• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Lione, Conte: "Ora non si parli piu' di turnover. Ho preservato Tevez"

Juventus-Lione, Conte: "Ora non si parli piu' di turnover. Ho preservato Tevez"

L'allenatore bianconero prepara la gara di ritorno dei quarti di Europa League


Antonio Conte (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

09/04/2014 13:22

JUVENTUS LIONE CONTE CONFERENZA STAMPA / VINOVO - Dopo la vittoria per 1 a 0 dell'andata al 'de Gerland' la Juventus tenterà domani sera di chiudere la pratica Lione e qualificarsi alle semifinali di Europa League. Nella consueta conferenza stampa della vigilia interviene l'allenatore bianconero, Antonio Conte.

"Siamo qui per parlare di ritorno dei quarti di finale di Europa League, quindi mi avvalgo del fatto per dirvi che oggi non esiste il campionato per me. Da sette anni nessuna italiana approda in semifinale, quindi vorremmo tagliare questo prestigioso traguardo".

VUCINIC - "Ha avuto un'annata tribolata per gli infortuni, ora è in crescendo e ha recuperato la condizione. Si tratta di fare scelte tecniche".

POGBA - "Da quando è arrivato da noi ha fatto passi da gigante. E' migliorato sotto ogni aspetto, ma sono convinto che possa e debba crescere ancora tantissimo. Non deve accontentarsi mai".

TURNOVER - "Non si tratta più di pensare alle rotazioni, ma di cercare di schierare la squadra migliore per passare il turno. Vedremo che risposte avrò dai calciatori e faremo le necessarie valutazioni, ma arrivati a questo punto non si parla più di turnover".

LIONE - "Abbiamo il vantaggio di avere come riferimento la gara d'andata. Cercheremo di evitare gli errori e di rinforzare i punti dove abbiamo fatto bene".

TEVEZ - "Penso che sia stato abbastanza preservato in quest'ultimo periodo sotto il profilo della condizione fisica. Ha a che fare con un problema al tendine e un affaticamento all'adduttore. Tutte le decisioni che prendo sono mie, ma spesso e volentieri mi piace confrontarmi coi giocatori e sentire cosa abbiano da dire".




Commenta con Facebook