• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID-BAYERN MONACO

PAGELLE E TABELLINO DI REAL MADRID-BAYERN MONACO

Benzema decisivo. Grande prestazione di Coentrao, in ombra le stelle C.Ronaldo, Ribery e Robben


Real Madrid-Bayern Monaco (Getty Images)
Davide Ritacco

23/04/2014 23:18

PAGELLE E TABELLINO REAL MADRID-BAYERN MONACO / MADRID - A Madrid le stelle non brillano: Cristiano Ronaldo non è al top e si vede, Robben e Ribery sottotono, Bale parte dalla panchina. Ad illuminare la scena è Benzema con il gol vittoria. Bene anche Coentrao.

 

REAL MADRID

Casillas 6,5 – Il portiere di coppa, dimostra che è ancora ad un livello altissimo ed è pur sempre il capitano che conduce e infonde sicurezza alla squadra. Grande parata salva risultato nel finale su Gotze.

Carvajal 6,5 – Spinge in maniera sufficiente e tiene a bada Ribery. Non male per essere la sua prima semifinale in carriera. Un successo che può infondere fiducia in vista del ritorno. 

Sergio Ramos 6,5 – Solito gladiatore difficile da superare e che concede sempre poco agli attaccanti sotto il suo controllo, tutto condito dalla solita grinta.

Pepe 6,5 – Esce per infortunio a metà della ripresa ma fin lì era stato quasi perfetto e insolitamente pulito in ogni intervento. Dal 71’ Varane – 6 Entra quasi a freddo ed è subito operativo per dare manforte al fortino. Regge bene la forza d’urto del Bayern.

Coentrao 7 – Continua il suo momento magico. Dopo la grande prestazione in finale di Copa del Rey si regala una serata perfetta con tanto di assist decisivo. Dalla sua parte si aggira un certo Robben ma non gli concede mai nessun corridoio utile. Sempre attento in fase difensiva si rende utile anche dando una mano ai centrali. Ancelotti gli sta facendo fare il salto di qualità. 

Isco 5,5 – Ancelotti lo mette in campo per ridisegnare il centrocampo e cercare ulteriore qualità ma non è la sua serata e soffre, forse, la pressione di un match ad altissimo livello. Sbaglia tanto in impostazione e contenimento. Visibilmente appannato, Ancelotti lo toglie generosamente dalla contesa a dieci minuti dalla fine. Dal 81’ Illaramendi s.v.

Xabi Alonso 6,5 – Onnipresente in mezzo al campo, talmente tanto nel vivo del gioco che rischia un clamoroso fallo da rigore al 90’ inoltrato. Rischioso ma decisivo.

Modric 6,5 – Fosforo puro a centrocampo. Tante giocate importanti. La palla nei suoi piedi è sempre in banca. Utile anche in fase di contenimento, non va fuori giri davanti al possesso palla del Bayern. 

Di Maria 6 – Non in grande serata, costretto ad un doppio lavoro per coprire la fascia destra arriva poco lucido al limite dell’area sprecando potenziali occasioni. Finisce con i crampi. 

Benzema 6,5 – L’autore del gol vittoria non concede troppo allo spettacolo ma la sua rete è tremendamente pesante e al momento fa pendere l’ago della bilancia in favore del Real. 

Cristiano Ronaldo 6 – Non è al top e si vede. Gioca con il freno a mano tirato e soprattutto il pallone d’oro in carica non può sbagliare due occasioni su due. Le sue statistiche raccontano un'altra storia. Dal 72’ Bale 6 - Anche lui non è al top ma quando ha la possibilità di attaccare in campo aperto è impressionante. 

All.: Ancelotti 7 – Per la prima volta incontra Guardiola e lo mette in seria difficoltà, chiudendo ogni spazio utile. L’italianismo avanza contro il tiki taka dello spagnolo. 

 

BAYERN MONACO

Neur 6,5 – Torna nello stadio che lo consacrò tra i più grandi nella semifinale di due anni fa. Incolpevole sul gol, gestisce la gara con la solita sicurezza e risponde sempre alla grande ai tiri velenosi di Cristiano Ronaldo.

