• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > LA MOVIOLA DI CM.IT: Da annullare le reti di Balotelli e Fernandes

LA MOVIOLA DI CM.IT: Da annullare le reti di Balotelli e Fernandes

Irrati non vede la spinta dell'attaccante rossonero su Castellini. Il giocatore dell'Udinese segna da posizione di offside


Balotelli (Getty Images)
Emiliano Forte

20/04/2014 08:41

MOVIOLA, BALOTELLI FERNANDES / MILANO – Nel week end di Pasqua fila quasi tutto liscio per gli arbitri di Serie A fatta eccezione per un paio di episodi che meritano di essere analizzati alla moviola. Il primo in ordine di importanza è senz'altro il gol che ha permesso all'Udinese di pareggiare la partita contro il Napoli firmato da Bruno Fernandes; il secondo episodio si riferisce alla rete di Balotelli in Milan-Livorno con l'attaccante rossonero che si libera con troppo 'mestiere' dalla marcatura di Castellini. Da chiarire anche l'episodio che porta al primo gol del Genoa firmato da Di Maio con la posizione di Gilardino considerata ininfluente da Celi.

 

PARMA-INTER 0-2, arbitro Rocchi 6,5 – Dopo 8 minuti di gioco c'è un contatto in area interista tra Rolando e Lucarelli con quest'ultimo che si lascia cadere senza subire fallo: giusta la decisione di lasciar correre. Bene Rocchi sia in occasione del rigore concesso al Parma per il fallo netto di Samuel su Parolo che in occasione del secondo giallo all'indirizzo di Paletta per l'intervento falloso su Palacio. L'italoargentino entra in tackle da dietro colpendo la gamba dell'attaccante nerazzurro invece del pallone.

 

MILAN-LIVORNO 3-0, arbitro Irrati 5,5 – Nel primo tempo Mesbah si lancia verso la porta difesa da Abbiati con Abate che si arrangia come può afferrando e stendendo il giocatore amaranto proprio al limite dell'area. Giusto dare la punizione dal limite e non il rigore visto che la trattenuta avviene fuori area. Molti dubbi sul primo gol milanista con Balotelli che probabilmente si libera della marcatura di Castellini con una spinta.

 

UDINESE-NAPOLI 1-1, arbitro Calvarese 5 – Direzione caratterizzata da diverse imprecisioni quella del fischietto di Teramo che sbaglia in maniera piuttosto chiara in occasione del pareggio friulano. Nell'azione, infatti, l'autore del gol Bruno Fernandes è in chiara posizione di fuorigioco quando raccoglie il suggerimento del compagno Pereyra.

 

CHIEVO-SASSUOLO 0-1, arbitro Bergonzi 6,5 – Nulla da segnalare se non la buona prova sia di Bergonzi che dei suoi collaboratori.

 

GENOA-CAGLIARI 1-2, arbitro Celi 5 – Confusione sul primo gol del Genoa nei primissimi minuti di gioco: la rete di Di Maio viene convalidata anche se in un primo momento il guardalinee segnala l'offside di Gilardino considerando influente la sua posizione. Per Celi, invece, l'attaccante ex Milan e Fiorentina  non prende parte all'azione dunque il gol viene convalidato. Episodio da chiarire visto che Gilardino da' l'impressione di lanciarsi verso il pallone anche se non lo tocca.  Nel complesso l'arbitro pugliese è apparso troppo permissivo nella prima parte di gara quando ha sorvolato su interventi al limite che andavano sanzionati.

 

CATANIA -SAMPDORIA 2-1, arbitro Tommasi 6 Bravo il direttore di gara nel cogliere la simulazione di Bergessio nel corso del miunto 33 con conseguente giallo per l'attaccante. Giusto convalidare il gol del definitivo 2-1 dello stesso Bergessio che scatta da posizione regolare quando si presenta davanti a Fiorillo e lo batte.

 

LAZIO-TORINO 3-3, arbitro Guida 6 – Giusto concedere il rigore per il fallo del portiere granata Padelli il quale esce a valanga su Keita senza prendere la palla. Così come ci può stare il secondo giallo all'indirizzo di Novaretti per il fallo su Darmian pronto ad entrare in area biancoceleste.

 

ATALANTA-VERONA 1-2, arbitro Minelli 5,5 Partita giocata in un clima piuttosto incandescente con l'arbitro che lascia correre troppo rischiando di accendere ulteriormente gli animi in campo. Soprattuto nei primi 45 minuti qualche giallo in più avrebbe potuto aiutare Minelli a controllare più agevolmente la gara.

 

JUVENTUS-BOLOGNA 1-0, arbitro Giacomelli 6,5 – Positiva la prestazione del fischietto triestino che mantiene il controllo del match senza grosse difficoltà. Rischia il Bologna in un corpo a corpo tra Antonsson e Llorente con il primo che afferra per la maglia lo spagnolo in piena area rossoblu. Fallo che ci poteva stare anche se in un primo momento anche lo spagnolo si è aiutato trattenendo l'avversario.

 

 

FIORENTINA-ROMA 0-1, arbitro Mazzoleni 7 – In una gara molto combattuta ottima la prova di Mazzoleni che non sbaglia in concomitanza dei momenti clou del match. Sul finire del primo tempo, con il risultato di 1-0 per la Roma, proteste viola per un presunto mani in area di Francesco Totti su una punizione calciata da Ilicic dalla destra. Il capitano giallorosso sul cross salta tenendo il braccio attaccato al corpo dunque non c'è fallo e Mazzoleni giustamente lascia proseguire. Nella ripresa altre proteste della Fiorentina per un fallo in attacco fischiato a Cuadrado. L'arbitro vede bene anche in questo caso visto che il giocatore viola nell'impedire il disimpegno a Toloi commette una scorrettezza. Negli ultimi secondi di gara una girata di Matri colpisce da distanza ravvicinata il braccio dello stesso Toloi ma anche in questo caso è corretta la decisione dell'arbitro di non intervenire visto che il tocco del giocatore viola è del tutto involontario. 




Commenta con Facebook