• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-CAGLIARI

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-CAGLIARI

Bene Antonelli, male Motta e Bertolacci. Pericolosi Sau ed Ibarbo, impalpabile Eriksson.


Sau (Getty Images)
Valerio Sesti

19/04/2014 17:19

 

PAGELLE E TABELLINO GENOA-CAGLIARI / GENOVA – Antonelli è il migliore dei Grifoni. Bene Gilardino, spenti Motta e Bertolacci. Male la difesa genoana. Il Cagliari ottiene tre punti decisivi per la salvezza. Sugli scudi Sau ed Ibarbo. Inesistente Eriksson, solido Astori.

GENOA

 

Perin 6 – Nella prima frazione non può nulla sulle due reti del Cagliari. Un paio di buoni interventi, per il resto ordinaria amministrazione.

De Maio 5,5 – Dopo pochi minuti è il più lesto di tutto in area di rigore siglando l'1-0 per i padroni di casa. Ha di fronte un cliente scomodissimo come Ibarbo. Due nei nel corso della gara: le indecisioni in occasione dei due gol del Cagliari. Croce e delizia.

Burdisso 5,5 – Non corre rischi per tutta la gara fino all'indecisione finale con il collega De Maio che costa la sconfitta ai suoi.

Marchese 6 – Solido in fase difensiva, non disdegna qualche buon lancio per i compagni di squadra.

Motta 5 – Sembra partire bene, ma poi sparisce per tutta la gara. Poco cercato dai compagni, che preferiscono giocare sulla fascia sinistra, ma anche lui si fa trovare raramente smarcato.

Sturaro 5,5 – Grande sostanza come sempre in mezzo al campo. Combina un pasticcio in concorso con il compagno di squadra De Maio per il momentaneo pareggio di Sau. Timido nella creazione del gioco.

Bertolacci 5,5 – Gasperini gli affida le chiavi del centrocampo. Lui tenta di prendere per mano la squadra, ma non sempre è preciso negli appoggi. Poco propositivo. Dall'81' De Ceglie s.v.

Antonelli 6,5 – Dalla sua fascia partono quasi tutti i pericoli dei padroni di casa. Ottimo in fase offensiva, buona anche la copertura difensiva.

Konate 5,5 – Svaria su tutto il fronte, ma è poco servito dai compagni. Tocca pochi palloni e non riesce ad incidere nella gara. Dal 56' Cofie 5,5 – Entra timido in gara. Non è incisivo come vorrebbe il suo allenatore.

Gilardino 6 – Lotta come un leone da vero capitano tra i due difensori centrali del Cagliari. Ha un'unica grande occasione a metà primo tempo, ma Astori salva sulla linea la sua conclusione. Poco assistito dai compagni.

Sculli 5,5 – Lottatore navigato, sempre pronto ad aiutare in fase difensiva. In avanti crea poco e niente. Dal 66' Fetfatzidis 5,5 – Prova a dare la scossa ai compagni con le sue accelerazioni, ma negli ultimi trenta metri non sempre è lucido nell'ultimo passaggio.

All. Gasperini 5,5 - Il suo Genoa inizia il match con grande personalità e trova subito la rete. Grande aggressività in mezzo al campo e buone trame offensive. In difesa troppi errori che stanno costando tanti punti. Quarta sconfitta consecutiva per i suoi.

 

CAGLIARI

 

Avramov 6,5 – Gran parata sul tiro di Antonelli nella stessa azione del gol di De Maio. Non può nulla sulla rete dei padroni di casa. Nel primo tempo concentrato in un paio di interventi e nelle uscite. Dà sicurezza ai suoi anche nella ripresa.

Pisano 6 – Soffre ad inizio match la spinta di Antonelli. Cresce con il passato dei minuti offrendo solidità difensiva e una buona spinta sulla fascia. Esce in barella ad inizio secondo tempo a causa di uno sfortunato scontro di gioco. Dal 50' Perico 6 – Entra con il piglio giusto in gara. Partita sufficiente e nessuna sbavatura.

Rossettini 5,5 – Soffre la fisicità e l'esperienza di Gilardino con cui lotta per tutto il match.

Astori 6,5 – A metà primo tempo salva sulla linea il possibile 2-0 del Genoa. Per il resto attento a concedere poco e nulla agli avanti locali.

Avelar 5 – In ombra per tutta la partita. Morbido difensivamente, nullo in fase offensiva.

Dessena 5,5 – Grinta da vendere e fisicità a centrocampo. Poco preciso, però, in appoggi semplici.

Conti 5,5 – Da lui passano tutti i palloni della sua squadra. Il capitano dei sardi mette in campo grande grinta, ma non sempre è lucido in fase di impostazione.

Eriksson 5 – Un fantasma per tutta la gara. Non entra mai nel vivo della partita. Evanescente.

Ibraimi 5,5 – Tenta prima largo sulla fascia, poi dietro le due punte di trovare lo spazio giusto per fornire l'ultimo passaggio per i compagni di squadra. Non sempre trova la posizione giusta e palloni giocabili.

Sau 7 – La sua rapidità crea non pochi problemi alla retroguardia genoana. È il più furbo quando si incunea tra le maglie dei padroni di casa trovando un bel gol a fine primo tempo. Dalla sua caparbietà nasce il gol decisivo del collega Ibarbo. Dall'85' Nene s.v.

Ibarbo 6,5 – Con la sua imprevedibilità tiene sempre in allarme la difesa dei padroni di casa. Alcune volte in difficoltà per la ruvidità dei difensori genoani. Segna il gol decisivo da tre punti con un grande tiro al volo.

All. Pulga 6,5 – Il suo Cagliari è timido nei primi minuti anche perché colpito a freddo dalla rete di De Maio. Con il passare dei minuti la squadra guadagna terreno e sigla il meritato pareggio. Tre punti fondamentali: la salvezza è conquistata.

Arbitro: Celi 5 – Subito partita complicata per il fischietto di Bari. Dubbi sul primo gol del Genoa per una sospetta posizione di Gilardino che si lancia verso il pallone non toccandolo, ma probabilmente partecipando all'azione prima della rete di De Maio. Lascia correre, nel primo tempo, un paio di interventi a metà campo sanzionabili con il fallo. Nella seconda parte di match dirige senza particolari problemi. Coadiuvato bene dagli assistenti di gara.

 

TABELLINO

 

GENOA-CAGLIARI 1-2

 

Genoa (3-4-3): Perin; De Maio, Burdisso, Marchese; Motta, Sturaro, Bertolacci (dall'81' De Ceglie), Antonelli; Konate (dal 56' Cofie), Gilardino, Sculli (dal 66' Fetfatzidis). All. Gasperini.

Cagliari (4-3-3): Avramov; Pisano (dal 50' Perico), Rossettini, Astori, Avelar; Dessena, Conti, Eriksson; Ibraimi, Sau (dall'85' Nene), Ibarbo. All. Pulga.

Arbitro: Celi di Bari.

Marcatori: 3' De Maio (G), 37' Sau (C), 82' Ibarbo (C).

Ammoniti: 4' Avramov (C), 7' Sturaro (G), 58' Avelar (C), 90' Dessena (C), 90'+3 Ibarbo (C).

Espulsi: -

 




Commenta con Facebook