• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-LIVORNO

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-LIVORNO

Balotelli e Taarabt trascinano i rossoneri, sempre piu' rivitalizzati da Seedorf. Amaranto traditi da Paulinho e Greco


Balotelli e Taarabt trascinano il Milan (Getty Images)
Stefano Carnevali

19/04/2014 16:51

PAGELLE TABELLINO MILAN-LIVORNO / MILANO - Balotelli e Taarabt trascinano il Milan che, dopo qualche difficoltà iniziale, si esalta. Tra i rossoneri sottotono Kakà. Deludono anche Robinho e Abate. Seedorf ha rianimato il diavolo. Il Livorno è tradito da Paulinho e Greco. Male anche la difesa che, dopo il gol di Balotelli, sbanda pericolosamente. Si salvano solo Piccini e Duncan

 

MILAN

Abbiati 6 - Pochi interventi di rilievo. Sempre sicuro. 

Abate 5,5 - Spinta costante, ma anche un po' troppa ricerca della soluzione personale. Rischia non poco con una vistosa trattenuta su Mesbah, dopo aver scelto malissimo la traiettoria della corsa. Seconda parte di gara più tranquilla, ma le poche iniziative ficcanti del Livorno arrivano sempre sulla sua corsia. 

Mexes 6 - Buon primo tempo: nonstante conceda parecchio alla velocità delle punte avversarie, usa esperienza e mestiere per cavarsela sempre bene. 

Rami 6 - Deve stare attento alla velocità delle ripartenze amaranto e non è sempre facile. Colpisce una traversa clamorosa al 13'. Difensivamente cresce con il passare dei minuti.

Constant 6,5 - Gioca un bell'avvio di gara, in cui non disdegna un costante appoggio in avanti. Deve lottare sul serio con il sorprende Piccini. Non sempre ha la meglio, ma dal suo piede nascono le occasioni migliori nel finale di tempo. Pregevole assist per il gol di Balotelli.

De Jong 6,5 - Comincia molto bene, con tanti palloni recuperati e una notevole 'presenza' in mezzo al campo. Spesso si trova isolato, con un Milan molto sbilanciato. Il suo senso tattico è sempre prezioso. Ammonito, salterà Roma-Milan. Dal 66' Muntari 6 - Si piazza in mezzo al campo, aiutando il Milan ad amministrare il doppio vantaggio. 

Montolivo 6,5 - Pomeriggio che comincia con notevole difficoltà: non trova mai la posizione giusta per incidere e, spesso, abbandona troppo De Jong al suo destino. Migliora moltissimo dopo il gol di Balotelli. 

Taarabt 7,5 - Sempre pericoloso. Rispetto alle ultime uscite, però, è un po' meno 'verticale': il Livorno lascia poco spazio e lui fa un po' più di fatica.  E' comunque una delle più proficue fonti di gioco per il Milan e non disdegna nemmeno le rincorse sul protatore di palla avversario. Pregevoli alcuni suoi assist. Chiude la partita con un gol che scaturisce da un suo grande controllo. Nel secondo tempo si esalta nell'uno contro uno. 

Kakà 5,5 - Comincia sottotono: poco brillante, si fa anticipare spesso e volentieri. Sempre coinvolto nel gioco rossonero, denota però una mancanza di precisione inquietante. Non una novità, di recente. Migliora con il passare dei minuti: dopo un bell'assist per Constant, al 30' va vicino al gol. Tanta fatica dal punto di vista fisico anche nel 'morbido' secondo tempo. Dal 73' Pazzini 6 - Tanta fame di gol ma anche poche occasioni e poca precisione per cercare di soddisfarla. Poi ci pensa Balotelli a mandarlo in porta. 

Robinho 5,5 - Torna titolare dopo la gara di Udine dell'8 marzo. E' il meno positivo del terzetto di trequartisti rossonero: fisicamente concede troppo ai difensori avversari, sia nello scatto che nel contrasto. Nel primo tempo è comunque il milanista che ha le occasioni migliori, solo che le spreca tutte e spesso colpevolmente. Meglio nel secondo tempo, quando il più però è stato fatto (da altri). Dall'82' Saponara SV -.

Balotelli 7,5 - Ha un problema muscolare nel pre-partita. Forse anche per quello, appare a lungo molto 'pesante' e poco brillante. Porta in vantaggio il Milan con un bel colpo di testa e, successivamente, si diverte un po' di più. In certe fasi, da solo, impegna l'intera difesa toscana. Manda in gol anche Pazzini con progressione centrale e assist al bacio. 

All: Seedorf 7 - Il Milan non è molto brillante: macchinoso, fatica a trovare spazi utili e, spesso, si espone al contropiede del Livorno. Non appena la pressione sale, però, i rossoneri mettono alle corde gli ospiti e trovano il gol. Successivamente, la partita è giocata e amministrata con buona personalità. Si dica qullo che si vuole sul suo futuro, ma ha cambiato il Milan. Il pubblico gli dedica cori meritati. 