Rafinha 5,5 -  Dalla sua parte non è un caso che il Real riesce a sfondare. Si fa prendere in mezzo da Cristiano Ronaldo e Coentrao. Dal 71’ Javi Martinez 6 – E’ il grande escluso della vigilia. Entra troppo tardi per avere la possibilità di incidere con efficacia nel match. 

Boateng 6,5 – La sua gara non ha troppe sbavature e regge alla grande contro Benzema. Ma non arriva in tempo per interrompere il contropiede decisivo del Real ed intercettare il cross di Coentrao. 

Dante 6 – Di testa primeggia o forse è la folta capigliatura che inganna. Va in difficoltà quando viene preso in velocità.

Alaba 5,5 – Spinge bene finché il Real non si chiude a riccio e gli impedisce di raggiungere il fondo o crossare. Si spegne col passare dei minuti.

Lahm 6 – In mezzo al campo gestisce bene l’enorme possesso palla del Bayern ma non ha mai il tempo decisivo per poter verticalizzare in maniera adeguata. Con l’uscita di Rafinha scala nel suo ruolo tradizionale di terzino e non demerita.

Schweinsteiger  5,5 – Praticamente invisibile per tutti i 70’ che resta in campo. Gioca troppo in orizzontale non cercando quasi mai la profondità. Indolore per il Real. Dal 72’ Muller 6,5 – Entra nell’ultimo quarto d’ora e forse ha ragione Guardiola che lo vorrebbe come “falso nueve”. In poco tempo crea più pericoli di tutti gli avanti del Bayern Monaco. 

Ribery 6 – Non gioca continuità, da un quasi pallone d’oro come lui ci si aspettano giocate decisamente migliori. In difficoltà di passo, va a sprazzi. Dal 71’ Gotze 5,5 – Al 90’ gli capita l’occasione migliore del Bayern ma la spreca malamente calciando in modo troppo centrale. 

Kross 6 – Cerca di fare da raccordo tra centrocampo e attacco, ma il Bayern di stasera è troppo sotto ritmo per trovare le giuste geometria. Senza inserimenti il suo contributo è limitato. Prova qualche tiro dalla distanza, specialità della casa, ma è impreciso.

Robben 6 – Coentrao lo argina in modo evidente, ciò nonostante prova la giocata decisiva ed è sempre cercato dai compagni e resta nel vivo di ogni azione. Arretra e prova a partire dalla distanza ma non ha successo.

Mandzukic 5 – Praticamente non tira mai in porta. Chiuso tra i centrali del Real Madrid che gli consentono di assistere da spettatore in campo ma senza partecipare.

All.: Guardiola 5,5 – Nei primi 45’ si fa imbrigliare da Ancelotti senza trovare le giuste marcature preventive. Nella ripresa prova a smuovere qualcosa con i cambi che risultano azzeccati, il che è la prova che qualcosa inizialmente aveva sbagliato. Il primo round, tatticamente e come punteggio va al collega Italiano.

Arbitro: Webb 6,5 – E’ tornato ad essere il migliore arbitro europeo, gara sempre in pugno e grande disponibilità verso i giocatori. Una sola ammonizione è tutto dire. Resta qualche dubbio sulla posizione a metà primo tempo di Cristiano Ronaldo che poteva valere il raddoppio. Ma è un errore più del primo collaboratore. Pare giusta la decisione di non concedere il rigore al 90’ , Xabi Alonso anticipa Muller.  

 

TABELLINO

REAL MADRID – BAYERN MONACO 1-0 

Real Madrid (4-3-3): Casillas; Carvajal, Sergio Ramos, Pepe (dal 72’ Varane), Coentrao; Isco (Dal 81’ Illaramendi), Xabi Alonso, Modric; Di Maria, Benzema, Cristiano Ronaldo (72’ Bale). All.: Ancelotti.

Torino (4-2-3-1): Neur; Rafinha (dal 66’ Javi Martinez), Boateng, Dante, Alaba; Lahm, Schweinsteiger (dal 72’ Muller); Ribery (71’ Gotze), Kroos, Robben; Mandzukic. All.: Guardiola.

Arbitro: Webb (ENG)

Marcatori: 19’ Benzema (R), 

Ammoniti: 56’ Isco (R), 

Espulsi: -

 




Commenta con Facebook