• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > VIDEO - Speciale 'Man of the week': 371 volte Messi!

VIDEO - Speciale 'Man of the week': 371 volte Messi!

La rubrica di Calciomercato.it sul giocatore straniero che piu' si e' messo in luce nell'ultimo fine settimana internazionale


Leo Messi (Getty Images)
Jonathan Terreni

18/03/2014 13:05

VIDEO SERIE A CALCIATORE SETTIMANA / ROMA - Rubrica di Calciomercato.it che focalizza l'attenzione sul calciatore straniero che più si è messo in luce nel weekend calcistico internazionale. La 'top 3' della settimena vede al primo posto la tripletta di Messi. Sul podio anche le doppiette di Huntelaar e Gerrard.

 

MAN OF THE WEEK 

1° MESSI (Barcellona)

2° HUNTELAAR (Schalke 04)

3° GERRARD (Liverpool)

 

371 VOLTE MESSI - Eleggere Leo Messi 'Man of the week' potrà sembrare fin troppo facile, banale. Non potevamo non farlo questa settimana visto il traguardo che la pulce argentina ha raggiunto grazie alla tripletta di domenica scorsa contro l'Osasuna, la seconda stagionale. E pensare che quest'anno Messi in classifica marcatori di Liga è 'solamente' a quota 18 reti (in 21 gare), una miseria per uno come lui, dietro a Cristiano Ronaldo (25) e Diego Costa (22). Il dato che però esalta una tripletta in cui ha sfoggiato ancora una volta tutto il suo repertorio è quello che lo vede adesso sul gradino più alto dei marcatori assoluti del Barcellona di tutti i tempi con 371 reti. Già, niente male per un classe '87 con quattro palloni d'oro in bacheca. Messi era già divenuto il miglior marcatore dei blaugrana nelle partite ufficiali, superando il record di Cesar Rodriguez, ma da domenica ha superato anche i 369 gol segnati da Paulino Alcantara nelle 357 partite disputate col Barça fra il 1912 e il 1927. Adesso non si fermerà di certo qui perchè all'orizzonte c'è già il prossimo record: le 71 reti della leggenda madridista Raul nella coppe europee. Al momento è a quota 67: sarà solo questione di tempo. (Leggi l'intervista esclusiva su Messi a Cristina Cubero, giornalista spagnola)

 

IL FIUTO DEL CACCIATORE - Era arrivato al Milan con molte aspettative Klass-Jan Huntelaar. A Milano però non ha saputo dare sfoggio delle sue qualità di bomber, un po' per colpa sua un po' per una difficile stagione dei rossoneri. In Germania si è rilanciato alla grande quando lo Schalke 04 ha creduto in lui e lo ha piazzato al centro dell'attacco. Non tantissime le reti in questa stagione, nove, ma spesso molto importanti. La sfortuna però ha giocato la sua parte ad inizio stagione quando lo ha tenuto fuori per diversi mesi a causa di un ginocchio ballerino. Rientrato ad inizio anno ha dato nuovo peso all'attacco dei tedeschi. Adesso spera di aver trovato la giusta continuità, almeno dal punto di vista fisico e la doppietta di venerdì scorso sul campo dell'Augsburg ha permesso alla squadra di Jens Keller di accorciare sul Borussia Dortmund al secondo posto, adesso distante un solo punto. Il Bayern è altra storia là davanti  ma se il 'Cacciatore' dovesse mantenere la forma migliore l'attacco al secondo gradino del podio è garantito a suon di gol.

 

GERRARD L'IMMORTALE - Per molti non ha più lo smalto di un tempo, quello che lo ha reso uno dei centrocampisti più forti d'Europa per diversi anni. Steven Gerrard è capitano e anima di un Liverpool che dopo anni è tornato a giocarsi davvero la Premier League, potenzialmente ad un punto di distanza dalla capolista Chelsea. Il titolo ad 'Anfield' manca da tanto, troppo tempo e per i 'Reds' (dal 1990) e questa potrebbe essere l'occasione giusta. Il numero otto intanto continua a prendere il mano il centrocampo, almeno quando il fisico glielo permette visti i continui acciacchi. A 34 anni suonati purtroppo può accadere. Guai però a darlo per finito e i due rigori realizzati contro un disastrato Manchester United nell'ultima giornata sono la conferma che ancora lui ci vede chiaro. E poi ci sarà il Mondiale, per nulla al mondo vorrà mancarlo. Guai a scherzare con questi campioni.

VIDEO - Messi parla del suo record.




Commenta con Facebook