• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-INTER

Rolando e Guarin regalano il successo ai nerazzurri. Male Paletta tra i ducali, Cassano fallisce un rigore


Rolando e Biabiany(Getty Images)
Giorgio Elia

19/04/2014 16:50

PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-INTER / PARMA - Allo stadio 'Tardini' l'Inter supera per 2-0 il Parma nel match valido per la trentaquattresima giornata di campionato. Un colpo di testa di Rolando e una grande conclusione di Guarin decidono l'incontro in favore della formazione di Mazzarri. Pesanti come un macigno per la compagine di Donadoni l'errore dal dischetto di Cassano e l'espulsione in avvio di ripresa di Paletta.

PARMA

Mirante 6,5 - Compie almeno tre interventi importanti, incolpevole sulle reti subite. 

Cassani 6 - Buona prova dell'ex esterno del Palermo, sempre molto attento e puntuale nelle sue chiusure. 

Paletta 4,5 - Già ammonito commette un fallo da dietro su Palacio rimediando così il secondo giallo e la conseguente espulsione, lasciando così la sua squadra in dieci in avvio di ripresa. Una ingenuità che costa anche il conseguente vantaggio firmato Rolando. 

Lucarelli 6,5 - Un paio di  disattenzioni per lui inusuali portano Icardi davanti a Mirante, riuscendo comunque a riprendersi nel corso dell'incontro sempre con la sua prontezza di intervento e senso della posizione. Sfortunato in occasione della traversa colpita in area nerazzurra ad Handanovic battuto. 

Molinaro 5 - Alterna buone giocate ad altre meno convincenti nel duello con D'Ambrosio, riuscendo comunque a proporsi anche in avanti con discreti risultati. Perde Rolando sul gol nerazzurro. Dal 63's.t. Schelotto s.v. - Costretto ad uscire per infortunio, la sua partita dura appena dieci minuti. Dal 73's.t. Amauri s.v.

Gargano 5,5 - L'uruguaiano spesso eccede in irruenza commettendo alcuni falli evitabili, intento soprattutto nel coprire la propria linea difensiva. 

Marchionni 6,5 - Si sdoppia lavorando con precisione da vertice basso del centrocampo nel dettare le giuste geometrie e tempi di gioco, sganciandosi in pressione su Cambiasso per cercare di limitare l'azione dell'argentino. 

Parolo 6 - Si guadagna il rigore poi fallito da Cassano, tornando sempre utile alla squadra sia nel recupero della sfera di gioco che nello sviluppo della manovra di gioco con i suoi tagli alle spalle dei difensori avversari. 

Biabiany 5,5 - Non riesce ad accendere il turbo e a regalare il cambio di passo alla manovra della squadra, spesso raddoppiato nella marcatura. 

Cassano 5,5 - Handanovic diventa il suo incubo nel pomeriggio del Tardini, con l'estremo difensore che gli nega la gioia del gol prima neutralizzando un suo colpo di testa e recingendo pii il suo tiro dagli undici metri. 

Palladino 5 - Un paio di tentativi sbilenchi e tanta corsa a vuoto ben limitato dai centrali nerazzurri. Dal 50's.t. Felipe 6 - Decisiva la sua chiusura dopo la sponda di Hernanes per Nagatomo, spreca una ghiotta occasione per il pari in area di rigore nerazzurra. 

Allenatore Donadoni 6 - Sotto di un gol e di un uomo la sua squadra non si disunisce, rimanendo in partita fino al termine della stessa. 

INTER

Handanovic 7 - Dopo aver ipnotizzato Maxi Lopez si ripete con Cassano respingendo il calcio di rigore del barese, mostrandosi ancora una volta determinate per la sua squadra. 

Campagnaro 6 - Un rientro positivo il suo con un paio di diagonali difensive importanti ed efficaci. 

Samuel 5 - Parte male rimediando un giallo ingenuo per un fallo su Cassano di spalle alla porta, commettendo poi il fallo da rigore su Parolo. 

Rolando 6,5 - Sempre molto attento conferma la sua crescita anche da centrale di sinistra, regalando il vantaggio alla sua squadra con u perfetto colpo di testa. 

D'Ambrosio 5 - Eccede nella ricerca della giocata personale sprecando alcune ripartenze della sua squadra, portando all'errore di Samuel in occasione del fallo da rigore su Parolo con un errato disimpegno. Dal 59's.t. Zanetti 6 - Aiuta la squadra in fase di copertura, offrendo un contributo migliore di quello di D'Ambrosio. 

Hernanes 6,5 - Pericoloso con le sue esecuzioni da palla inattiva, i suoi cambi di passo riescono sempre a scaturire dei pericoli per la difesa ducale. Dal 87's.t. Guarin 6,5 - Entra e chiude la partita con una gran conclusione trasformando in oro il primo pallone da lui toccato. 

Cambiasso 7 - Non solo la mente del centrocampo nerazzurro ma anche pericoloso e utile per la sua squadra in avanti, con Mirante e la mala sorte a dirgli no con il palo colpito a estremo difensore battuto.

Kovacic 6 - Si sacrifica molto con diversi recuperi difensivi importanti per la squadra grazie alla sua dinamicità, accendendosi solo a tratti nella costruzione della manovra di gioco nerazzurra.

Nagatomo 6,5 - Costretto spesso alla difensiva dalla presenza sulla sua stessa linea di Biabiany, non sfigura nel confronto con l'ex di turno.

Palacio 6,5 - Si vede chiudere in faccia la porta da Mirante dopo una gran conclusione di prima intenzione, abbassando spesso la sua posizione in costante movimento alla ricerca di palloni giocabili e per garantire gli inserimenti dei suoi compagni di centrocampo. Provoca l'espulsione di Paletta conquistando la punizione che porta alla rete di Rolando.

Icardi 5,5 - Sfiora il vantaggio nerazzurro con un gran colpo di testa che va di poco a lato alla sinistra di Mirante, fallendo poi malamente un occasione a tu per tu con l'estremo difensore ducale. Dal 81's.t. Botta s.v.

Allenatore Mazzari 6,5 - La sua squadra vince ancora dovendo comunque ringraziare Handanovic ancora una volta formato Superman. Limite da trovare nell'incapacità di chiudere la partita in superiorità numerica.

Arbitro Rocchi 6,5 - Giusto non assegnare il rigore al Parma per i contatto tra Rolando e Lucarelli, rimandando la decisione al successivo fallo di Samuel su Parolo. Corretta la gestione dei cartellini con il doppio giallo a Paletta. 

TABELLINO

PARMA-INTER  0-2

PARMA (4-3-3): Mirante; Cassani, Paletta, Lucarelli, Molinaro(Schelotto 63's.t(Amauri 73's.t.).); Gargano, Marchionni, Parolo; Biabiany, Cassano, Palladin(Felipe 50ì's.t.)o. A disp.: Pavarini, Bajza, Rossini, Gobbi, Acquah, Munari, Mauri, Obi, Cerri. Allenatore: Roberto Donadoni.

INTER (3-5-2): Handanovic; Campagnaro, Samuel, Rolando; D'Ambrosio(Zanetti 59's.t.), Hernanes(Guarin 87's.t.), Cambiasso, Kovacic, Nagatomo; Palacio, Icardi(Botta 81's.t.). A disp.: Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Kuzmanovic, Taider, Milito. Allenatore: Walter Mazzarri.

Arbitro: Rocchi

Marcatori: Rolando(I) 49's.t., Guarin(I) 88's.t.

Ammoniti: Samuel(I), Lucarelli(P), Rolando(I), Hernanes(I)

Espulsi: Paletta(P)

 




Commenta con Facebook