• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-GENOA

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-GENOA

Ottimi Donadel e Toni, ingenuo Albertazzi. Spento Bertolacci, inesistente De Ceglie


Doppietta per Toni (Getty Images)
Valerio Sesti

30/03/2014 17:17

PAGELLE E TABELLINO VERONA-GENOA / VERONA – Match di grande intensità, in cui il Verona ritrova la vittoria e il sorriso offrendo un'ottima prestazione di fronte al proprio pubblico nonostante tutto il secondo tempo in inferiorità numerica. Grande gara di Toni, Donadel e Marquinho. Il Genoa è spaesato, crea pochissimo, deludono gli uomini con più personalità come Sculli e Gilardino. Male De Ceglie.



VERONA

Rafael 6 – Attento a fine primo tempo quando sventa un insidioso calcio di punizione di Sturaro. Per il resto della gara corre pochi rischi.

Cacciatore 6 – Concentrato in difesa, discreta spinta in fase offensiva.

Moras 6,5 – Attento per tutta la gara, non sbaglia nulla e lascia le briciole a Gilardino.

Marques 6 – Buona prestazione come il collega di reparto Moras, sempre pronto ad anticipare gli attaccanti avversari.

Albertazzi 4,5 – Gara da dimenticare per il difensore scuola Milan, dura solo un tempo la sua partita a causa della doppia ammonizione che rimedia nei primi 45 minuti per due falli ingenui. Inesperto.

Sala 6,5 – Il giovane centrocampista italiano nel primo tempo fornisce una performance importante in mezzo al campo, nella seconda frazione si disimpegna in modo egregio da terzino per sostituire il compagno Albertazzi espulso. Dall'80' Donati s.v.

Donadel 7 – Partita autorevole in mezzo al campo del centrocampista del Verona. Assai prezioso in fase difensiva, buone geometrie, segna il suo primo gol stagionale con un grandissimo tiro dalla distanza che non dà scampo a Perin. Imperioso.

Hallfredsson 6 – Prestazione sufficiente per l'islandese, gestisce bene il palleggio in mezzo al campo e si sacrifica in fase difensiva. A fine gara, a causa della stanchezza, perde qualche pallone di troppo. Dal 90' Agostini s.v.

Iturbe 6,5 – Ottima prova del talento sudamericano. È un costante pericolo per la difesa ospite, con la sua velocità e tecnica tiene spesso in ansia gli uomini di Gasperini. Buona sponda per il gran gol di Donadel. Frizzante. Dal 69' Maietta 6 – Ordinato, rafforza il pacchetto arretrato dei padroni di casa.

Toni 7 – In grandissima forma il centravanti dei padroni di casa. Sgomita come un leone tra De Maio e Marchese. Fornisce spesso sponde importanti per i compagni. Gara di sacrificio coronata dalle due semplici reti nel finale. In forma mondiale.

Marquinho 6,5 – Parte da una sua accelerazione la rete della sua squadra. Grande abnegazione in fase difensiva e ottima qualità nella metà campo avversaria. Grande assist a fine primo tempo per Iturbe che però il compagno non riesce a concretizzare. Generoso nel finale quando offre a Toni la facile rete del 2-0.

All. Mandorlini 7 – La sua squadra ritrova gioco e vittoria. Ottimo approccio alla gara per i suoi uomini che trovano meritatamente il gol del vantaggio nella prima frazione. Nei secondi 45 minuti i suoi ragazzi, nonostante l'inferiorità numerica, con grande sacrificio e attenzione portano a casa tre punti importanti per sognare l'Europa.

 

GENOA

Perin 6 – Attento in un paio di occasioni. Non corre particolari rischi, trasmette sicurezza al reparto difensivo. Incolpevole sui gol del Verona.

Motta 5 – Soffre la velocità e la gran giornata di Marquinho, quasi nullo in fase offensiva. Dal 75' Konate s.v.

