• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-INTER

Jonathan e Sala illuminano il 'Bentegodi', da dimenticare la prova di Albertazzi


Palacio in azione (Getty Images)
Antonio Russo

16/03/2014 00:12

PAGELLE E TABELLINO VERONA-INTER / VERONA – L’Inter non si ferma più. I nerazzurri trovano il sesto risultato utile consecutivo grazie alle reti di Palacio e Jonathan. Nelle fila scaligere si mette in luce il solo, giovane, Sala, male invece tutta la retroguardia con il povero Albertazzi protagonista negativo del match. Buona la prestazione infine dell’arbitro Banti che ha mostrato grande personalità.

 

VERONA

Rafael 6 – Non ha colpe su entrambe le reti nerazzurre. Lui da par suo fa quello che può per limitare i danni e si rende protagonista di buoni interventi. Sufficienza meritatissima.

Cacciatore 6 – Si propone molto e va spesso in appoggio a Romulo anche se con grande imprecisione. In difesa tiene bene D’Ambrosio a cui concede davvero poco. Dal 76’ Martinho 5,5 – Non modifica l’inerzia del match e si perde in mille merletti.

Moras 5,5 – È alto un metro e novantatré e dovrebbe essere il padrone incontrastato del cielo veronese. Inspiegabilmente proprio di testa si fa quasi sempre beffare da Icardi e non la becca mai. Completa la sua serata sbagliando clamorosamente un goal a porta praticamente sguarnita.

Maietta 5 – Nell’azione del goal non segue Palacio nel taglio centrale. Soffre tanto la velocità e la verve dell’argentino. Nella ripresa sonnecchia in occasione della rete di Jonathan.

Albertazzi 5 L’ex bambino d’oro della primavera rossonera, è messo costantemente in crisi da Jonathan e Guarin. Vede maglie nerazzurre spuntare ovunque e va letteralmente in bambola. Pessima prestazione ma le colpe non sono totalmente sue, è lasciato sempre troppo solo.

Sala 6,5 – Dopo il buon spezzone di gara di domenica scorsa, Mandorlini gli dà una chance da titolare. Il giovane centrocampista si disimpegna molto bene nel ruolo di mezzala. Va spesso a sostegno di Romulo e mette la museruola a Hernanes. Piacevole sorpresa della serata.

Donati 5,5 – Parte molto contratto e non riesce a far ripartire i suoi. Nella ripresa invece recupera qualche buon pallone, ma resta sempre impreciso nei suggerimenti. Dall’86’ Cirigliano s.v. -

Marquinho 6 – Si propone molto, soprattutto nel secondo tempo. Non fa giocate trascendentali ma è sempre presente nell’azione gialloblù. Dall’86’ Cacia s.v. -

Romulo 5 – Quest’anno ha giocato ovunque (gli manca forse solo il ruolo di portiere), e ovunque ha fatto bene. Il brasiliano però questa sera non si rende protagonista di una grande prestazione e s’infrange frequentemente su Rolando. Poco lucido.

Toni 5,5 – È il punto d’appoggio del Verona. Lotta come un leone su ogni pallone e riesce a fare reparto da solo. Protesta con veemenza per un calcio di rigore, ma non c’è nulla. Nella ripresa si eclissa.

Iturbe 6 – Nel primo tempo viene annientato da Campagnaro. Raramente riesce ad innescare il turbo e si perde tra le maglie nerazzurre. Nella seconda frazione di gioco si accende a strappi e mette in apprensione l’Inter. Giocatore di grandissimo talento, ma deve essere più continuo.

 

All. Mandorlini 5 – Brutta prestazione. Verona quasi mai pericoloso. Mandorlini non trova le contromisure adatte all’Inter e lascia il povero Albertazzi al suo destino. Gli scaligeri da Gennaio sono in crisi di risultati e di gioco, probabilmente la cessione di Jorginho e i tanti punti già accumulati hanno portato i gialloblu a rilassarsi. Il campionato non è ancora finito.

 

INTER

Handanovic 6,5 – Per novanta minuti non tocca palla, poi nel recupero sale sugli scudi con due miracoli consecutivi.

Campagnaro 6 – Come un mastino morde le caviglie di Iturbe e lo limita nelle giocate. Nel secondo tempo, invece, sembra un po’ appannato e si fa beffare troppe volte dall’attaccante argentino.

Ranocchia 6,5 – Tiene bene Toni, con le buone e con le cattive. Giocatore ritrovato. Nella ripresa si rende protagonista di qualche lieve sbavatura ma nulla di tragico.

