• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Barcellona-Atletico Madrid, Martino: "Arbitri? Parliamo di calcio. Non sara' una gara apert

Barcellona-Atletico Madrid, Martino: "Arbitri? Parliamo di calcio. Non sara' una gara aperta"

Le parole del tecnico blaugrana alla vigilia dell'andata dei quarti di finale di Champions League


'Tata' Martino (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

31/03/2014 14:09

BARCELLONA ATLETICO MADRID CONFERENZA STAMPA MARTINO / BARCELLONA (Spagna) - Poco più di 24 ore e poi sarà di nuovo Champions League. Barcellona contro Atletico Madrid, derby spagnolo ai quarti di finale. Nella consueta conferenza stampa della vigilia, il tecnico blaugrana Martino ha presentato l'incontro: "Non credo ci sia bisogno di studiare la sfida con l'Athletic Bilbao. Il cammino ed il gioco dell'Atletico sono stati sempre sullo stesso livello per tutto l'anno. Dobbiamo vincere, possibilmente senza prendere gol, così al ritorno la responsabilità sarà trasferita a loro. Ci vorrà molto coraggio. Dovremo motterci molta intensità per vincere. Non penso sarà una partita molto aperta. L'Atletico verrà con un obiettivo, cioè quello di coprirsi e farci un gol. Non sarà una gara a viso aperto".

Il tecnico argentino, poi, conclude: "La posizione di Neymar?  Quando un allenatore ha un'idea in testa deve collocare i giocatori nel posto giusto per appicarla. Dobbiamo sacrificarlo sulla destra. Le valutazioni facciamole dopo la partita, non prima. Turan e Iniesta? Sanno in ogni momento cosa richiede la partita. Fanno tutto bene. Abbiamo avuto diversi arbitri e la squadra si è sempre adattata. Domani sarà una gara simile al derby. Sarebbe meglio parlare di calcio però. Altrimenti finiremo per dire che tutte le vittorie dipendono dall'arbitro. Sono arrivato da poco, non voglio fare polemica, ma ho un'opinione su tutto. Ho visto il pestone di Busquets 750 o 800 volte, però non dirò nulla, anche se avrei molto da dire".




Commenta con Facebook