• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > Europa League, SPECIALE CM.IT: Porto e Juventus le piu' titolate in corsa

Europa League, SPECIALE CM.IT: Porto e Juventus le piu' titolate in corsa

Ecco alcune particolarita' delle squadre coinvolte nella manifestazione continentale


Europa League (Getty Images)
Herve' Sacchi

10/04/2014 13:33

EUROPA LEAGUE SPECIALE JUVENTUS PORTO LE PIU' TITOLATE / ROMA - Chiuso il programma di Champions League, anche la sorella minore si accinge a dare i suoi verdetti. L'Europa League è l'obiettivo non solo della Juventus, ma anche di altre sette squadre che, stasera, proveranno a ribaltare o a sigillare le sentenze emesse otto giorni fa. In attesa del responso del campo andiamo a conoscere le società che ambiscono alla finale di Torino e a scoprire la storia recente e passata in questa manifestazione.

JUVENTUS: Non disputa una semifinale di coppa europea dalla stagione 2002-2003, l'anno della Champions persa poi a Manchester. Ha vinto l'Europa League (o meglio la ex Coppa Uefa) in tre occasioni (stagioni 1976-77, 1989-90 e 1992-93). La curiosità, che lascia buone sensazioni ai tifosi juventini, è che nell'anno del trionfo 1989-90, la finale si disputò contro la Fiorentina, già affrontata in questa edizione.

LIONE: I francesi hanno un solo trofeo europeo in bacheca, ovvero la coppa Intertoto vinta nel 1997. Il massimo piazzamento raggiunto nelle competizioni principali Uefa è la semifinale di Champions League, edizione 2009-2010. Attenzione al bilancio del Lione in casa delle italiane: l'OL, dei nove precedenti totali, ha vinto quattro match.

BENFICA: E' certamente una delle squadre più sfortunate degli ultimi anni. La finale dell'anno scorso e la semifinale della stagione 2010-11 meditano una vendetta sportiva. Non importa chi sia l'avversario, ma le 'Aguilas' faranno di tutto per vincere una manifestazione che mai le ha viste trionfare.

AZ ALKMAAR: E' lontana la stagione 1980-81, quando gli olandesi riuscirono ad arrivare almeno alla finale della Coppa Uefa. Fu tuttavia l'Ipswich Town ad avere la meglio. I brutti ricordi affiorano anche ripensando alla semifinale 2004-05, la cui esclusione venne sancita da un'altra squadra portoghese, lo Sporting Lisbona. Tuttavia, la formazione olandese vanta un record: rimase imbattuta in casa, in Coppa Uefa, per 27 anni, proprio dalla finale persa contro l'Ipswich fino alla stagione 2007-08, quando fu l'Everton a interrompere la striscia positiva.

SIVIGLIA: Il ricordo dei tifosi spagnoli, ogni volta che la squadra gioca in Europa League, va alle due edizioni conquistate tra il 2006 e il 2007. Solo una delle due portò poi alla conquista della Supercoppa Europea (ai danni del Barcellona). L'altra fu vinta dal Milan in una serata poco entusiasmante per via della prematura scomparsa di Antonio Puerta. Questa sera, la formazione andalusa dovrà necessariamente vincere - con due gol di scarto - per poter ottenere il pass per la semifinale.

PORTO: E' certamente la squadra portoghese più premiata degli ultimi anni. I Dragoes, nonostante una stagione qualitativamente inferiore a quelle passate, stanno comunque macinando strada in Europa League. L'obiettivo è tornare a trionfare dopo l'ultimo successo, datato 2010-11. Quello non fu il primo, considerando che il Porto - nel lotto di squadre in corsa - è una delle più titolate assieme alla Juventus, con due Champions League e due Coppe Uefa in bacheca.

VALENCIA: L'operazione 'remuntada' è davvero un'impresa ardua, anche perché il Basilea ha dimostrato fin qui grande determinazione anche contro avversari blasonati. Il 'Mestalla' avrà l'ultima parola. Certo, tre reti da rimontare sono tante. Il ricordo della finale vinta contro il Marsiglia nella stagione 2003-04 rischia di essere ancora l'ultima pagina nel capitolo successi. Sta alla formazione di Dukic tentare di scriverne una nuova.

BASILEA: E' una delle sorprese, ma fino a un certo punto perché i blaugrana elvetici hanno già centrato la semifinale nella passata edizione. Insomma, qualora riuscisse a salvarsi dall'esame Mestalla si potrebbe tranquillamente parlare di una conferma nel panorama internazionale. Questo è dunque l'obiettivo dei 16 volte Campioni di Svizzera, pronti a pensare davvero in grande.




Commenta con Facebook