Rolando 6,5 – Prestazione rocciosa. Tiene bene Romulo ed è sempre pronto a coprire i buchi lasciati dai compagni. Si prende licenze offensive e porta lui la palla avanti dalle retrovie.

Jonathan 7 Freccia sempre pronta a scoccare dall’arco nerazzurro. Ubriaca di finte Albertazzi e confeziona la rete del vantaggio interista. Nella ripresa con una grande azione trova anche la gloria personale con il goal del raddoppio.

Guarin 6 – Viene lasciato inspiegabilmente libero dalla difesa scaligera. Si rende protagonista di tanti suggerimenti interessanti, il gioco dell’Inter passa dai suoi piedi. Non eccede nelle giocate e pensa quasi sempre all’assist, sembra finalmente maturato. Dal 74’ Kovacic 6,5 – Prestazione confortante del gioiellino croato che ha fatto letteralmente ammattire i centrocampisti veronesi. La sua qualità è fondamentale nei minuti finali quando l’Inter controlla la gara con il possesso palla.

Cambiasso 5,5 – Inizia bene recuperando tanti palloni e facendo ripartire l’azione. Col passare dei minuti sbaglia qualche tocco di troppo e sembra troppo soft nei contrasti.

Hernanes 6  Nel primo tempo gioca a nascondino nel centrocampo interista. Tocca pochi palloni e li perde pure tutti. Condizione fisica (o psicologica?) ancora approssimativa, soffre il giovane Sala che su di lui fa un figurone. Nella ripresa si riprende, coglie una traversa da palla inattiva e si rende protagonista di buone giocate. Dottor Jekyll e Mr. Hyde. Dal 92’ Kuzmanovic s.v.

D’Ambrosio 5,5 – Battesimo da titolare per il terzino ex-granata. Ancora molto imballato, non incide più di tanto in fase offensiva. Dal 70’ Zanetti 6 - Entra e ricopre il ruolo di terzino con grande diligenza come sempre.

Palacio 6,5 – Segna lui, solo lui, sempre lui. Galleggia sulla linea del fuorigioco e si fa trovare pronto nello scartare il regalo confezionatogli da Jonathan.

Icardi 6 – La sua testa è una calamita che attrae tutti i palloni aerei. Viene servito male da D’Ambrosio ed Hernanes, nonostante ciò è sempre pericolosissimo.

All. Mazzarri 7 – La sua Inter è in palese crescita e conquista il sesto risultato utile consecutivo. I nerazzurri giocano bene controllando l’avversario che raramente è pericoloso. Mazzarri è inoltre bravo e intelligente nelle sostituzioni. Ottima l’idea di inserire Kovacic che con la sua qualità ha permesso, nel finale all’Inter, di tenere sempre palla. 

 

Arbitro Banti 6,5 – Direzione di gara molto lucida. Nel primo tempo ci sono le proteste nerazzurre per un fallo di Moras su Icardi, fuori l’area di rigore: punizione ed ammonizione per il difensore scaligero. In questo caso sbaglia Banti a non fischiare. Sempre nella prima frazione di gioco, ci sono le veementi proteste del Verona, che chiede un calcio di rigore per fallo di Ranocchia ai danni di Toni. In realtà è l’attaccante gialloblu a fare fallo: il fischietto di Livorno fa bene quindi a non concedere il penalty. Nella ripresa l’arbitro tiene bene la gara favorendo il gioco con una direzione british. Non si fa, infine, influenzare dall’ambiente focoso.

 

TABELLINO

VERONA-INTER 0-2

VERONA (4-3-3): Rafael; Cacciatore(dal 76’ Martinho), Moras, Maietta, Albertazzi; Sala, Donati(dall’86’ Cirigliano), Marquinho(dall’86’ Cacia); Romulo, Toni, Iturbe. Pillud, Donadel, Cirigliano, Gonzalez Ale., Martinho, Cacia, Rabusic, Nicolas, Marques, Jankovic, Donsah. All. Mandorlini.

INTER (3-5-2): Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Rolando; Jonathan, Guarin(dal 74’ Kovacic), Cambiasso, Hernanes(dal 92’ Kuzmanovic), D’Ambrosio(dal 70’ Zanetti); Palacio, Icardi. Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Samuel, Zanetti, Taider, Kuzmanovic, Botta, Milito, Kovacic. All. Mazzarri.

Arbitro: Luca Banti di Livorno

Marcatori: 14’ Palacio (I), 63’ Jonathan

Ammoniti: 28’ Donati (V), 50’ Cambiasso (I), 54’ Albertazzi (V)

Espulsi:




Commenta con Facebook