• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia Under 21, Di Biagio: "Vinceremo. Berardi? Cambi atteggiamento, la porta e' aperta&qu

Italia Under 21, Di Biagio: "Vinceremo. Berardi? Cambi atteggiamento, la porta e' aperta"

Il commissario tecnico degli 'Azzurrini' ha parlato in conferenza stampa



04/03/2014 17:41

ITALIA UNDER 21 DI BIAGIO BEERARDI BELOTTI / ROMA - Gigi Di Biagio, commissario tecnico dell'Italia Under 21, ha parlato in conferenza stampa.

CASO BELOTTI - "Mi ha dato molto fastidio sentire e leggere di superficialità da parte nostra. Una polemica inutile. La convocazione è stata concordata con la società. Le cose sono molto chiare. Monitoravamo Belotti da 15 giorni, come facciamo con tutti i giocatori in area Under. Quando mercoledì ha giocato 20 minuti con la Primavera, gli staff medici si sono sentiti. Io ho chiamato il giocatore e Perinetti per dire che lo convocavo ma più che altro per fagli fare il terzo attaccante, sarebbe andato in tribuna. Al massimo, se stava bene, poteva fare 20 minuti. Medici e società mi hanno dato l'ok e giovedì in tarda mattina ho diramato le convocazioni. Nel pomeriggio Belotti ha lamentato un affaticamento ma da regolamento il giocatore deve rispondere alla convocazione. Appena è arrivato in ritiro, sabato, è stato visitato e rispedito a casa. Dunque nessuna superficialità, le cose sono limpide".

BERARDI - "Domenico è incappato in questo infortunio, chiamiamolo così. Il gesto è stato più eclatante che cattivo. Mi spiace, anche perché si stava inserendo bene nel gruppo, l'ho visto entusiasta di stare con noi, sopratutto alla seconda convocazione. Le regole sono regole, ma non gli chiudo certo la porta in faccia. Ci mancherebbe. Deve solo modificare qualche atteggiamento".

IRLANDA DEL NORD - "E' ultima in classifica, ma quando gioca in casa si trasforma. Ho assenze importanti, ma il gruppo è talmente responsabile e conscio che mi fa stare tranquillo. Siamo consapevoli che non è una sfida da prendere alle leggera, qui Serbia e Belgio non hanno avuto vita facile. Dovremo giocare uniti, palla a terra, ripartire veloci. Soprattutto, avere determinazione. Forse in questo caso ho più bisogno di uomini che di giocatori. Ma sono fiducioso, mi auguro di vincere. Anzi, vinceremo".

S.D.




Commenta con Facebook