 

LIVORNO

Bardi 6 - Salvato dalla traversa sul colpo di testa di Rami, cha lo ha sorpreso non poco, si riscatta con una serie di uscite molto pronte. Nulla può sul gol di Balotelli. Fa quello che può nella ripresa, per limitare i danni. 

Valentini 5,5 - In costante raddoopio ora su Kakà, ora su Robinho. Gioca un buon primo tempo, anche se latita in occasione del gol rossonero. Nella ripresa sbanda pericolosamente. 

Rinaudo 6 - Sovrastato da Rami, in occasione della traversa colpita dal francese al 13', non piace per l'atteggiamento troppo irruento che ha. Bucato anche in occasione del gol di Balotelli. Un paio di interventi determinanti nel secondo tempo evitano il tracollo. 

Castellini 5 - Ha un buon passo, per cui riesce spesso a compiere chiusure importanti. Latita sul gol di Balotelli. Affonda nella ripresa. 

Mesbah 6 - Buon passo. Ha spesso la meglio su Abate, soprattutto in fase di spinta. Via via, però, si spegne. Dal 57' Siligardi 5,5 - Si posiziona dalle parti di Constant, cercando di allargare il gioco per sorprendere il Milan. Poco incisivo. 

Piccini 6,5 - Posizione interessante: 'pendolo' tra difesa e centrocampo sulla destra. Ha tanta corsa e fa bene anche la fase di spinta. Gli manca un pizzico di qualità per essere davvero incisivo negli ultimi 20 metri, ma è sempre nel vivo dell'azione. Ingaggia un bel duello con Constant, ma se lo perde in occasione dell'assist a Balotelli per l'1-0 Milan. L'ultimo ad arrendersi anche nella ripresa. 

Benassi 5 - Si vede proprio poco e, nelle rare volte in cui si attiva, sbaglia in modo piuttosto evidente. Dall'82' Belfodil SV -.

Duncan 6 - Tanta corsa, tanto filtro. Pecca un po' in fase di costruzione (per la qualità delle giocate), ma è sempre prezioso nel tenere la squadra corta. Nella ripresa è decisamente più in difficoltà.

Greco 5 - Deludente. Parte largo, per poi infilarsi dietro il centrocampo rossonero. In realtà si accende poco e male. 

Emeghara 5,5 - Con la sua velocità crea qualche grattacapo al Milan che si sbilancia spesso. A conti fatti, però, raccoglie poco. Cala notevolmente nel secondo tempo. Dal 72' Mosquera  5,5 - Entra per ridare un po' di equilibrio al Livorno. Missione non del tutto compiuta. 

Paulinho 5 - Primo tempo fortemente negativo. Corpo estraneo alla squadra, ha anche un paio di occasioni per calciare verso la porta di Abbiati ma rimedia solo brutte figure. Non migliora nemmeno nella ripresa. 

All: Di Carlo 5,5 - Partita preparata con grande coscienziosità: il Livorno gioca con un 'falso' 4-4-2 in cui, persa palla, Piccini o Mesbah si abbassano tantissimo rendendo la difesa a 5 o più. L'idea è intasare gli spazi per poi ripartire. Dopo il gol di Balotelli, però, il Livorno scompare. 

 

Arbitro: Irrati 5,5 - Vede bene al 19': Piccini va giù in area tra Mexes e De Jong, ma per l'esterno amaranto c'è solo uno scivolone. Nessun dubbio sul 'mani' di Castellini chiesto dal Milan: è un colpo di testa. Niente rigore nemmeno per il fallo di Abate su Mesbah: la trattenuta avviene abbondantemente fuori dall'area. Qualche dubbio solo per il colore del cartellino comminato al terzino rossonero: Abate è ultimo uomo, ma il fallo avviene in posizione molto decentrata. Dubbi anche al 37': Mesbah sembra trascinare a terra Robinho, ma secondo Irrati il fallo è del brasiliano. Perplessità per il primo gol del Milan: forse Balotelli spinge il proprio marcatore (Castellini). Secondo tempo agevole. 

 

MILAN-LIVORNO 3-0

MILAN (4-2-3-1): Abbiati; Abate, Rami, Mexes, Constant; De Jong (66' Muntari), Montolivo; Taarabt, Kakà (73' Pazzini), Robinho (82' Saponara); Balotelli. All: Seedorf

LIVORNO (4-4-2): Bardi; Valentini, Rinaudo, Castellini, Mesbah (57' Siligardi); Piccini, Benassi (82' Belfodil), Duncan, Greco; Emeghara (72' Mosquera), Paulinho. All: Di Carlo

Arbitro: Irrati

Marcatori: 43' Balotelli, 51' Taarabt, 86' Pazzini

Ammoniti: 21' Duncan, 32' Rinaudo (L); 24' De Jong, 33' Abate, 71' Rami (M)

Espulsi




Commenta con Facebook