• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > VIDEO CM.IT - Roma-Atalanta, Garcia: "Triste parlare solo della manata di Destro. Totti..."

VIDEO CM.IT - Roma-Atalanta, Garcia: "Triste parlare solo della manata di Destro. Totti..."

Il tecnico giallorosso parla alla vigilia della sfida contro i nerazzurri


Rudi Garcia (Calciomercato.it)

11/04/2014 13:13

ROMA ATALANTA CONFERENZA GARCIA / ROMA - Alla vigilia di Roma-Atalanta, Rudi Garcia parla in conferenza stampa: Calciomercato.it vi riporta le dichiarazioni dell'allenatore giallorosso. 

TOTTI - "E' pronto. Lui aveva bisogno di allenarsi più forte degli altri e oggi va tutto bene per il capitano". 

CHAMPIONS LEAGUE - "A questo punto possono essere già due finali. Io ho un debole per il Bayern Monaco perché è la squadra più forte di tutte, ma il Real Madrid è una grande squadra. Per Chelsea-Atletico vedremo: saranno belle partite da seguire". 

RIVINCITA - "Non mi sono preso nessuna rivincita. L'unica cosa era lavorare molto, far giocare la squadra secondo la mia idea: mi sembra che abbiamo un'identità di gioco. Sono convinto che se giochiamo bene abbiamo più possiblità di vincere. Per questo ci sono vittorie inquietanti o sconfitte che danno una speranza di risultati immediati". 

DESTRO - "E' inutile parlare, mi sono già espresso. Ora ho una partita da preparare e non è il momento per parlare di questo. C'è un ricorso: Mattia comunque non poteva giocare domani e allora parliamo solo dell'Atalanta e per noi come sempre sarà la più importante per la stagione. Quest'anno abbiamo avuto tanti infortuni, ma mai hanno cambiato la squadra: questo succederà anche domani. Sono tranquillo, ho fiducia, motivato: il campionato non è finito ora e non lo sarà domani sera".

TANTE SQUALIFICHE - "Facciamo meno falli perché abbiamo di più la palla rispetto agli avversari. I miei calciatori non sono cattivi. A volte bisogna anche essere intelligenti sul campo: esistono i falli tattici e possono essere intelligenti. Per gli squalificati si tratta di una casualità, bisogna vedere i casi individuali ma per me non è tanto importante: quando c'è un'assenza entra un altro e va anche bene per il riposo del calciatore. Per questo non ho mai fatto caso ai diffidati, anche se è meglio avere un solo squalificato e non tre insieme. Abbiamo ancora tanta fame, dobbiamo giocare con entusiasmo, gioia e non perdere la voglia di vincere che accompagna la squadra dall'inizio della stagione". 

CAMPIONATO LEGALE - "L'ho detto anche mercoledì: non c'è nulla contro la Roma. Mi piace quando si parla di calcio: dopo la partita a Cagliari, con un giocatore che fa tre gol, sentire parlare solo di questo episodio (la manata di Destro, ndr) è triste".

SCUDETTO - "Dopo la partita col Cagliari ho sentito dire che eravamo a -5 e che la corsa allo scudetto era aperta e poi dopo la partita della Juve era chiusa: non è cosi, è ovvio che quando passano le partite e lo scarto non cambia è più difficile, ma possono cambiare le cose già da domani sera e sarà così ogni giornata; noi dobbiamo andare avanti a fare il nostro".

CODICE ETICO - "Alcune cose riguardano solo me e i calciatori, cose che dico solo nel mio ufficio. Alcune regole ci sono, poi decido io se succede qualcosa di meno normale. Il codice etico di Prandelli? Ognuno gestisce la squadra a suo modo. Auguro all'Italia di andare più avanti possibile nel Mondiale con più calciatori della Roma possibili". 



\r\n\r\n\r\n\r\n

Commenta con Facebook