• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Massimo Oddo su Real Madrid-Bayern Monaco

Massimo Oddo su Real Madrid-Bayern Monaco

Calciomercato.it ha contattato in esclusiva l'ex calciatore del club tedesco


Real Madrid-Bayern Monaco (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

24/04/2014 12:00

CHAMPIONS LEAGUE ESCLUSIVO MASSIMO ODDO REAL MADRID BAYERN MONACO / ROMA - La seconda semifinale di Champions League tra Real Madrid e Bayern Monaco, andata in scena ieri al 'Santiago Bernabeu', ha regalato un solo gol ma tante emozioni. Per analizzare la partita, Calciomercato.it ha contattato in esclusiva l'ex calciatore Massimo Oddo, a Monaco di Baviera nella stagione 2008/2009.

LA PARTITA - "Altro che tattica attendista da parte del Real di Ancelotti - ha esordito Oddo ai nostri microfoni - Il merito è stato del Bayern Monaco che, soprattutto, nei primi venti minuti ha schiantato l'avversario sul piano del gioco grazie all'aggressività dei suoi calciatori. Poi, le 'merengues' hanno trovato il gol al primo contropiede, complice una difesa bavarese non certo impeccabile. Sulla rete di Benzema ho visto un paio di errori piuttosto clamorosi. Conosco bene Ancelotti e non è mai stato un allenatore votato alla difesa, specialmente ora che allena il Real Madrid. E' plausibile, però, che Carlo abbia chiesto ai suoi di non concedere facili ripartenze a Ribery e Robben. Nonostante il risultato di ieri, non vedo una squadra favorita sull'altra per il passaggio del turno".

VITTORIA FINALE CHAMPIONS - "Non sono d'accordo con chi dice che quella tra Real Madrid e Bayern Monaco è una finale anticipata. Nello scontro secco per il titolo, le due squadre hanno sempre la stessa possibilità di vincere. Nel 2006/2007 Milan e Liverpool non erano probabilmente le formazioni più forti di quell'edizione di Champions; Manchester United e Barcellona erano a mio avviso superiori. In certe partite non conta solo la rosa a disposizione di un allenatore, ma tanti altri fattori non ultimo la fortuna. Ieri, ad esempio, Cristiano Ronaldo e Bale non erano al 100% dal punto di vista fisico e si è visto in campo. Pertanto - ha concluso Oddo in esclusiva a Calciomercato.it - le quattro squadre approdate in semifinale di Champions hanno le stesse possibilità di vittoria".




Commenta con Facebook