• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altre Europee > Punto Russian Premier League, risultati e classifica ventiduesima giornata

Punto Russian Premier League, risultati e classifica ventiduesima giornata

Villas-Boas debutta con una vittoria, ma la Lokomotiv Mosca non si ferma


Andre Villas-Boas (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

25/03/2014 19:06

PUNTO RUSSIAN PREMIER LEAGUE RISULTATI CLASSIFICA / MOSCA (Russia) – Dopo un mese piuttosto difficile, che li ha visti costretti a salutare il tecnico Luciano Spalletti esonerato dal club, per i tifosi dello Zenit è tempo di voltare pagina e l'era Villas-Boas comincia sotto una buona stella. Dopo aver assistito alla pur inutile vittoria in Champions League sul campo del Borussia Dortmund della sua nuova squadra, il tecnico portoghese, presentatosi nei giorni scorsi citando un colosso della storia russa ("Lo zar Pietro il Grande costruì questa grande città con la sua mentalità russa - ha detto l’ex manager del Tottenham-, io spero di poter prendere qualcosa da lui per portare lo Zenit a grandi successi"), debutta con una vittoria sulla panchina del club di San Pietroburgo. A trascinare i 'Vagabondi' alla vittoria in casa contro il Samara è Hulk con una doppietta: ma la partita regala un secondo tempo rocambolesco, durante il quale gli ospiti prima accorciano le distanze e poi sprecano addirittura due rigori con Caballero. Per lo Zenit arrivano tre punti fondamentali con i quali rilancia le ambizioni per la vittoria finale.

SENZA FRENI – La Lokomotiv Mosca capolista, infatti, non ne vuole proprio sapere di fermarsi sul più bello e staccarsi adesso per Villas-Boas potrebbe significare dire addio alle speranze di vincere subito il suo primo titolo russo. I rossoverdi proseguono il loro più che brillante momento vincendo senza patemi contro l'Ural, e a 8 giornate dalla fine le speranze di agguantare il titolo russo dieci anni dopo l’ultimo sembrano sempre più legittime.

BATOSTA – Chi invece deve dire già addio alle ambizioni di laurearsi campione è invece lo Spartak Mosca, su cui si abbatte la furia dell'ex: nel match contro il Krasnodar il brasiliano Ari, passato in estate dal club moscovita ai neroverdi, realizza una clamorosa tripletta che pone le basi per il 4-0 che esalta la sua squadra. La corsa per il vertice perde dunque, a meno di improbabili sorprese, una protagonista: Lo Spartak viene raggiunto in classifica dal CSKA, che passeggia sul campo del sempre più disperato Anzhi. La squadra che fu di Eto'o e Roberto Carlos non sembra più in grado di rientrare in gioco per la lotta salvezza, nella quale fanno invece un passo importante il Tom Tomsk, che vince in trasferta l’importantissimo scontro diretto con il Volga Novgorod, e il Terek Grozny, che batte il Kuban. Per finire lo spettacolare match tra due squadre senza grossi problemi di classifica: il Rostov, sotto di due reti a un minuto dalla fine contro l'Amkar Perm, ottiene in extremis un insperato pareggio grazie all'uno-due firmato Dzyuba e Dyakov.

RISULTATI

FK Rostov–Amkar Perm 3-3: 5’ Wawrzyniak (A), 18’ Kalachev (R), 28’ Ogude (A), 49’ Kolomejcev (A), 89’ Dzyuba (R), 90’ Djakov (R);

Volga Novgorod–Tom Tomsk 0-1: 90’+1 Holenda (T);

Lokomotiv Mosca–Ural 3-0: 13’ aut. Belozerov (L), 14’ N’Doye (L), 76’ Tkachev (L);

Krasnodar–Spartak Mosca 4-0: 3’, 9’, 50’ Ari (K), 31’ Wanderson (K);

Dinamo Mosca–Rubin Kazan 0-0;

Terek Grozny–Kuban 2-1: 33’ Ailton (T), 59’ Komorowski (T), 66’ Melgarejo (K);

Zenit–Samara 2-1: 5’ rig. e 52’ Hulk (Z), 54’ Tsallagov (S)

Anzhi–CSKA Mosca 0-3: 26’, 51’ Doumbia (C), 75’ Musa (C).

CLASSIFICA

Lokomotiv Mosca 47 punti, Zenit San Pietroburgo 44, Spartak Mosca 40, CSKA Mosca 40, Dinamo Mosca 40, Krasnodar 37, Amkar Perm 35, FK Rostov 29, Rubin Kazan 28, Kuban 26, Samara 24, Tom Tomsk 20, Terek Grozny 19, Volga Novgorod 18, Ural 18, Anzhi 12.

 




Commenta con Facebook