• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altre Europee > Punto Russian Premier League, risultati e classifica ventunesima giornata

Punto Russian Premier League, risultati e classifica ventunesima giornata

Lo Zenit cade ancora, le altre non ne approfittano in pieno


Georgi Milanov (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

18/03/2014 13:08

PUNTO RUSSIAN PREMIER LEAGUE RISULTATI CLASSIFICA / MOSCA (Russia) – Continua la crisi dello Zenit San Pietroburgo, ma la capolista Lokomotiv non ne approfitta in pieno: questo in sintesi l'esito della ventunesima giornata della Premier League russa per quel che riguarda la lotta per il titolo. L'ex squadra di Spalletti perde sul campo del CSKA con Semak in panchina: per l'ex centrocampista è già arrivato però il momento di tornare a un ruolo di secondo piano dato che il club nelle scorse ore ha ufficializzato il nome del nuovo allenatore: ancora una volta la Gazprom dimostra di non badare a spese e punta su Andres Villas-Boas, che in Russia cercherà di rilanciarsi dopo le non positive esperienze sulle panchine di Chelsea e Tottenham. Al portoghese il compito di rivitalizzare una squadra in crisi di identità, e la scelta di puntare su di lui potrebbe essere stata dettata anche dalla necessità di ridare fiducia ad alcune stelle come Hulk e Danny, che con l'allenatore di Certaldo avevano avuto qualche problema. Di sicuro il potenziale a disposizione dell'ex assistente di Mourinho è di primordine, e le chance di vincere subito lo scudetto sono tuttora importanti.

OCCASIONE MANCATA – A Perm, sul campo dell'Amkar, la Lokomotiv non va oltre lo 0-0, e reclama per un rigore non concesso nel primo tempo ed alcune occasioni sprecate nella ripresa. Con la vittoria i punti di vantaggio sullo Zenit sarebbero saliti a 5, e il rimpianto non può essere che forte. Ancora peggio è andata ai cugini dello Spartak, che vanificano la possibilità di balzare al secondo posto facendosi raggiungere nel finale dall'Anzhi ultimo in classifica. Agli uomini di Karpin non basta il doppio vantaggio e nel recupero è Serderov a gelare lo stadio 'Luzniki'. Anche la Dinamo non approfitta della situazione e non va oltre il pareggio esterno con il Kuban dopo essere andata in vantaggio. Quel che è certo è che, mentre la Lokomotiv sogna il titolo, la lotta per il secondo posto si annuncia entusiasmante.

RETROVIE – Anche nelle zone meno nobili della classifica la lotta è apertissima: detto della ritrovata vena dell'Anzhi, la sfida tra Ural e Terek Grozny regala un finale thriller: grazie alla doppietta di Manucharian i padroni di casa ottengono un successo importantissimo con cui scavalcano gli avversari di giornata. Una grande occasione la spreca invece il Tom Tomsk, che vede svanire la vittoria nel finale contro il Krasnodar. Infine il Rubin Kazan, che si impone con autorità sul Novgorod.

RISULTATI

Ural-Terek Grozny 2-1: 88’ Manucarjan (U), 92’ Mauricio (T), 93’ Manucarjan (U);

Samara-FK Rostov 0-2: 35’ Kanga (R), 70’ Djakov (R);

CSKA Mosca-Zenit 1-0: 32’ Milanov (C);

Kuban-Dinamo Mosca 1-1: 43’ Kuranyi (D), 73’ Popov (K);

Amkar-Lokomotiv Mosca 0-0;

Rubin Kazan-Novgorod 3-1: 14’ Devic (R), 44’ Torbinskij (R), 80’ Mogilevets (R), 82’ Sarkisov (N);

Spartak Mosca-Anzhi 2-2: 20’ Costa (S), 23’ Jurado (S), 52’ Epureanu (A), 95’ Serderov (A);

Tom Tomsk-Krasnodar 1-1: 60’ Panchenko (T), 88’ Wanderson (K).

CLASSIFICA

Lokomotiv Mosca 44 punti, Zenit San Pietroburgo 41, Spartak Mosca 40, Dinamo Mosca 39, CSKA Mosca 37, Krasnodar 34, Amkar Perm 34, FK Rostov 28, Rubin Kazan 27, Kuban 26, Samara 24, Volga Novgorod 18, Ural 18, Tom Tomsk 17, Terek Grozny 16, Anzhi 12.

 




Commenta con Facebook