• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI CATANIA-SAMPDORIA

Il Catania ritorna alla vittoria grazie alle reti di Leto e Bergessio. Inutile ma stupendo il gol di Okaka per la Sampdoria


Catania-Sampdoria (Getty Images)
Davide Ritacco

19/04/2014 17:34

PAGELLE TABELLINO CATANIA SAMPDORIA/ CATANIA - Il Catania di Pellegrini trova la prima vittoria del nuovo corso. Spettacolari le reti di Leto in rovesciata e di Okaka, alla fine di una fuga alla Bale; a decretare i tre punti è il toro Bergessio. Il passivo per la giovane Sampdoria sarebbe potuto essere maggiore senza un Fiorillo superlativo fra i pali. 

CATANIA

Frison 6,5 – Incolpevole sul gol di Okaka che arriva come un treno in corsa, impossibile fermarlo. Per il resto gara attenta e precisa.

Peruzzi 6,5 – Esce stremato nella ripresa per problemi muscolari ma il Catania può puntare su di lui per il futuro. Laterale affidabile. Dal 73’ Legrottaglie 6 – Sempre utile la sua esperienza e la sua capacità nelle palle alte specie in momenti confusi come i finali di gara 

Gyomber 5,5 – Il primo tempo passa indenne anche perché la Sampdoria è poca cosa, nella ripresa il lavoro aumenta e il rendimento scende.  

Spolli 6 – Chiude la gara stringendo i denti perché i cambi sono finiti. Resiste e porta a casa una sufficienza basata sull’esperienza e la solita generosità.

Monzon 6 – Pellegrini da lui vuole spinta e potenza: non sempre riesce ad accontentare il neo tecnico. 

Izco 5,5 – Di fronte ai giovani centrocampisti della Sampdoria non sfigura. Lotta e combatte ma il confronto con la fuga di Okaka è impietoso, resta attaccato alla maglia dell’attaccante mentre va via. 

Lodi 6,5 – Non ha di certo attraversato la sua migliore stagione ma oggi, a tratti si è rivisto il vecchio geometra di centrocampo, con lanci precisi e giocate preziose.

Plasil 5,5 – Imperdonabile il gol sprecato al 62’, poteva costare caro. Per sua fortuna la squadra porta a casa i tre punti che tengono ancora viva una fiammella di speranza per la salvezza. Deve essere più lucido nel futuro per poter fare il salto di qualità che ci si aspetta da un giocatore della sua esperienza.

Barrientos 6 – Meno fantasia del solito ma maggiore concretezza, se ci si vuole salvare serve anche questo tipo di atteggiamento. Dal 82’ Fedato s.v.

Bergessio 7,5 – Il toro è il migliore dei suoi. Un gol e tante occasioni per chiudere il match ma fondamentalmente è l’anima di questo Catania che non vuole arrendersi ai numeri. Gioca col cuore e regala tre punti ai tifosi. Con un Bergessio così si può sperare.

Leto 6,5 – L’ex Panathinaikos realizza un gol che è un gioiello. Per tutto il primo tempo è tra i più pericolosi dei suoi. Pellegrini, ad inizio ripresa vede il Catania in difficoltà e lo toglie dai protagonisti. Dal 58’ Castro 6 – In campo per legare centrocampo e attacco e consentire al Catania di non allungarsi, senza troppo successo ma sfiora anche il gol.   

All.: Pellegrino 7 – Arriva la sua prima vittoria nel Catania e in Serie A. I suoi ragazzi scendono in campo con fame di punti e giocano una gara in perenne pressione.  Situazione disperata ma la distanza dalla salvezza si è ridotta a 6 punti.

 

SAMPDORIA

Fiorillo 7,5 – Nettamente il migliore in campo. Mihajlovic lo preferisce a Da Costa e vista la prestazione super non si capisce perché non l’abbia sempre fatto. Decisivo in almeno cinque occasioni con parate stratosferiche. Viene battuto da due prodezze.

Fornasier 6 – Dalla sua parte si aggira Barrientos che non è proprio un buon cliente ma se la cava con qualche affanno.

Mustafi 5 – Non da seguito alla bella prestazione contro l’Inter. Non regge il confronto con Bergessio e si fa sorprendere da Leto.  

Regini 5 – Crolla, come centrale difensivo non da molte garanzie. La Sampdoria non ha molti cambi, altrimenti Mihajlovic lo avrebbe tirato fuori.

Costa 5,5 – Dopo essere stato ammonito dalla panchina settimana scorsa per il battibecco con Icardi, riesce nella poco invidiabile impresa di farsi ammonire a gara finita.  

Bjarnason 5,5 – Ha una grandissima occasione che spreca malamente e subito dopo il Catania passa in vantaggio. Non demerita ma non può raggiungere la sufficienza. Dal 78’ Maxi Lopez 5 – Accolto dai sonori fischi dei tifosi del Catania chiude peggio una settimana iniziata male. 

Salamon 5 –  Lanciato dal primo minuto in mezzo al campo per sostituire Palombo e fungere da frangiflutti, ma visti i risultati non è stata proprio la sua migliore gara. Lento e spesso impacciato non riesce a dare un contributo valido alla squdra. Dal 66’ Krsticic 6 – Entra per dare maggiore vivacità alla squadra e un po’ ci riesce. 

Renan 5,5 – Non incide, dalla sua parte il Catania spinge maggiormente e lui non riesce ad arginare le falle della squadra. 

Wszolek 5,5 – Nei progetti di Mihajilovic doveva essere il volante della Sampdoria invece non riesce mai a cambiare passo e dare quel qualcosa in più che cercava il tecnico slavo. Dal 88’ Rodriguez – s.v.

Okaka 7 – Dopo un primo tempo sottotono si rifà nella ripresa con una rete leggendaria. Un gol che non può passare inosservato e prevale su tutto il resto del match comunque combattuto. 

Sansone 6 – Non trova quasi mai il guizzo vincente per essere decisive o quantomeno pericoloso.  

All.: Mihajlovic 5,5 – I suoi soffrono nel primo tempo per la vivacità del Catania. La strigliata negli spogliatoi deve essere stata recepita dai giocatori che nel secondo tempo mostrano un’altra faccia ma non è sufficiente per poter girare un match contro un avversario più affamato. Poi le assenze e le scelte hanno fatto il resto.

 

Arbitro: Tommasi 6 – Impeccabile al 33’ del primo tempo quando non casca nel tranello di Bergessio che simula in maniera evidente e giustamente lo ammonisce. Il resto della gara, seppur molto vivace, scivola via e deve solo intervenire nel finale con i cartellini anche per calmare gli animi. 

TABELLINO

 

CATANIA -SAMPDORIA 2-1

Catania (4-3-3): Andujar; Peruzzi (Dal 73’ Legrottaglie), Gyomber, Spolli, Monzon; Izco, Lodi, Plasil; Barrientos (Dal 82’ Fedato), Bergessio, Leto (Dal 58’ Castro). All.: Pellegrino.

Sampdoria (4-3-3): Fiorillo; Fornasier, Mustafi, Regini, Costa; Bjarnason (Dal 76’ Maxi Lopez), Salamon (Dal 66’ Krsticic), Renan; Wszolek (Dal 88’ Rodriguez), Okaka, Sansone. All.: Mihajlovic.

Arbitro: Tommasi

Marcatori: 44’ Leto (C), 60’ Okaka (S), 62’ Bergessio (C) 

Ammoniti: 33’ Bergessio (C), 41’ Spolli (C), 78’ Mustafi (S), 90’ Costa (S) 

Espulsi: -

 




Commenta con Facebook