• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Destro incontenibile, Hamsik impalpabile

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Destro incontenibile, Hamsik impalpabile

Top e Flop della 32a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Marek Hamsik (Getty Images)
Emiliano Forte

07/04/2014 07:40

PAGELLONE DESTRO HAMSIK / MILANO - Continua il momento magico di due giovani attaccanti che rincorrono il sogno mondiale come Destro e Immobile. Il primo con una tripletta da vero goleador rilancia le ambizioni scudetto della Roma, mentre il secondo con il gol numero 18 punta a diventare il re dei bomber in Serie A. Da Firenze arrivano ulteriori conferme dal talento in grande ascesa di Cuadrado, autentico trascinatore della squadra di Montella orfana di due campioni come Rossi e Gomez. Dopo la grande notte vissuta al 'San Paolo' la scorsa settimana nel big match contro la Juventus, delude il Napoli di Benitez: particolarmente negative le prove di Hamsik e Inler.

 

TOP

5.Immobile (Torino) – Rispetto alle gare precedenti ha meno occasioni per poter impensierire il portiere avversario. Ma di questi tempi il bomber granata è sempre in agguato: gli basta mezzo metro e in un lampo ti castiga. I gol in campionato sono 18 e il suo nome è sempre più presente nei pensieri di Prandelli. Cecchino. VOTO 7

4.Icardi (Inter) – Nel corso di questa travagliata stagione nerazzurra l'attaccante argentino spesso e volentieri ha tradito le attese ma, nella sfida di sabato sera contro il Bologna, ha fatto vedere di che pasta è fatto. Fisicità e movimento continuo in avanti, in più due reti da attaccante di razza. Sopraffino.  VOTO 7

3.Sansone (Sassuolo) - Se i neroverdi riescono a conquistare 3 punti sul campo dell'Atalanta gran parte del merito è suo. Lavora per i compagni lottando su ogni pallone e tenendo in apprensione la difesa avversaria. Sul finire del primo tempo trova la rete apriscatole con un bel diagonale sugli sviluppi di un calcio d'angolo, poi chiude i conti nella ripresa con una punizione beffarda a metà strada tra un cross e un tiro che sorprende tutti compreso Consigli. Arrembante. VOTO 7,5

2.Cuadrado (Fiorentina) - L'esterno colombiano non dà punti di riferimento e semina il panico nella metà campo friulana. Ha decisamente un altro passo rispetto agli avversari che annaspano quando parte in velocità. Protagonista assoluto, prima firma l'1-0 poi guadagna il rigore del raddoppio. Nel finale sfiora la doppietta personale colpendo una traversa. In una parola: inarrestabile.  VOTO 7,5

1.Destro ( Roma) - In un match dove i giallorossi agiscono soprattutto di rimessa rimane paziente in attesa di colpire alla prima occasione buona. Ci riesce per ben tre volte dando l'impressione che ai compagni basta lanciare la palla in avanti che poi ci pensa lui. La sua straordinaria media gol sta spingendo se stesso e la Roma sempre più in alto e il Mondiale brasiliano è praticamente ad un passo. Castigatore. VOTO 7,5

 

 

FLOP

5.Danilo (Udinese) – Le sue sventure finiscono per incidere inesorabilmente sul risultato finale. Prima devia il tiro dalla distanza di Cuadrado vanificando il tentativo di parata di Scuffet, poi nell'azione del calcio di rigore concesso ai viola è lui ad entrare in contatto con il numero 11 della Fiorentina. Sventurato. VOTO 5

4.Inler (Napoli) – Il centrocampista svizzero si deprime con la stessa facilità con la quale si esalta nelle serate vittoriose del Napoli. Capita troppo spesso che quando la squadra non gira lui è uno dei primi a piombare nell'anonimato. E pensare che dovrebbe essere lui a far girare la squadra. Incompiuto. VOTO 4,5

3.Biglia (Lazio) - Svagato e a corto di idee  praticamente per tutta la gara che conclude azitempo per via di un secondo giallo che poteva tranquillamente risparmiarsi. Punto debole. VOTO 4,5

2.Alvarez (Inter) – Un corpo estraneo nell'11 mandato in campo da Mazzarri; mai uno spunto degno di nota o un dribblig dei suoi. Rimane in disparte sia quando le cose vanno bene sia quando si coplicano come nel finale. Apatico. VOTO 4,5

1.Hamsik (Napoli) – Nelle ultime apparizioni aveva dato segni di risveglio tanto da far pensare ad un finale di campionato in cui lo slovacco avrebbe potuto recitare un ruolo di spicco nel gioco di Benitez. Invece nella serata di Parma il capitano azzurro è ripiombato nel grigiore che lo ha avvolto per gran parte della stagione. Nessun lampo ad illuminare la sua serata che si conclude con l'uscita anticipata dal campo per far posto a Pandev. Malinconico. VOTO 4,5




Commenta con Facebook