• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Parma, Seedorf: "Incontro con i tifosi pacifico. Ecco a cosa dobbiamo pensare"

Milan-Parma, Seedorf: "Incontro con i tifosi pacifico. Ecco a cosa dobbiamo pensare"

Il tecnico rossonero ha commentato il difficile momento della sua squadra


Clarence Seedorf (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

16/03/2014 19:07

MILAN PARMA SEEDORF TIFOSI / MILANO - Al termine del match perso dal suo Milan contro il Parma Clarence Seedorf ha incontrato i tifosi rossoneri. Ecco le parole al riguardo rilasciate dal tecnico olandese a Sky Sport': "Sono situazioni delicate. L'incontro è stato molto pacifico ma non c'è stato nulla di particolare. Tutti vogliono bene al Milan e dopo due anni di sofferenza sentivano di dover esprimere i loro sentimenti. Mi era già successo in passato, sono stato lì un attimo semplicemente per assistere. C'è grande rispetto per la maglia da parte di tutti. Al Botafogo eravamo quarti e c'era un sentimento di paura. Sentirli qualche volta aiuta. La nostra squadra è pronta a reagire, l'episodio dopo 5 minuti ha condizionato la gara, siamo stati anche bravi a recuperare sul 2-2. Abbiamo dato tutto quello che avevamo".

REAZIONE - "Siamo stati bravi a reagire in 10. Montolivo ora è in ospedale, si è impegnato tantissimo come tutti gli altri".

AMBIZIONI - "Se siamo una squadra da metà classifica? Ci sono tanti aspetti da considerare, difenderò questi colori fino in fondo. Quello che è stato il percorso fino ad adesso non ha importanza, dobbiamo solo pensare a come risolvere questa situazione. Paghiamo caramente tutti gli errori, in momenti del genere è così. Ma per l'anno prossimo costruiremo sicuramente una squadra competitiva".

UMILTA' - "La mia umiltà sta nel mio lavorare duramente. Non ho detto cose arroganti, so che devo imparare tante cose ma che ho anche tante certezze perchè per 22 anni sono stato giocatore e le cose non cambiano. Accetto le opinioni di tutti ma spero che siano sempre obiettive".




Commenta con Facebook