• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Nicchi: "Arbitri? Sono l'alibi dei club deludenti. Braschi, la moviola ed il mio f

Serie A, Nicchi: "Arbitri? Sono l'alibi dei club deludenti. Braschi, la moviola ed il mio futuro..."

Secca risposta del presidente dell'Aia che difende i fischietti italiani


Marcello Nicchi (Getty Images)
Lorenzo Polimanti

07/03/2014 09:14

SERIE A NICCHI ARBITRI MOVIOLA / ROMA - Stop alle polemiche. Il presidente dell'Aia, Marcello Nicchi, tuona ed ai microfoni de 'La Gazzetta dello Sport', difende i fischietti italiani: "Gli errori ci saranno sempre, altrimenti non saremmo umani. Gli episodi clamorosi sono 4-5 ogni anno, in linea con tutti i campionati europei, anzi all'estero di più, solo che c'è una cultura diversa. Qui è comodo alzare un polverone attaccando gli arbitri e se qualcuno vuole spostare l'attenzione sugli arbitri per nascondere il flop della propria squadra attacca noi".

MOVIOLA IN CAMPO - "Sulla tecnologia ad essere contrari sono Ifab, Fifa e Uefa. E se vogliamo dirla tutta la richiesta della moviola in campo è una mania tutta italiana. Secondo me può andare bene per i gol non gol, ma sono più utili i giudici di porta. Il campo lo ha dimostrato".

POLEMICHE - "I dirigenti di Inter e Fiorentina non si sono fatti vivi. Noi siamo qui, basta chiamarci e daremo tutte le spiegazioni. Nerazzurri senza rigori? E' un caso. Oppure pensate che gli arbitri scendano in campo con il bilancino per equilibrare le statistiche".

BRASCHI - "E' un ragazzo leale e scrupoloso. Ha lavorato in crescendo. Non era facile dirigere dopo le polemiche. Abbiamo un gruppo invidiato all'estero. Il dopo Braschi? Non arriveremo a giugno con le mani in mano. Abbiamo ottime risorse interne come Farina e Messina. Rosetti? Verso di lui non c'è nessuna preclusione".

FUTURO - "Lavoro giorno per giorno, il 2016 è lontano. Alle malelingue rispondo: adotteremo i sistemi elettorali come la Figc. L'Aia sarà sempre in buone mani, gli anni bui sono passati".




Commenta con Facebook