• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > SPECIALE CM.IT - Tutti gli stadi del mondo: 'Marassi' e 'San Nicola'

SPECIALE CM.IT - Tutti gli stadi del mondo: 'Marassi' e 'San Nicola'

La rubrica di Calciomercato.it che vi porta a conoscere da vicino gli impianti calcistici piu' belli ed affascinanti


1 di 3
'Luigi Ferraris' (Getty Images)
'San Nicola' (Getty Images)
'Marassi' (Getty Images)
Jonathan Terreni

16/04/2014 15:00

SPECIALE STADI NEL MONDO / ROMA - "Fede è andare allo stadio quando puoi vedere la partita in televisione" diceva il grande Dino Risi. Perché lo stadio è passione. Lo stadio è aggregazione, gioie e sofferenze. E' quel luogo magico dove chi ama lo sport e il calcio viene ogni volta percorso da un brivido di emozione. 'Tutti gli stadi del mondo' è la rubrica di Calciomercato.it che vi porta alla scoperta degli impianti più belli, ripercorrendone la storia, le partite più affascinanti e le curiosità. In questo numero torniamo in Italia, alla scoperta del 'Luigi Ferraris' di Genova e del 'San Nicola' di Bari.

LA LANTERNA ROSSOBLUCERCHIATA

Nome: STADIO COMUNALE LUIGI FERRARIS

Indirizzo: Via Giovanni De Prà, 1 - Genova

Capienza: 36.599 spettatori

Dimensioni terreno: 105x68

Squadre: Genoa, Sampdoria

Proprietario: Genoa, Comune di Genova

Classe UEFA: -

Nel quartiere 'Marassi' (che non è la denominazione ufficiale) di Genova sorge uno degli stadi più belli e affascinanti d'Italia. Il 'Luigi Ferraris' (già 'Campo di via del Pino') fu inaugurato nel 1911, con la partita tra Genoa e Internazionale ed è lo stadio più antico del nostro Paese tuttora in uso. La sua linea estetica lo avvicina più di ogni altro ai modelli di stadio inglesi, con gli spalti a ridosso del campo. Il 10 luglio 1910 iniziarono i lavori di edificazione, quando l'allora presidente del Genoa, Edoardo Pasteur, accettò la proposta del marchese Musso Piantelli, socio della giovane compagine anglo-italiana, di costruire un campo da calcio all'interno del galoppatoio situato all'interno della residenza cinquecentesca tuttora esistente.

Il campo sportivo dei cugini dell'Andrea Doria era separato da uno steccato per il quale il Genoa riceveva 1.000 lire di indennizzo più 200 lire annuali per la manutenzione. I lavori per ingrandire lo stadio terminarono soltanto sul finire del 1932. Il primo gennaio 1933 venne inaugurato il nuovo stadio e intitolato a Luigi Ferraris, capitano della squadra rossoblu, caduto durante la prima guerra mondiale. Negli anni seguenti si passò dalla capienza iniziale di 20.000 spettatori a 30.000. In occasione del Mondiale di Italia '90 l'impianto fu, settore dopo settore, demolito e ricostruito su progetto dell'architetto Vittorio Gregotti ma i gravi ritardi nel terminare i lavori, furono molto criticati dalla dirigenza della Sampdoria, che in quegli anni stava partecipando alla maggiori competizioni europee.

L'adeguamento ai parametri UEFA, imposto per rendere possibile la partecipazione dei blucerchiati alla Coppa UEFA nella stagione 2005/2006, comportò la riduzione degli spalti a poco più di 38.000 unità, capienza che si ridusse ulteriormente per i preliminari di Champions League del 2010/2011. Con l'inizio della presidenza Garrone, la Sampdoria iniziò a maturare l'idea della costruzione di un nuovo stadio e nel 2007 si delineò un progetto finale da sviluppare nell'area della marina di Sestri Ponente, tuttora in fase di sviluppo. La possibilità di abbandonare il 'Ferraris' però ha creato molti contrasti tra le società e le tifoserie dei due club, decise a rivendicare i propri diritti e la propria storia sul glorioso 'Ferraris'.

DA RICORDARE -  Il 27 maggio del 1934 si disputò una partita del Mondiale italiano tra Spagna e Brasile terminata 3 a 1. Il record assoluto di spettatori si registrò invece in occasione dell'incontro Italia-Portogallo del 27 febbraio 1949, con più di 60.000 presenze. La Sampdoria festeggio nel suo stadio la Coppa Italia 1984/1985 e quella del 1993/1994, la Supercoppa italiana 1991 e la conquista matematica dello storico Scudetto 1990/1991. Il Genoa invece ha festeggiato al 'Ferraris' soltanto una Coppa delle Alpi (in finale contro il Grenoble), alcune coppe pionieristiche e alcuni trofei estivi, vincendo i suoi primi 6 titoli nazionali in altri impianti. Da ricordare la data del 28 aprile 2004 quando Roberto Baggio ha giocato nello stadio l'ultima partita con la Nazionale contro la Spagna (1-1). In occasione di Italia '90 'Marassi' ha ospitato: Costa-Rica-Scozia 1-0; Svezia-Scozia 1-2; Svezia-Costa Rica 1-2 e Irlanda-Romania 5-4 dcr (ottavi).

