• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Empoli > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-SAMPDORIA

Carmona, Bonaventura e Denis sugli scudi nel match di Bergamo


Denis a segno (Getty Images)
Massimo Balsamo

16/03/2014 16:05

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA - SAMPDORIA/ BERGAMO – Ottima vittoria per l’Atalanta di Stefano Colantuono sulla Sampdoria di Sinisa Mihajlovic grazie alle ottime prestazioni di Carmona, Bonaventura e Denis, autori delle tre reti. Ottima prova di Consigli, miracoloso in occasione dell’unico pericolo creato dai blucerchiati. In chiaroscuro Moralez, da rivedere Del Grosso. Per la Sampdoria dell’ex tecnico della Nazionale serba in pochi si salvano: Da Costa,De Silvestri e Okaka. Pessime prestazioni per Regini, Krsticic e Soriano. Inconcludente Eder.

 

ATALANTA

Consigli 7 – Miracoloso al 31’, quando è protagonista di un doppio intervento sul colpo di testa di Soriano e sul successivo tiro di Regini.

Benalouane 6,5 – Non viene mai messo in difficoltà da Soriano. Sfrutta nel migliore dei modi la prestanza fisica e l’ottima corsa.

Stendardo 6,5 – Autore di ottime chiusure in occasione dei contropiedi blucerchiati.

Yepes 6 – In parziale difficoltà nel duello fisico con Okaka, ne viene fuori grazie all’esperienza.

Del Grosso 5,5 – Commette molti errori in fase di impostazione che lasciano molto spazio alle ripartenze avversarie. E’ in difficoltà quando viene affrontato dal duo De Silvestri- Gabbiadini. Ha sprecato una buona occasione per mettersi in mostra, vista l’assenza di Brivio. Dal 85’ Bellini SV-.

Estigarribia 6,5 – Grazie alla sua velocità riesce ad impensierire Regini. E’ ottima la sintonia con i

colleghi del reparto offensivo.

Carmona 7,5 – Periodo straordinario per il centrocampista cileno, dopo la prestazione da migliore in campo con il Chievo Verona. Perfetto in fase di costruzione, lotta su ogni pallone ed è autore del bellissimo goal che vale l’1-0, con un destro telecomandato da fuori area sul quale Da Costa non può nulla. Vista la scadenza 2014, le big cosa stano aspettando per accaparrarselo?

Cigarini 7 – Regista del centrocampo bergamasco, mette in difficoltà la retroguardia avversaria con le sue perfette verticalizzazioni. Dal 77’ Baselli SV-.

Bonaventura 7,5 – Giocatore completo. Pendolino sulla fascia sinistra,fa la differenza in fase offensiva ed è utile in fase di ripiegamento. Oltre le ottime doti tecniche mostra anche, in occasione del 2-0, ottime doti aeree insaccando con sicurezza il corner di Cigarini. E’ finalmente pronto per una big.

Maxi Moralez 6,5 – Prestazione in chiaroscuro per “El Nano”. Alterna ottime giocate ad errori banali di sufficienza. Fornisce un ottimo assist per il 3-0 di Denis, aiutato dal goffo intervento di Krsticic. Dal 73’ De Luca SV-.

Denis 7,5 – Ritorno alla rete dopo cinque turni di pausa. Oltre a segnare con sicurezza a tu per tu con Da Costa il definitivo 3-0, l’argentino si sbatte tra le maglie della difesa ligure e mette alla dura prova Gastaldello prima e Fornasier poi. Ottimo lavoro di sponda sul goal del momentaneo 1-0 di Carmona.

All. Stefano Colantuono 7 – Squadra che gioca a memoria e che ha ritrovato la sicurezza della prima parte di stagione. Merito del tecnico romano l’ottimo rendimento dei nuovi arrivati Benalouane ed Estigarribia, entrati perfettamente nei meccanismi della Dea.

 

SAMPDORIA

Da Costa 6 – Incolpevole sulle reti avversarie. Prodigioso su De Luca nel finale, evita un passivo più ampio.

De Silvestri 6 – Ha il difficile compito di badare allo spauracchio Bonaventura, dal quale ne esce dignitosamente. Prova a cambiare marcia nelle situazioni d’attacco.

