• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > Mondiale 2014, Suarez: "Italia ed Uruguay sono simili. Balotelli? Deve ancora esplodere"

Mondiale 2014, Suarez: "Italia ed Uruguay sono simili. Balotelli? Deve ancora esplodere"

L'attacante uruguaiano lancia la sfida in vista della competizione brasiliana



07/03/2014 10:34

MONDIALE 2014 SUAREZ ITALIA URUGUAY BALOTELLI / KLAGENFURT (Austria) - Luis Suarez suona la carica. L'attaccante dell'Uruguay, intervistato da 'La Gazzetta dello Sport', è pronto a sfidare l'Italia nel girone del Mondiale brasiliano: "Sogno il titolo di capocannoniere. Undici contro undici, quando ci guardiamo negli occhi, noi non siamo sicuramente i primi ad abbassare lo sguardo. Una partita alla volta, prima pensiamo alla Costa Rica. L'Italia? Arriva sempre sottostimata, poi supera il girone ed è sulla bocca di tutti come la sorpresa del torneo. Alla fine chi vuole vincere deve sempre farci i conti. L'Uruguay è simile: nelle competizioni brevi ed importanti diamo il meglio".

AZZURRI - "La spina dorsale è di livello eccelso. Una linea come Buffon, Chiellini, Pirlo e Balotelli ha pochi confronti credibili nel mondo".

BALOTELLI - "Dire che mi piace non rende l'idea. Ha un talento incredibile, dovrebbe sfruttarlo di più. Al Milan si è mantenuto su un buon livello, ma credo che il colpo d'ala debba ancora arrivare".

INGHILTERRA - "Una gara particolare, ma non facciamola troppo lunga: nel calcio moderno sono incroci normali".

CAVANI - "Entrambi viviamo per il gol, ma sappiamo anche passarcela: è questo il segreto dell'Uruguay, la nostra unione".




Commenta con Facebook