• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > LA MOVIOLA DI CM.IT: Dubbi sul fuorigioco di Diakite', Motta commette fallo su Lazarevic

LA MOVIOLA DI CM.IT: Dubbi sul fuorigioco di Diakite', Motta commette fallo su Lazarevic

Orsato non vede il piede di Pogba che tiene in gioco il difensore della Fiorentina. Gervasoni fa bene a fischiare il penalty in pieno recupero


Andrea Gervasoni (Getty Images)
Emiliano Forte

10/03/2014 08:39

MOVIOLA, DIAKITE' LAZAREVIC / MILANO – La 27esima giornata di Serie A proponeva due sfide molto sentite e tradizionalmente spigolose per gli arbitri come Juventus-Fiorentina e Napoli-Roma. Le due gare affidate rispettivamente ad Orsato e Rocchi nel complesso sono state abbastanza corrette con pochi episodi oggetto di discussione in sede di moviola. Rimane qualche dubbio solo in relazione al gol, a gioco fermo, di Diakitè in Juventus-Fiorentina, con il giocatore viola fermato per una posizione di offside. Azione di non facile lettura vista la posizione dello juventino Pogba che potrebbe tenere in gioco il difensore di Montella. In Chievo-Genoa l'arbitro Gervasoni fa infuriare Gasperini per un rigore concesso ai clivensi nel corso del 93esimo minuto. Nonostante le proteste va segnalata l'ottima prova di Gervasoni chiamato a prendere decisioni non facili nell'arco di tutta la gara. 

UDINESE-MILAN 1-0, arbitro Russo 6 – Nel finale l'Udinese chiede un calcio di rigore per il contatto tra Muriel e Zapata: Russo lascia correre e fa bene visto che non c'è nessuna scorrettezza da parte del difensore del Milan.

CATANIA-CAGLIARI 1-1, arbitro Rizzoli 6 – Nel primo tempo il Cagliari invoca il penalty per un presunto mani di Spolli su un tiro di Vecino. Rizzoli vede tutto e giustamente non interviene visto che il giocatore etneo colpisce il pallone con una coscia. Nella ripresa è la volta del Catania che protesta per una respinta con un braccio di Dessena su una conclusione di Lodi. Anche in questo caso l'arbitro prende la giusta decisione visto che il braccio del centrocampista cagliaritano è ben attaccato al corpo e dunque non c'è infrazione. Sbaglia invece Rizzoli sul giallo mostrato ad Astori per un fallo inesistente.

JUVENTUS-FIORENTINA 1-0, arbitro Orsato 6,5 – Unico neo nella direzione di Orsato l'episodio del gol annullato al viola Diakitè nel corso della ripresa. Sulla punizione calciata da Pizarro non è chiara la posizione dello stesso Diakitè visto che un piede di Pogba potrebbe tenerlo in gioco. Di sicuro si tratta di una situazione di difficile lettura sia per Orsato che per il guardalinee. Inevitabile il giallo all'indirizzo di Matos quando in piena area bianconera simula un contatto con Chiellini che di fatto non c'è.

INTER-TORINO 1-0, arbitro Calvarese 6 – Nessun problema per il fischietto di Teramo in un match privo di episodi controversi. Nelle fasi iniziali della ripresa Icardi cade in area ma Calvarese non interviene visto che non c'è alcun fallo.

LAZIO-ATALANTA 0-1, arbitro Peruzzo 5 – Dopo soli 7 minuti di gioco l'intervento scomposto di Benalouane su Keita poteva essere sanzionato con un penalty ma Peruzzo non è della stessa opinione e valuta il contatto regolare. Giusto il rosso a Candreva per somma di ammonizioni; la prima per proteste la seconda per simulazione.

CHIEVO-GENOA 2-1, arbitro Gervasoni 7 – Arbitraggio molto contestato dal Genoa quello di Gervasoni che di fatto prende le giuste decisioni in concomitanza degli episodi più discussi. Il primo dopo appena 5 minuti di gioco con Konatè che trattiene in maniera piuttosto evidente Stoian: rigore sacrosanto per i padroni di casa. Alla mezz'ora viene annullato un gol al Genoa per il fuorigioco di Gilardino: l'attaccante rossoblu è davanti a tutti quando devia la traiettoria del tiro di Motta. Nel recupero arriva il secondo penalty per il Chievo che decide l'incontro: una decisione che fa arrabbiare molto Gasperini il quale abbandona il campo per protesta. Le immagini dimostrano che Motta nel corpo a corpo con Lazarevic in area rossoblu commette fallo, dunque è giusto il tiro dal dischetto poi trasformato da Paloschi.

PARMA-VERONA 2-0, arbitro De Marco 5,5 – Corretta la decisione di concedere il gol al Parma sul tiro di Gobbi deviato in rete da Biabiany. Il portiere del Verona Rafael prova ad intervenire ma quando blocca la palla questa ha già superato la linea di porta. Alla mezz'ora Gobbi, già ammonito, è protagonista di una brutta entrata da dietro su Romulo; ci poteva stare il rosso per il giocatore del Parma.

SAMPDORIA-LIVORNO 4-2, arbitro Giacomelli 6 – Direzione nel complesso positiva anche se lascia qualche dubbio il contatto in area blucerchiata tra Palombo e Greco. L'impressione è che Giacomelli abbia graziato il centrocampista della Sampdoria non sanzionando l'intervento.

BOLOGNA-SASSUOLO 0-0, arbitro Guida 6 – Partita con pochi sussulti e diretta senza difficoltà dall'arbitro campano.

NAPOLI-ROMA 1-0, arbitro Rocchi 5,5 – Nel primo tempo Benatia porta in vantaggio la Roma ma sulla punizione calciata da Florenzi il difensore giallorosso parte da posizione di offside. Giusto dunque fermare il gioco e annullare il gol. Unico appunto da fare a Rocchi le troppe interruzioni che hanno spezzettato oltremodo il gioco. 




Commenta con Facebook