darmian oggi era veramente difficile. Annullato.

B. Fernandes 5 – I compagni spesso si appoggiano a lui per far ripartire l'azione, ma non sempre è preciso nell'ultimo passaggio. Non è mai pericoloso negli ultimi metri anche perché risucchiato dal centrocampo dei padroni di casa e dall'attenta difesa granata. Dal 54' Basta 5,5 – Prova a spingere sulla sua fascia, ma non trova mai lo spunto giusto per scardinare la rocciosa difesa locale.

Muriel 4,5 – Non è la sua stagione migliore e si vede. Sbaglia praticamente qualsiasi pallone riceve. Impreciso e nervoso, anche perché poco assistito dai compagni, non è il Muriel che abbiamo ammirato negli anni precedenti. Per andare al Mondiale e convincere il selezionatore della Colombia serve ben altro. Assente ingiustificato.

All. Guidolin 5 – La sua squadra è gelata dalla rete a freddo dei padroni di casa. Nel primo tempo l'Udinese trova pochi sbocchi sugli esterni e offre un possesso palla spesso sterile. La manovra è lenta e compassata. Nella seconda parte di gara ancora peggio: i suoi non tirano praticamente mai in porta. Le motivazioni quest'oggi hanno fatto la differenza.

 

Arbitro: Valeri 6,5 – L'arbitro romano ha fin da subito in mano la gara. Lascia correre il giusto ed è sempre molto vicino all'azione. Corretta l'ammonizione di Badu nella prima parte di gara. Qualche dubbio sul calcio di rigore chiesto dal Torino a fine primo tempo su intervento di mano di Badu: la decisione di Valerio di non assegnare il rigore, però, sembra la decisione corretta, in quanto l'intervento del centrocampista ghanese probabilmente è involontario. Nella seconda frazione dirige la contesa senza problemi distribuendo con precisione le ammonizioni. Promosso.

 

TABELLINO

TORINO-UDINESE 2-0

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Maksimovic, Kurtic, Vives (dal 34' Tachtsidis), El Kaddouri (dall'80 Gazzi), Darmian; Cerci, Immobile (dal 71' Meggiorini). All. Ventura.

Udinese (4-3-2-1): Scuffet; Heurtaux, Danilo, Bubnjic, G. Silva; Badu (dal 46' Zielinski), Allan (dall'85' Yebda), Pinzi; Pereyra, B. Fernandes (dal 54' Basta); Muriel. All. Guidolin.

Arbitro: Valeri di Roma.

Marcatori: 15' El Kaddouri (T), 56' Immobile (T).

Ammoniti: 29' Badu (U), 53' Heurtaux (U), 68' Pinzi (U).

Espulsi: -




Commenta con Facebook