Mustafi 5,5 – Prova a tenere a galla la linea difensiva, ma soffre il mancato aiuto dal reparto centrale di centrocampo.

Gastaldello 5 – In palese difficoltà al cospetto del “Tanque” Denis. Dal 46’ Fornasier 5 -  Vedi Gastaldello.

Regini 4,5 – Lento ed impacciato. L’ex terzino di Empoli e Foggia è sempre in difficoltà al cospetto della catena formata da Estigarribia e Benlouane. Impalpabile nella manovra offensiva.

Palombo 4,5 – Perde su tutti i fronti il duello con Carmona. In fase di interdizione è molle ed è spaesato tatticamente. E’ in ritardo sul centrocampista cileno in occasione del vantaggio della Dea e si perde Bonaventura sul raddoppio seguendo la palla anziché l’avversario.

Krsticic 4,5 – Prova ad amministrare le trame della formazione di Mihajlovic con scarso successo. Protagonista in negativo in occasione del 3-0, dove buca clamorosamente la chiusura su un debole cross di Moralez.

Gabbiadini 5 – Con De Silvestri riesce a rendersi pericoloso sull’asse destro in qualche occasione, ma da lui ci si aspetta di più.

Eder 5 – In ombra nella prima frazione, limitato bene dall’assetto difensivo nerazzurro. Prova a cambiare marcia nel secondo tempo ma non riesce a rendersi incisivo.

Soriano 5 – Si rende pericoloso per caso al 31’ dove colpisce di spalla un cross di Gabbiadini ben parato da Consigli. Mette in difficoltà il compagno di corsia Regini, non ripiegando mai in difesa. Dal 72’ Sansone SV-.

Okaka 6 – E’ molto falloso, ma è l’unico del reparto offensivo blucerchiato a rendersi pericoloso. Fornisce un ottimo lavoro spalle alla porta  e, grazie alla sua fisicità, permette alla squadra di salire. Rigenerato, anche a livello mentale, dalla cura Mihajlovic. Dal 57’ Maxi Lopez 5,5 – Difficile entrare in partita con il risultato già ipotecato.

All. Sinisa Mihajlovic 5 – La sua squadra non gioca male, ma esce sconfitta dall’Atleti Azzurri sul piano individuale e tecnico. L’errore del tecnico serbo consiste nel non porre rimedio all’evidente inferiorità numerica e quantitativa nella zona mediana.

 

Arbitro: Angelo Cervellera di Taranto 5 – Ottima gestione dei cartellini, ma è da rivedere l’azione che porta al 2-0 la formazione casalinga: infatti, in area avviene un contatto tra Benalouane e Regini in cui il difensore blucerchiato cade per terra a causa di un colpo assestatogli dall’esterno tunisino. Il contatto era da sanzionare, ma è difficile misurare l’intensità del colpo.

 

TABELLINO

ATALANTA-SAMPDORIA 3-0

ATALANTA (4-4-1-1): Consigli; Benalouane, Stendardo, Yepes, Del Grosso (Dall’85’ Bellini); Estigarribia, Carmona, Cigarini (Dal 77’ Baselli), Bonaventura; Maxi Moralez (Dal 73’ De Luca); Denis. A disp.: Sportiello, Giorgi, Lucchini, Nica, Migliaccio, Raimondi, Brienza, Livaja, Betancourt. All.: Stefano Colantuono.

SAMPDORIA (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello (Dal 46’ Fornasier), Regini; Palombo, Krsticic; Gabbiadini, Eder, Soriano (Dal 72’ Sansone); Okaka (Dal 57’ Maxi Lopez). A disp.: Fiorillo, Falcone, Berardi, Costa, Salamon, Obiang, Bjarnason, Renan, Wszolek. All.: Sinisa Mihajlovic.

Arbitro: Angelo Cervellera di Taranto

Marcatori: 36’ Carmona (A), 42’ Bonaventura (A), 55’ Denis (A)

Ammoniti: 8’ Okaka (S), 52’ Del Grosso (A)




Commenta con Facebook