L'ASTRONAVE

Nome: SAN NICOLA

Indirizzo: Strada Torrebella, 70124 - BarI

Capienza: 58.270 spettatori

Dimensioni terreno: 105x68m

Squadre: Bari

Proprietario: Comune di Bari

Classe UEFA: Elite

Oggetto di molte critiche per i costi e per l'utilità, lo stadio 'San Nicola', intitolato al patrono della città di Bari, è il quarto impianto calcistico più grande d'Italia. Per permettere al capoluogo pugliese di avere la meglio sulla città di Lecce in occasione dell'ospitalità del Mondiale italiano del 1990 si optò per la costruzione di un nuovo impianto, in sostituzione del vecchio 'Stadio della Vittoria', non adatto ad ospitare una manifestazione di tale importanza.

La progettazione venne assegnata al famoso architetto genovese Renzo Piano (egli stesso diede al nuovo stadio il soprannome di astronave, per la sua inconfondibile forma estetica moderna). Il progetto originale, presentato nel 1986, prevedeva uno stadio da 45.000 posti tutti coperti, disposti su due anelli concentrici con quello inferiore all'interno di una collina artificiale creata appositamente. Quello superiore invece fu costruito dando l'impressione di essere sospeso nel vuoto con la peculiarità che ogni 'petalo' dista otto metri dall'altro per impedire anche il contatto tra tifoserie. Avveniristica fu l'idea di diffondere l'illuminazione lungo tutto il perimetro della copertura, cosa che permette al 'San Nicola' di essere l'unico stadio al mondo privo di ombre sul campo durante le partite in notturna.

Lo stadio venne inaugurato il 3 giugno 1990 con l' amichevole tra il Bari e il Milan, terminata 2-0. Il battesimo in campionato avvenne invece il 16 settembre 1990 con l'incontro Bari-Torino (2-1), valevole per la seconda giornata del campionato di Serie A 1990/1991. Nel 2007 lo stadio ha ricevuto i primi interventi di manutenzione straordinaria dalla sua costruzione tra cui la stesura di un nuovo manto erboso in bermudagrass e la sostituzione di molti teloni di copertura andati distrutti a causa del forte maestrale e che tutt'oggi rappresentano un grande problema.

DA RICORDARE - L'ottavo di finale tra Cecoslovacchia e Costarica (4-1) e la finale per il terzo posto tra Italia e Inghilterra (2-1) furono gli ultimi atti del Mondiale italiano del 1990, per un totale di cinque incontri disputati: Urss-Romania 0-2; Camerun-Romania 2-1; Camerun-Urss 0-4 (ultima partita della Nazionale Urss ad un mondiale); Cecoslovacchia-Costa Rica 4-1; Italia-Inghilterra 2-1. A quasi un anno dalla sua inaugurazione, il 29 maggio 1991, il 'San Nicola' fu teatro di un altro importante evento internazionale: la finale della Coppa dei Campioni 1990/1991, vinta ai rigori dalla Stella Rossa di Belgrado sull'Olympique Marsiglia.

L'11 novembre 1995 tornò a ospitare la Nazionale per le qualificazioni a Euro '96 con gli azzurri che sconfissero l'Ucraina per 3-1. Ha inoltre ospitato la partita tra Fiorentina e Hajduk Spalato, valevole per i trentaduesimi di finale della Coppa UEFA 1998/1999 e vinta dai viola 2-1 a causa della squalifica del 'Franchi'. Dal 2000 al 2004 l''astronave' ha ospitato il trofeo estivo Birra Moretti e dal 2010 al 2012 il Trofeo TIM. Il 18 dicembre 1999 i tifosi baresi ricordano con piacere un giovane e talentuoso Antonio Cassano a segno contro l'Inter (2-1), primo goal in Serie A e consacrazione con un gol bellissimo. Il primo aprile 2009 la Nazionale non andò oltre l'1-1 contro l'Irlanda mentre il 10 agosto 2011 si disputò l'amichevole degli azzurri contro la Spagna campion del Mondo (2-1). Nel 2006 la Juventus ha festeggiato il suo 29esimo Scudetto grazie alla vittoria contro la Reggina.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU EMIRATES E STAMFORD BRIDGE

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU MONUMENTAL E NIDO DI RONDINE

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU LOUIS II E PARCO DEI PRINCIPI

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU SIGNAL IDUNA PARK E VELTIS-ARENA

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU IBROX E CELTIC PARK

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU MESTALLA E VICENTE CALDERON

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU SAN PAOLO E JUVENTUS STADIUM

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU AMSTERDAM ARENA E DA LUZ

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU MARACANA' E BOMBONERA

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU ANFIELD ROAD E OLD TRAFFORD

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SU SAN SIRO E OLIMPICO

CLICCA QUI PER LEGGERE LO SPECIALE SUL SANTIAGO BERNABEU E IL CAMP NOU




Commenta con Facebook