De Maio 6 – Con Toni è “guerra” fin dal primo minuto di gioco. Lascia poche occasioni al bomber dell'Hellas. Conferma le buone prestazioni offerte nei precedenti match.

Marchese 6 – Prova solida e di esperienza in fase difensiva nonostante abbia di fronte un cliente scomodissimo come Toni. Non disdegna, in alcune occasioni, di impostare con qualche buon lancio per i suoi attaccanti.

Antonelli 5,5 – Iturbe spesso lo costringe agli straordinari in fase difensiva, in avanti, come il collega Motta, si propone poco e non con la giusta continuità.

Sturaro 5 – Offre tanta corsa per tutta la gara, ma spesso è poco lucido nel fraseggio. Si ricorda solo per un'ammonizione nel secondo tempo. Esce poco dopo il cartellino giallo. Dal 60' Fetfatzidis 5,5 -  Tenta di dare la scossa ai suoi, senza però mai trovare lo spunto decisivo.

Bertolacci 5 – Oggi deve fare il vice Matuzalem, vista l'assenza del brasiliano per infortunio. Si vede, però, che non è nel suo ruolo preferito, fatica ad entrare in partita, sbaglia diversi passaggi e spesso non è lucido nell'ultimo passaggio.

De Ceglie 4,5 – Un fantasma in mezzo al campo, in un ruolo che non è il suo. Tenta qualche folata offensiva, senza però trovare mai la giusta misura nei cross dal fondo. Lascia il posto a Calaiò ad inizio del secondo tempo. Non pervenuto. Dal 54' Calaiò 5 – Riceve pochissimi palloni giocabili, ingabbiato tra le maglie dei difensori del Verona.

Sculli 5 – Generoso in fase difensiva, ma poco incisivo in avanti: non è nella sua giornata migliore.

Gilardino 5,5 – Nonostante una mano fasciata, lotta come sempre in mezzo ai ruvidi centrali del Verona. Sfiora il gol dopo pochi minuti con un tocco sotto porta dei suoi, per il resto ha poche occasioni, anche perché poco assistito dai compagni.

Centurion 5 – Gasperini gli chiede corsa e dribbling negli ultimi metri, ma non sfrutta la chance da titolare che gli offre quest'oggi il tecnico genoano.

All. Gasperini 5 – La sua squadra mette, come sempre, grande impegno nel match, ma è confusionario e arruffone. Il Genoa crea pochissimo e i cambi non danno la scossa desiderata alla squadra.

 

Arbitro: Celi 7 – Partita non semplice per l'arbitro di Bari. Grande ritmo e scontri duri a centrocampo. Tiene sempre in pugno la gara, gestendo correttamente l'utilizzo dei cartellini. Assistito bene dal guardalinee quando annulla al 30' del primo tempo un gol di Cacciatore per fuorigioco. Ok le ammonizioni nel primo tempo dei veronesi Albertazzi e Cacciatore. Forse un po' fiscale la seconda ammonizione di Albertazzi a fine primo tempo, ma il secondo giallo ci può stare. Giuste le ammonizioni di Sturaro e Bertolacci nella ripresa. Sempre molto vicino all'azione.

 

TABELLINO

VERONA-GENOA 3-0

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Marques, Albertazzi; Sala (dall'80 Donati), Donadel, Hallfredsson (dal 90' Agostini); Iturbe (dal 69' Maietta), Toni, Marquinho. All.: Mandorlini.

Genoa (4-3-3): Perin; Motta (dal 75' Konate), De Maio, Marchese, Antonelli; Sturaro (dal 60' Fetfatzidis), Bertolacci, De Ceglie (dal 54' Calaiò), Sculli, Gilardino, Centurion. All.: Gasperini.

Arbitro: Celi.

Marcatori: 35' Donadel (V), 88' Toni (V), 90'+4' Toni (V).

Ammoniti: 11' Albertazzi (V), 37' Cacciatore (V), 59' Sturaro (G), 70' Bertolacci (G).

Espulsi: 45' Albertazzi (V) per doppia ammonizione.




Commenta con Facebook