• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-VERONA

Agazzi il migliore, Toni decisivo con un gol da attaccante vero


Andrea Mandorlini (Getty Images)
Luca Mershed

05/04/2014 20:07

PAGELLE E TABELLINO CHIEVO-VERONA/VERONA – Il derby di Verona è macchiato dalle proteste dei tifosi che lasciano lo stadio praticamente vuoto. Toni ed Iturbe sono i migliori dell’Hellas anche se trovano davanti a sé un ottimo Agazzi. È da dimenticare la partita di Marquinho che non incide. Per il Chievo, in ombra la prestazione di Paloschi ed Hetemaj. Obinna e Radovanovic, invece, provano a dar velocità e qualità.

CHIEVO

Agazzi 7 – Salva il risultato al ventisettesimo su un colpo di testa insidioso di Toni. Rischia di prendere una rete su un tiro spettacolare di Halfredsson, anche se al al quarantaseiesimo mette una pezza su Iturbe, ed al quinto su Romulo. Il migliore del match.

Frey 6,5 – Partita solida marca molto bene Iturbe e Marquinho. Recupera una quantità notevole di palloni. Sul finale della partita salva un’azione da gol.

Dainelli 5,5 – Non molto attento su Toni: perde la marcatura e gli concede lo spazio sufficiente per girarsi.

Cesar 6 – Molto propositivo in fase offensiva. In difesa dimostra di non essere molto attento sugli attaccanti avversari.

Dramé 6 – Bene in copertura anche se a volte non contiene lo scatenato Iturbe. Dal 45’ Sardo 6 – Subentra all’infortunato Dramé ma non cambia le sorti della partita nonostante ci provi costantemente con tentativi dalla distanza.

Radovanovic 6,5 – È attivo sulla fascia destra: spinge senza sosta e torna in copertura senza troppa fatica.

Rigoni 6,5 – Molto elegante dimostra guidare la squadra con molta concentrazione: i suoi passaggi sono fondamentali per innescare contropiedi pericolosi.

Guarente 5 – Troppo piatto, dai suoi piedi non nascono assist e giocate pericolose. Dal 75’ Pellissier s.v.

Hetemaj 6 – È un po’ in ombra e soffre l’organizzazione tattica del centrocampo avversario. Alla fine del primo tempo si scuote ed entra in partita effettuando ottime giocate.

Obinna 6,5 – Prestazione decisamente convincente grazie alle sue giocate in velocità che mettono in apprensione la squadra di Mandorlini. Dal 59’ Thereau 6 – Spinge molto in attacco anche se le sue conclusioni sono poco efficaci: entra bene in partita.

Paloschi 6 – Si abbassa molto per farsi servire anche se quando si trova con il pallone fra i piedi spreca qualche azione che poteva risultare pericolosa. Per il resto è da ricordare il suo grande sacrificio per la squadra.

All.: Corini 6,5 – Mette in campo una squadra molto organizzata e con un baricentro alto. Si vede che è stata preparata la partita con molta accuratezza tanto che i suoi dimostrano grande attenzione sulle giocate dell’Hellas. Il risultato però alla fine non lo premia.

 

VERONA

Rafael 6 – Poco impegnato con parate difficili. In qualsiasi caso dimostra grande sicurezza sulle uscite sui calci d’angolo.

Cacciatore 5,5 – Prestazione sotto tono a causa del troppo nervosismo e della poca concentrazione. Spazza dei palloni senza costruire una trama di gioco dalle retrovie.

Moras 6,5 – Sicuramente il migliore del suo reparto: è sempre presente e non perde nessuna marcatura.

Maietta 6 – ottima copertura sulle ripartenze rapide dell’attacco del Chievo: dimostra tanta esperienza sull’uno contro uno come al ventunesimo sventando un azione pericolosa di Obinna.

Agostini 5,5 – Buoni recuperi sulle ripartenze avversarie. Oltre a ciò non si propone molto in attacco.

Romulo 6,5 – Serve buonissimi palloni in attacco come il cross per Toni che sfiora il gol. Aiuta i suoi compagni coprendo con molto sacrificio e tornando quasi sempre per dei raddoppi. Dal 83’ Sala s.v.

Donadel 6 – Prova a gestire la squadra con grande capacità anche se è troppo basso: è un po’ troppo distante dai tre attaccanti e la sua manovra soffre un po’ di lentezza.

Hallfredsson 6,5 – Fa circolare la palla in modo da far salire la squadra. Colpisce una traversa sullo scadere del primo tempo. Dal 84’ Donati s.v.

Iturbe 6,5 – Inizia molto largo e basso mettendo in difficoltà i difensori del Chievo. Si accentra cercando conclusioni che impensieriscono Agazzi. È scatenato e le sue diagonali preoccupano gli avversari.

Toni 6,5 – Buona intesa con Iturbe. Molto utili le sue sponde ed il possesso di palla che permette salire alla squadra e farla rifiatare. Con un grande guizzo riesce a mettere a segno un gol da attaccante di razza. Nel secondo cresce molto rendendosi sempre pericoloso ogni volta che tocca un pallone.

Marquinho 5,5 – Un po’ troppo nervoso e poco propositivo incide quasi per niente sulla partita. Dal 78’ Marques s.v.

All.: Mandorlini 6,5 – I suoi soffrono nel primo tempo per la superiorità tattica del Chievo. Ma la sua esperienza è determinante per scuotere la squadra che nel secondo tempo mostra un’altra faccia.

 

Arbitro: Tagliavento 6,5 – Partita non complicata per le poche decisioni dubbie che ha dovuto prendere. Ottimo supporto dei suoi collaboratori che gli segnalano tutti i fuorigioco in modo corretto.

 

TABELLINO

CHIEVO-VERONA 0-1

Chievo (4-3-1-2): Agazzi; Frey, Dainelli, Cesar, Dramé (dal 45’ Sardo); Radovanovic, Rigoni, Guarente (dal 75’ Pellissier); Hetemaj; Obinna (dal 59’ Thereau), Paloschi. All.: Corini.

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini; Romulo (dal 83’ Sala), Donadel, Hallfredsson (dal 84’ Donati); Iturbe, Toni, Marquinho (dal 78’ Marques). All.: Mandorlini.

Arbitro: Tagliavento

Marcatori: 65’ Toni (V)

Ammoniti: 9’ Marquinho (V), 28’ Donadel (V), 81’ Frey (C)




Commenta con Facebook