• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-ATALANTA

Gli orobici espugnano l'Olimpico 1-0 grazie al gol di Moralez


Maxi Moralez (Getty Images)
Valerio Alessandro Cassetta

09/03/2014 18:25

PAGELLE E TABELLINO LAZIO - ATALANTA / ROMA - In uno stadio deserto  per la contestazione al presidente Lotito, la Lazio esce sconfitta per 1-0. Maxi Moralez condanna la squadra di Reja e proietta l'Atalanta alla salvezza virtuale.

 

LAZIO

 

Marchetti 6 - Pochi istanti prima di subire il gol dell'1-0, compie una un ottimo intervento su un colpo di testa di Estigarribia. Incolpevole sulla rete di Moralez.

 

Konko 5,5 - Nel giorno del suo trentesimo compleanno, disputa una gara ai limiti della sufficienza. Si affaccia raramente nella metà campo orobica. Nel complesso si limita al compitino.

 

Biava 5 - Non è certamente la sua migliore partita. Si aiuta con l'esperienza. Al 29' del secondo tempo sbaglia un rigore in movimento.

 

Cana 5 - L'impegno non manca. Attento nei primi 45', in occasione del gol di Moralez appare poco reattivo, come tutto il resto della difesa. Dal 31' s.t. Perea 5,5 - Entra con l'intento di combinare qualcosa di buono, ma gli arrivano pochi palloni.

 

Radu 5 - Appena può si lascia andare a sortite offensive sull'out di sinistra, ma il gol arriva da uno svarione nella sua zona di competenza con la complicità di Lulic.

 

Onazi 5 - Con l'assenza di Ledesma, Reja gli affida compiti anche in fase di impostazione. Gioca con troppa sufficienza e il mister lo manda in panchina dopo 45'. Dal 1' s.t. Lulic 5 - Nell'azione che porta lAtalanta in vantaggio non chiude su Estigarribia. Lontano parente del giocatore ammirato lo scorso anno con Petkovic.

 

Biglia 5 - Metronomo del centrocampo disegnato da Reja, predilige giocate semplici. Dovrebbe essere lui a far partire la manovra d'attacco che, tuttavia, troppo spesso risulta macchinosa e prevedibile.

 

Gonzalez 6,5 - Cuore e polmoni al servizio della squadra. Non si risparmia mai, ma da solo non può nulla. Generoso.

 

Candreva 4 - Impegna su punizione Consigli dalla distanza, ma poi combina costringe la Lazio a giocare in dieci. La doppia ammonizione rimediata (per proteste e per simulazione) incide non poco nell'economia dell'incontro.

 

Klose 5 - Svogliato e a tratti assente, finisce per nascondersi tra le maglie orobiche. Spento. Dal 40' s.t. Kakuta s.v.

 

Keita 6,5 - Prova a rendere più frizzante la manovra offensiva, cercando di creare superiorità numerica. Nel secondo tempo ci prova dalla distanza, ma Consigli è reattivo. Una delle poche note positive per la Lazio.

 

All. Reja 5 - L'assenza di Ledesma si fa sentire e la squadra non mette in campo l'intensità sperata. Il tecnico goriziano, tuttavia, temporeggia troppo nell'inserire Perea con la Lazio sotto per 1-0.

 

ATALANTA

 

Consigli 6 - Attento sul bolide di Candreva su calcio piazzato, comanda con autorità l'intera difesa. Sicuro.

 

Benalouane 5,5 - Per fermare Keita usa sia le buone che le cattive maniere, ricorrendo spesso a giocate fallose.

 

Stendardo 6 - Ruvido negli interventi, ma comunque efficace. Sfiora il gol con un'incornata nel finale del primo tempo. Dal 33' s.t. Lucchini 6 - Nei minuti finali occorrono esperienza e personalità, così il mister lo getta nella mischia.

 

Yepes 6 - Perentorio nel gioco aereo, concede pochi spazi a Klose. Roccioso.

 

Brivio 6 - Si dedica esclusivamente alla fase di non possesso, limitandosi a coprire la sua zona di competenza.

 

Bonaventura 6 - Quantità e qualità al servizio della squadra. Ennesima prestazione positiva.

 

Baselli 6 - Aiuta la squadra in entrambe le fasi di gioco. Prezioso. Dal 25' s.t. Migliaccio 6 - Colantuono lo inserisce per contrastare gli attacchi della Lazio.

 

Carmona 6 - Diligente nella prima frazione di gara, con la Lazio in dieci uomini gioca più tranquillo. Si divora un gol nel finale.

 

Estigarribia 6 - Mette lo zampino nell'azione che porta al gol l'Atalanta. Potrebbe spingere di più sulla fascia, ma si dedica anche alla fase di contenimento.

 

Moralez 6,5 - Con la sua rapidità prova a giocare tra le linee, sfuggendo alle marcature avversarie. Nonostante il movimento, punge poco. Dal 40' Raimondi s.v.

 

Denis 6 - Stretto nella morsa di Cana e Biava, gioca di sponda per i compagni. Troppo isolato, non costituisce un pericolo per la difesa laziale.

 

All. Colantuono 6 - La squadra è ben messa in campo, ordinata e pronta a colpire in contropiede.

 

Arbitro: Sig. Sebastiano Peruzzo di Schio 5 - Arbitrò Lazio - Atalanta anche nella scorsa stagione, lasciando polemiche tra i neroazzurri. Nella gara odierna non si evidenziano grandi sviste, a parte un episodio dubbio in avvio di gara: Benalouane interviene con irruenza su Keita in area di rigore, disinteressandosi del pallone, ma l'intervento non viene sanzionato. Giusto il rosso a Candreva per doppia ammonizione (proteste e simulazione).

 

TABELLINO

 

Lazio-Atalanta 0-1

 

Marcatori: 60' Moralez

 

LAZIO (4-3-3) - Marchetti; Konko, Biava, Cana (77' Perea), Radu; Gonzalez, Biglia, Onazi (46' Lulic); Candreva, Klose (81' Kakuta), Keita. Allenatore: Reja. A disposizione: Berisha, Guerrieri, Pereirinha, Ciani, Novaretti, Cavanda,  Mauri, Felipe Anderson.

 

 

ATALANTA (4-4-1-1) - Consigli; Benalouane, Stendardo (80' Lucchini), Yepes, Brivio; Baselli (70' Migliaccio), Carmona, Bonaventura, Estigarribia; Moralez (81' Raimondi); Denis. Allenatore: Colantuono.  A disposizione: Sportiello, Frezzolini, Giorgi, Scaloni, Nica, Del Grosso, Brienza, De Luca, Bentancourt

 

ARBITRO: Sebastiano Peruzzo (sez. Schio)

ASSISTENTI: Vivenzi e Preti

IV UOMO: De Luca

ADD: Damato e Chiffi

 

Ammoniti: Keita (L), Candreva (L)

 

 

Espulsi: Candreva per doppia ammonizione, 3' recupero st




Commenta con Facebook