• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Totti: "Sogno ancora la Champions. Non credo che andro' ai Mondiali"

Roma, Totti: "Sogno ancora la Champions. Non credo che andro' ai Mondiali"

Il capitano giallorosso ha anche stilato il suo dream team: ci sono Messi, Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic


Francesco Totti (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

03/03/2014 17:13

ROMA TOTTI CHAMPIONS MONDIALE BRASILE / ROMA - Francesco Totti a 360 gradi. Il capitano della Roma ha rilasciato un'intervista a Maurizio Costanzo su 'Rai1', affrontando ogni tema, dal Mondiale alla nascita del terzo figlio. "La mia squadra ideale sarebbe stata questa: Buffon; Maicon, Samuel, Candela; De Rossi, Xavi, Iniesta; io, Cristiano Ronaldo, Messi e Ibrahimovic. Costosa? Problemi del Presidente... forse un po' sbilanciata, sicuramente bella, soprattutto impossibile".

SOGNO CHAMPIONS - "Sto ancora rincorrendo il sogno, che spero non sia impossibile, di vincere la Champions League. Sarebbe il coronamento di tutto, ma i tempi sono stretti".

MONDIALI - "Non penso che andrò in Brasile, e per scelta e perché Prandelli credo abbia già scelto l'organico. A me non ha mai detto niente, ma non giudico nessuno e rispetto tutti. Della Roma andranno De Rossi e forse Florenzi".

GARCIA - "Ha fatto un grande lavoro dopo due anni difficilissimi, specialmente nella gestione del gruppo, che si stava sfaldando, con ognuno che pensava a se stesso. Garcia ha già capito come è Roma, è preparato e sa cosa vuole".

TOTTI E ROMA - "Mi identificavo in Giannini da piccolo, speravo di diventare come lui. Fortunatamente ci sono quasi riuscito... L'unica cosa a cui sono insofferente è la vita privata, perché non ho modo di girare tranquillamente: mi manca fare una passeggiata in centro. Sono orgoglioso dell'affetto della gente, ma a volte vorrei essere invisibile. Tuttavia non ho mai pensato di andare a vivere in un'altra città".

 




Commenta con Facebook