• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Hellas Verona > Verona, Mandorlini: "Toni va tutelato"

Verona, Mandorlini: "Toni va tutelato"

Il tecnico ha analizzato il momento della squadra scaligera



16/03/2014 20:14

VERONA MANDORLINI INTERVISTA / VERONA - Il giorno dopo la sconfitta interna contro l'Inter, il tecnico del Verona Andrea Mandorlini ha rilasciato un'intervista a 'Radio 24': "L'Inter è stata brava a sfruttare le situazioni favorevoli. Noi, come gioco, ci abbiamo provato. Certo, non siamo nel nostro momento migliore. Per noi è stata finora comunque una stagione fantastica, finirla in maniera positiva la renderebbe ancora più stimolante. Abbiamo 30 punti a disposizione come tutte le altre squadre, quindi occorre invertire il rendimento di questo periodo che è senza dubbio non dei più positivi".

CALO - "Probabilmente, inconsciamente, arrivare così presto in un punto così alto ed inaspettato penso abbia potuto rallentarci a livello mentale. Io preparo le partite di settimana in settimana e non vedo rilassatezza nei miei ragazzi, quindi se paghiamo qualcosa è dal punto di vista dell'inconscio. E' un momento così, prima creavamo 5 o 6 palle gol a partita e riuscivamo spesso e volentieri a segnare, ora non siamo così spietati sotto porta e prendiamo anche dei gol di troppo".

TONI - "Il rigore di ieri si poteva dare, non è dissimile da quello dato oggi al Milan. Da un girone, da quando abbiamo giocato in casa col Parma, quando il loro direttore generale fece una polemica Luca pur finendo le partite stremato e pieno di botte non viene tutelato assolutamente. Su di lui da una ventina di partite non viene concesso assolutamente nulla  e mi dispiace perché è un ragazzo con una mole imponente che non simula nelle situazioni di gioco. Voglio dire, è talmente grosso che quando cade sicuramente qualcuno lo ha spinto in maniera significativa perché è davvero difficile da buttare giù. Anche come spirito non è quel tipo di giocatore. Credo che vada tutelato, non ci viene concessa una punizione dal limite da moltissimo tempo eppure giochiamo spesso la palla su di lui e mi dispiace perché credo non se lo meriti".

A.C.




Commenta con Facebook