• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > SPECIALE CM.IT: Europa League: Orgoglio Juventus. Un Valencia da sogno

SPECIALE CM.IT: Europa League: Orgoglio Juventus. Un Valencia da sogno

Rubrica di analisi, approfondimenti e curiosita' sul giovedi di coppa


Gioia Valencia (Getty Images)
Jonathan Terreni

11/04/2014 17:50

SPECIALE EUROPA LEAGUE / ROMA - Rubrica di Calciomercato.it che fa il punto sul giovedì di Europa League con risultati, statistiche e approfondimenti.

ORGOGLIO JUVENTUS - Che la Juventus tenesse particolarmente all'Europa League ormai era un dato di fatto. I bianconeri, complice anche la possibile finale allo 'Stadium', vogliono ripartire dalla vittoria della seconda competizione continentale per tornare grandi e questo potrebbe far bene a tutto il nostro calcio. Nei quarti la banda di Conte è partita alla grande contro il Lione, già battuto in Francia. Al ritorno, la solita perla di Pirlo su punizione sembrava il preludio ad una serata di puro divertimento poi però ecco le paure, quelle che i bianconeri dovranno togliersi di dosso per arrivare fino in fondo. Il gol, seppur casuale, dei francesi ha fatto scorrere un brivido sulla schiena e anche sugli spalti si è avvertita un'insolita preoccupazione. Sarebbe bastato un altro gol alla squadra di Garde: per questo che a Buffon e soci è venuto il 'braccino'. La rete, anch'essa fortunata di Marchisio ha poi fatto respirare a pieni polmoni e scacciato i fantasmi, in una partita che stava nascondendo insidie importanti. Adesso testa alla semifinale perchè col Benfica, che di esperienza qui ne ha da vendere, non sarà semplice. Tornare ad alzare un trofeo europeo però è un'occasione che nessuno vuole farsi sfuggire. Calma e concentrazione: le possibilità sono tante.

DAGLI ALTRI CAMPI - Splendido eroico Valencia. Gli spagnoli ribaltano lo 0-3 dell'andata contro il Basilea rifilando 5 reti tra tempi regolamentari ed extra time agli svizzeri, crollati alla distanza. Un super Alcacer ha trascinato un 'Mestalla' che ribolliva di gioia in una di quelle partite a cui ogni tifoso sogna di assistere. Ora, sulle ali di un ritrovato entusiasmo i 'pipistrelli' si (ri)candidano prepotentemente alla vittoria finale. Tonfo inaspettato del Porto che esce schiacciato 4-1 dal Siviglia, altra iberica da prendere con le molle, ricca di talento e velocità (decisive anche le parate di Beto). A nulla è servita la rete dell'andata per i lusitani e neanche la perla nel recupero di Quaresma. Adesso sarà derby spagnolo. Il Benfica, come detto fa paura, soprattutto davanti. Non c'è solo Rodrigo, che ieri ha regolato con la sua doppietta il modesto Az Alkmaar. Da tenere d'occhio i vari Salvio, Cardozo, Gaitan e Markovic. A Lisbona sarà una battaglia ma anche per Torino i lusitani dovranno passarci.

TOP 11 - Beto (Siviglia); Bacca (Siviglia), Garay (Benfica), Bernat (Valencia), Rakitic (Siviglia), Vitolo (Siviglia), Marchisio (Juventus), Salvio (Benfica); Alcacer (Valencia), Rodrigo (Benfica), Quaresma (Porto)

LO SAPEVATE CHE? - La Juventus è diventata la prima squadra italiana a raggiungere le semifinali di Europa League. Il Benfica (ancora imbattuto come la Juventus) detiene due record: quello del maggior numero di vittorie (24) e del maggior numero di gol segnati (66). Il Valencia è entrato nella storia diventando la prima squadra a recuperare uno svantaggio di tre gol all'andata nella fase a eliminazione diretta. Per la terza volta una squadra ha passato il turno dopo aver perso la prima gara. Nessuna squadra ha mai segnato almeno sei gol nei 1.020 incontri disputati nella competizione dalla fase a gironi alla finale. Il Siviglia è la squadra che ha disputato più partite in questo torneo ed è la quarta ad aver raggiunto le semifinali di Europa League dopo aver iniziato dal terzo turno di qualificazione.

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-LIONE




Commenta con Facebook