• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Catania-Juventus, Conte: "Orgoglioso di questi ragazzi. L'espulsione..."

Catania-Juventus, Conte: "Orgoglioso di questi ragazzi. L'espulsione..."

Il tecnico bianconero parla al termine della vittoria contro i siciliani


Conte (Getty Images)

24/03/2014 00:11

CATANIA JUVENTUS CONTE / CATANIA - Ancora una vittoria per la Juventus: i bianconeri sbancano Catania e consolidano il primato in classifica. Il successo contro i siciliani è commentato ai microfoni di 'Sky' da Conte: "Il signor Damato ha voluto dare un monito ai calciatori mandando via noi. Sia io che Maran abbiamo capito il momento. Non era una partita semplice da arbitrare, era una gara molto calda e noi siamo stati molto bravi: sono contento e orgoglioso dei ragazzi. Il gol di Tevez è un altro passo in avanti, stiamo viaggiando a ritmi straordinari e dobbiamo dare merito alla Roma che sta facendo qualcosa di incredibile: nulla è ancora concluso, abbiamo l'Europa League che ci fa giocare ogni tre giorni e noi dobbiamo stare con il piede sull'acceleratore fino alla fine".

OSVALDO - "Osvaldo si è inserito molto bene. Il suo problema è che non ha iniziato a lavorare con noi dall'estate: ha dovuto fare una preparazione particolare. E' un grande calciatore e allenato nella giusta maniera può diventare un giocatore importante per la Juventus. E' un ottimo ragazzo: se avessimo tempo per lavorare dal punto di vista fisico avremo un Osvaldo superiore a quello già buono che stiamo vedendo adesso".

CRESCITA - "Questa squadra è migliorata a livello di consapevolezza e umiltà ed è per questo che stiamo facendo un campionato straordinario. Al terzo anno anche gli avversari iniziano a conoscerci e a trovare le contromisure. Però siamo maturati dal punto di vista tattico: giocando ogni tre giorni non possiamo andare sempre a mille all'ora come il primo anno, ma riusciamo a gestire le forze con maturità tattica". 

EUROPA LEAGUE - "Scendiamo in campo sempre per vincere: in campionato stiamo facendo delle cose straordinarie e nonostante questo abbiamo attaccata dietro la Roma; in Europa LEague abbiamo superato due turni, ora c'è il Lione ma noi vogliamo andare avanti. Cercheremo di gestire al meglio le forze, penso che in tre anni l'ho fatto abbastanza bene e mi dispiace aver sentito dire dopo l'andata con la Fiorentina che avevo fatto scelte incomprensibili". 




Commenta con Facebook