• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Gianni Di Marzio su Adel Taarabt

Gianni Di Marzio su Adel Taarabt

Calciomercato.it ha contattato in esclusiva l'ex allenatore, che ha consigliato l'acquisto al club rossonero


Taarabt festeggia dopo un gol (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

22/04/2014 11:54

CALCIOMERCATO MILAN ESCLUSIVO GIANNI DI MARZIO TAARABT / ROMA - Le recenti, ottime, prestazioni di Adel Taarabt con la maglia del Milan hanno complicato i piani della società rossonera che contava di riscattare il giocatore dal Queens Park Rangers per una cifra inferiore ai 7 milioni di euro pattuiti. Per saperne di più, Calciomercato.it ha contattato in esclusiva Gianni Di Marzio, ex allenatore e esperto di mercato che ha consigliato l'acquisto di Taarabt al Milan.

FUTURO TAARABT - "Adel è un grande calciatore, potenzialmente è un fuoriclasse - ha esordito ai nostri microfoni Di Marzio - Con le cifre che ci sono in circolazione in questo momento sul mercato, è ridicolo pensare che il Queens Park Rangers abbassi il prezzo. Le squadre italiane 'sprecano' tanti capitali per veri e propri 'bidoni' che, tempo un anno, vengono rispediti al mittente. Sette milioni di euro? E' logico e comprensibile che il Milan provi ad ottenere uno sconto, ma Taarabt vale molto di più di questa cifra. E' una fortuna per il club rossonero che la cifra del riscatto sia già concordata, altrimenti il Qpr avrebbe potuto richiedere tanto di più. L'inserimento del Manchester United? Taarabt poteva andare al Real Madrid già due anni fa, al Fulham non ha reso al meglio perché è stato impiegato come prima punta".

ADDIO MOYES - Chiosa finale dedicata all'addio di David Moyes al Manchester United: "Chiunque avrebbe fallito lì a Manchester. Il fantasma di Alex Ferguson resterà per sempre all'interno dello spogliatoio del Manchester United e nella storia del calcio mondiale. Nessuno - ha proseguito Di Marzio in esclusiva a Calciomercato.it - sarebbe stato all'altezza di tale compito. Moyes ha dovuto far fronte alla mancanza di stimoli di alcuni giocatori, che hanno avuto una sorta di 'rigetto' per il nuovo tecnico. Nel calcio, però, la palla è rotonda e deve continuare a girare: ora, a Manchester, dovranno essere bravi a guardare avanti".

 




Commenta con Facebook