• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Qualificazioni Europei Under 21: Italia costretta a vincere. Olimpiadi a rischio

Qualificazioni Europei Under 21: Italia costretta a vincere. Olimpiadi a rischio

Gli azzurrini di Di Biagio, in campo in Irlanda del Nord, non solo per approdare alla manifestazione continentale


Gigi Di Biagio (Getty Images)
Hervé Sacchi

05/03/2014 14:00

QUALIFICAZIONI EUROPEI UNDER 21 IRLANDA DEL NORD ITALIA / ROMA - Sulla carta, la partita risulta abbordabile. Saranno la trasferta, i tanti indisponibili e anche qualche pressione di troppo data dall'impossibilità di mancare l'appuntamento con la vittoria, che non si può essere così tranquilli. La classifica parla chiaro: attualmente l'Italia Under 21 occupa il terzo posto del girone e per avanzare al turno successivo si richiede almeno la seconda piazza che, tuttavia, può non bastare, considerando che avanzano solo le quattro migliori seconde di dieci gruppi. Il rischio è alto, ma l'Italia può ancora sperare.

LA CLASSIFICA - L'avversario di oggi occupa l'ultimo posto con tre punti conquistati contro Cipro. Davanti, all'Italia, terza a nove punti, ci sono Serbia (10) e, più staccato, Belgio (13). I 'piccoli diavoli' tuttavia hanno una partita in più (sei totali su otto, oggi giocherà la settima) mentre Serbia e Italia hanno lo stesso numero di gare e, soprattutto, lo scontro diretto da giocarsi il prossimo 5 settembre. Tutto è ancora in ballo, ma solo se l'Italia riuscirà a battere l'Irlanda del Nord. Gli Azzurrini possono perfino lottare per il primo posto, ma servono tre vittorie su tre e sperare che il Belgio non vinca almeno una gara, magari già quella di oggi contro la Serbia.

RISCHI - Restare fuori dal lotto di squadre che parteciperà nel 2015 alla rassegna continentale in Repubblica Ceca vorrebbe dire anche abbandonare nuovamente la possibilità di partecipare alle Olimpiadi di Rio 2016. Infatti, solo le quattro semifinaliste della fase finale del torneo staccano il pass olimpico. La finale persa contro la Spagna nell'Europeo di categoria 2013, sfortunamente, non conta nulla. Ricordiamo che l'Italia ha sempre partecipato alla rassegna calcistica olimpica dal 1984 al 2008, mancando l'appuntamento a Londra 2012, rompendo una tradizione importante che solo poche selezioni possono vantare.

CONTRO L'IRLANDA DEL NORD - Ipotesi e calcoli lasciano il tempo che trovano ed è meglio rimandarli. L'attualità si chiama Irlanda del Nord. Contro la selezione britannica, Di Biagio fa la conta degli assenti: spicca la mancata convocazione di Berardi per codice etico. Fuori anche Antei, Baselli e Biraghi per squalifica, mentre Bianchetti, Zappacosta e Belotti sono infortunati. A livello di formazione, dovrebbe essere schierato dal primo minuto Gianmario Comi, attaccante in forza al Lanciano ma di proprietà del Milan. Il 4-2-3-1 di Di Biagio prevede un terzetto con i gioiellini del Crotone Dezi e Bernardeschi, ai quali si aggiunge il talento del Watford, Battocchio. Sabelli sostituirà Zappacosta come terzino destro, con Ceccherini, Romagnoli e Murru che completano il reparto. Davanti alla difesa, Viviani e Benassi saranno incaricati di fare filtro e dare slancio alla manovra.




Commenta con Facebook