• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Torino-Napoli, Benitez: "Possiamo battere chiunque. La crisi di Hamsik..."

Torino-Napoli, Benitez: "Possiamo battere chiunque. La crisi di Hamsik..."

Il tecnico spagnolo ha rilasciato alcune dichiarazioni alla vigilia del match contro i granata



15/03/2014 14:02

TORINO NAPOLI BENITEZ / NAPOLI - Archiviata l'Europa League, il Napoli torna a pensare al Campionato e alla rincorsa al secondo posto attualmente occupato dalla Roma. In vista del match in casa del Torino, il tecnico degli azzurri, Rafa Benitez, è intervenuto sulle frequenze di 'Radio Kiss Kiss Napoli': "Arriviamo bene al match contro i granata: loro sono un avversario difficile da affrontare ma possiamo vincere contro chiunque. Cerci e Immobile? L'occhio 'particolare' dovranno averlo i nostri difensori per fermarli. Cosa ci  manca per arrivare al livello del mio Liverpool? Serve tempo, non è semplice il primo anno raggiungere certi risultati perché la squadra deve capire la mentalità e trovare la continuità che ancora manca".

Un battuta lo spagnolo l'ha dedicata a Marek Hamsik che non sta attraversando un momento particolarmente brillante: "E' un giocatore che non ha più di fianco Lavezzi e Cavani, perciò deve prendersi maggiori responsabilità. Ha iniziato bene ma con l'infortunio ha perso qualcosa. Lavora molto bene ma deve dire a tutti 'io sono qui' e farsi vedere sempre".

Chiusura dedicata all'Europa League: "C'è rammarico per come sia andato il primo tempo. Mi auguro che la mia squadra si comporti come nella ripresa ad Oporto. E' importante andare avanti nella competizione: noi daremo il 100% per riuscirci. Il Porto è una formazione da Champions, hanno vinto molti titoli, non sarà facile ma ce la possiamo fare".  




Commenta con Facebook