• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Berlusconi: "Investiremo ancora. Con Galliani e' tornato il sereno, Ma

Calciomercato Milan, Berlusconi: "Investiremo ancora. Con Galliani e' tornato il sereno, Maldini..."

I rossoneri si trasferiscono in via Aldo Rossi 8, salutando via Turati 3


Barbara Berlusconi (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

02/04/2014 11:25

MILAN NUOVA SEDE CONFERENZA STAMPA / MILANO - E' un giorno storico in casa Milan, che lascia la sede in via Turati 3 dopo 47 anni per trasferirsi in via Aldo Rossi 8, in un'area di 9000 mq e quattro piani d'altezza. La conferenza stampa di presentazione vedrà le presenze di Barbara Berlusconi, del Direttore commerciale rossonero Jaap Kalma e dell'architetto Fabio Novembre.

La prima a prendere la parola è proprio l'Amministratrice delegata: "Per introdurre Casa Milan parto dal concetto di famiglia, perché è molto più che un'azienda questa società. Per progettare il futuro serve una casa, e a noi ne serviva una più funzionale. Ci è dispiaciuto molto salutare via Turati, tuttavia lì non avevamo più la possibilità di crescere e ristrutturarci, non potevamo permetterci nuove assunzioni. E' un'operazione coraggiosa con fortissima valenza per lo sviluppo del nostro marchio. E' una sfida unica nel suo genere, in un momento di grande difficoltà per il Milan. Noi ci crediamo moltissimo: investendo su questo luogo potremo aumentare i ricavi e guardare al futuro con crescita. Ribadisco l'impegno della mia famiglia, che non vuole e non deve mai mancare; c'è interesse di continuare a valorizzare questo asset e di investire nel nostro club, acquistando calciatori che ci migliorino. Vogliamo aumentare la nostra presenza sui mercati asiatici e mediorientali".

NUOVO STADIO - "Stiamo vagliando questa tematica negli ultimi mesi. Ci permetterebbe di fare un reale balzo in avanti per continuare a competere coi più forti club d'Europa".

CASA MILAN - "Non sarà solo la casa dei nostri dipendenti, ma anche dei nostri tifosi, d'Italia e del mondo. Vogliamo creare forte partecipazione, unione. Abbiamo progettato un percorso emozionale di grande intrattenimento che si sviluppa in tre fasi: un museo di nome Mondo Milan; uno store gestito per la prima volta direttamente dal Milan; infine un ristorante che prende ispirazione da quello famoso di Milanello. Ci siamo confrontati a lungo con Galliani ed è nata l'esigenza di avere uno spazio aperto per favorire il contatto con tifosi e sponsor".

POSIZIONE - "Ci avvantaggia molto questo luogo dal punto di vista logistico, perché è ben collocato tra stadio e Milanello. Il Milan tiene molto alla propria posizione sociale oltreché sportiva, quindi speriamo di dare forte sviluppo a quest'area di Milano".

NUOVI MERCATI - "Vogliamo incrementare la nostra presenza nel mercato orientale. Abbiamo tantissimi tifosi in giro per il mondo e vogliamo sfruttare al massimo questo aspetto. Anche il mercato statunitense è molto importante per noi, soprattutto per quanto riguarda Milan Lab su cui puntiamo molto".

RICAVI - "Oggi i nostri ricavi dipendono per il 60% dai diritti tv, il 15% dallo stadio e il resto dal commerciale. Svilupperemo quest'ultimo aspetto. L'insieme di tutte le iniziative commerciali per cui stiamo lavorando da due anni speriamo ci possa permettere di aumentare il fatturato".

PASSIONE - "Mio papà mi ha ispirato molto portandomi spesso allo stadio e dandomi tanti consigli".

STADIO - "Lo stadio è fondamentale per cercare di fare un balzo in avanti, è la base da cui partire. Il sistema italiano non ci agevola, ma noi vogliamo uno stadio di proprietà. Non sarà semplice, stiamo vagliando diverse possibilità. I tempi non dipendono da noi, altrimenti saremmo già pronti per iniziare la costruzione".

BILANCIO - "Sicuramente non andare in Champions League ci crea complicazioni per gli introiti, ma no sono preoccupata. Un anno senza coppe non pregiudicherà il nostro appeal per gli sponsor".

CESSIONE DEL CLUB - "Non c'è nulla di vero. La mia famiglia vuole continuare ad investire nel club. Una partnership, invece, è vista di buon occhio e i miei prossimi viaggi in Medio Oriente o America vanno anche in questa direzione".

GALLIANI - "Il nostro rapporto è sereno e molto positivo, c'è stato un confronto di visioni duro, ma ora abbiamo ritrovato obiettivi comuni".

MALDINI - "Ho parlato con lui, è disponibile e credo che un suo arrivo sarebbe positivo e auspicabile".




Commenta con Facebook