• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Kovacic: "Ecco cosa mi manca. Con Mazzarri parlo sempre"

Inter, Kovacic: "Ecco cosa mi manca. Con Mazzarri parlo sempre"

Il centrocampista croato ha rilasciato un'interessante intervista


Mateo Kovacic (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

15/04/2014 17:36

INTER MATEO KOVACIC INTERVISTA / MILANO - Nel corso di un'intervista concessa ai microfoni di 'Sky Sport' il centrocampista dell'Inter Mateo Kovacic ha parlato del momento dei nerazzurri e del suo personale: "Qui mi trovo bene. Penso che il calcio italiano sia tanto difficile, non ci sono tanti spazi come in Inghilterra o Spagna, ma impari tante cose come la fase difensiva e la fase tattica che sono molto importanti, mi manca ancora fare gol, ma ho tempo".

FURBIZIA - "Mi manca credo anche un po' di furbizia, vedo l'uomo ma non vedo ancora bene la porta, ma parlo con il Mister e con i giocatori con esperienza per migliorare su questo aspetto. Lavoro sulla conclusione? Si, sto lavorando su tutto, anche sulla fase difensiva e su dove sto in campo quando la palla è a destra o a sinistra".

MAZZARRI - "Noi parliamo sempre da quando lui è arrivato, sia quando gioco meno che quando gioco di piu. Lui sa che con la palla sono bravo, ma che ho bisogno di capire come muovermi anche senza palla. Parliamo molto, anche della vita privata. Sono contento che lui sia qui e che io posso imparare ancora di più. Che cosa mi dice? Di stare tranquillo, soprattutto in questo periodo nel quale non ho giocato molto, di allenarmi bene. Adesso ho giocato con la Samp, ho fatto benino e continuo così".

LEADER - "Speriamo, il calcio italiano secondo me è molto difficile perché non ti puoi girare, non hai spazio. Sono ancora giovane, ho tanto da migliorare, ma si voglio diventare un leader dell'Inter".

MONDIALI - "Per noi è molto importante perché noi siamo un paese piccolo, abbiamo molti talenti, dobbiamo fare questo Mondiale bene e io posso solo imparare da questo. Quanto manca per vedere un Kovacic al cento per cento? Non mi piace parlare tanto di me stesso, voglio solo giocare, stare bene e fare bene. Non ho ancora 20 anni, magari a 22 anni puoi essere un bravo giocatore".

CONSACRAZIONE - "Io non penso tanto ai prossimi anni, io penso giorno dopo giorno".




Commenta con Facebook