• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Mazzarri: "Nessun dubbio sul futuro. Con l'Udinese gara insidiosa"

Calciomercato Inter, Mazzarri: "Nessun dubbio sul futuro. Con l'Udinese gara insidiosa"

Il tecnico nerazzurro ha parlato della permanenza nel club ed e' tornato sul ko con l'Atalanta


Mazzarri (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

25/03/2014 19:24

CALCIOMERCATO INTER MAZZARRI FUTURO UDINESE / MILANO - Mazzarri spazza via i dubbi sul futuro: il tecnico nerazzurro spiega meglio il senso di alcune dichiarazioni rilasciate un paio di settimane fa. A margine della prestazione del suo libro, l'allenatore dell'Inter afferma: "Sono contento che il presidente Thohir sia soddisfatto del lavoro fatto e che siamo d'accordo sul progetto, lo ringrazio. Chi mi conosce sa che sono sempre sotto stato sotto esami, mi sono messo da solo fin dalla prima partita. Non ho mai detto di avere dubbi sul futuro: ho risposto sul prolungamento del contratto e ho detto che per un'eventuale discussione se ne sarebbe parlato con la società. Il club valuta cosa fa un allenatore nei momenti difficili. Il calcio è fatto di episodi e sono sicuro che chi dovrà decidere avrà le idee chiare".

CAMPIONATO - "Mi fa un po' rabbia come sia andata l'ultima partita. Domenica fino all'ultimo abbiamo provato a vincere. L'unico rammarico che ho è quello di aver perso punti per strada. La partita con l'Udinese è pericolosa, insidiosa, come lo era quella con l'Atalanta. Giovedì mi aspetto più attenzione, non dobbiamo regalare niente ed essere più tranquilli. Abbiamo un impianto di gioco, la squadra ci crede, crea occasioni. Sono tante le variabili nel calcio".

FORMAZIONE - "Juan Jesus titolare? La formazione la deciderò domani: qualche cambiamento è possibile ma non ho ancora deciso".

PRESTAZIONE - "Un allenatore che crede nel lavoro guarda la prestazione. Ma quattro pali in una partita sono una cosa clamorosa, io cerco di avvicinarmi al calcio come scienza esatta, ma il calcio scienza esatta non lo è, se la palla non vuole entrare, non entra. Aver vinto cinque volte per uno a zero in casa nel 2014 può essere un limite, i numeri sono numeri. Per valutare una partita di calcio bisogna anche considerare quello che hanno fatto gli altri: intanto la squadra ci crede, ha l'approccio giusto. In questo momento non facciamo tanti gol quanti dovremmo, può essere dovuto alla pressione che c'è sui ragazzi ad esempio, ma l'importante  che la mia squadra crei più degli altri, questo è il punto di partenza anche per l'anno prossimo".




Commenta con Facebook