• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-SAMPDORIA

Maksimovic tiene finche' puo' ma Okaka e' indiavolato


Jasmin Kurtic (Getty Images)
Antonio Russo

02/03/2014 18:23

PAGELLE E TABELLINO TORINO-SAMPDORIA / TORINO – Il Torino esce con le ossa rotte dal proprio stadio, grazie ad una grande Sampdoria, guidata da un ottimo Okaka. I granata hanno messo in luce il solo Maksimovic, l’unico capace di contenere l’attacco doriano. Male invece gli esterni Pasquale e Darmian, poco bravi sia nel difendere che nell'offendere. C'è da annotare che ci sono ombre sulla validità della prima rete sampdoriana: Okaka sembra partire in fuorigioco.


TORINO

Padelli 6 – Non ha colpe sulle reti doriane. È spettatore della sconfitta torinese.

Maksimovic 6,5 – Attentissimo in marcatura su Soriano. È l’unico che riesce a mettere la museruola ad Okaka. Il giovane difensore serbo conferma le buone impressioni destate sino ad ora.

Glik 6 – Imposta l’azione dalle retrovie e di testa è implacabile. Si prende, come sempre, licenze offensive in occasione dei corner, dove è un pericolo costante.

Bovo 5,5 – Maluccio in marcatura su Okaka, si fa quasi sempre sovrastare di fisico e di velocità. Prestazione poco convincente. Dal 56’ Barreto 5 – Appare fuori dal match. Tocca pochissimi palloni e non riesce mai ad essere pericoloso.

Darmian 5,5 – Accompagna poco l’azione e resta bloccato in difesa. Bravo in marcatura, meno bene in alcuni meccanismi difensivi (Non si allinea ai centrali lasciando in gioco gli attaccanti doriani).

Kurtic 6 – Viene costretto da Renan a numerosi ripiegamenti difensivi. In fase di possesso va in appoggio a Cerci, ma il dialogo tra i due è poco fluido. Cresce nel secondo tempo.

Vives 6 – L'afragolese mostra grande intelligenza tattica. Pressa i portatori di palla sampdoriani coadiuvato da Farnerud, ma come quest’ultimo è poco preciso in fase d’impostazione. Dal 77’ Basha s.v.

Farnerud 6 – Recupera diversi palloni ma non riesce a costruire molto. La Samp gli concede una marcatura libertina, ma lui non la sfrutta a pieno. Tenta diverse volte la conclusione dalla distanza senza però mai inquadrare lo specchio della porta. Dal 68’ Meggiorini 5 – Come Barreto, non riesce a modificare l’inerzia del match. Lento e apatico.

Pasquale 5 – Dialoga bene con Farnerud su quella fascia. Manca, però, sempre nell’ultimo tocco e perde diversi palloni sanguinosi. Ventura lo richiama costantemente. Nella ripresa ha sui piedi diversi palloni interessanti, ma li cestina tutti.

Cerci 6Parte molto contratto e sbaglia giocate relativamente semplici. Cresce con lo scorrere del tempo e mette, con la sua velocità, in grande difficoltà Gastaldello. Nella ripresa si addormenta di nuovo, i pochi lampi granata però sono i suoi.

Immobile 5 – Sbaglia diversi suggerimenti e non si muove con i tempi di gioco giusti. Mai veramente pericoloso si mette in luce una sola volta nel primo tempo, poi sparisce. 

All. Ventura 5 – Probabilmente il peggior Torino della stagione. I granata partono malissimo soffrendo la verve degli ospiti. Nel secondo tempo crescono ma riescono a produrre solo uno sterile possesso palla. Il tecnico nel finale le prova tutte, ma sembra in confusione tattica.

 

SAMPDORIA

Da Costa 6,5 – Molto attento, non commette sbavature. Nella prima frazione di gioco si concede ai fotografi per una bella parata su un tiro di Immobile. Sempre nel primo tempo chiude la porta in faccia a Cerci. Nella ripresa mette in cassaforte la vittoria.

De Silvestri 5,5 – Resta molto basso per dare il raddoppio a Mustafi in marcatura su Immobile. Ha dinanzi Pasquale che è in giornata no, ma non sfrutta la situazione.

Mustafi 6,5 – Tiene bene Immobile su cui va quasi sempre d’anticipo. Praticamente perfetto, prova davvero convincente.

Gastaldello 6 – La presenza del capitano blucerchiato era in dubbio sino alla rifinitura di ieri. Lui gioca e soffre, indubbiamente, la grande velocità di Cerci. Nei primi minuti riesce a tenerlo, poi deve arrendersi, complice acciacchi, all’ex Fiorentina. Dal 61’ Fornasier 6 – Tiene bene Cerci concedendogli sempre il piede non buono.

Regini 6 – Molto intraprendente, lascia tanto spazio a Cerci su quella fascia. Nel finale per proteggere il risultato dà una mano a Fornasier in marcatura sull’esterno granata.

Obiang 6 – Sfrutta l’assenza di Palombo per mettersi in luce. Il centrocampista spagnolo è protagonista di una stagione non certo esaltante sin qui, ma quest’oggi fa il suo. Bravo in fase d’interdizione.

Renan 6,5 – Il suo mancino è un pericolo costante per i granata. Si abbassa molto per prendere palla e disegnare la manovra blucerchiata. Dal 73’ Krsticic 6 – Entra e dà una mano ai compagni a contenere la sfuriata finale del Torino.

Gabbiadini 6,5 – Sembrava in eclissi. Tocca pochi palloni e non li gestisce. Ha grande qualità, ma la sua luce si vede sempre ad intermittenza. Poi da palla inattiva, nel finale, trova la magia che mette in ghiaccio la vittoria.

Eder 6,5 – Gioca tra le linee e offre diversi palloni interessanti ad Okaka. Spesso s’inserisce nel buco centrale lasciato dall’ex Parma che si allarga. Dal 81’ Bjarnason s.v.

Soriano 6 – Nonostante dalle sue parti ci sia un osso duro come Maksimovic che lo limita, lui riesce comunque ad essere pericoloso. Va spesso in appoggio ad Okaka ed Eder con cui dialoga bene.

Okaka 7 – Da opportunista insacca la palla del vantaggio doriano nei primissimi minuti. Galleggia costantemente sulla linea del fuorigioco e sorprende, spesso, alle spalle i difensori granata. Protegge bene palla e fa salire la squadra. A tratti si allarga lasciando spazio ai compagni per inserirsi centralmente.

All. Mihajlović 7 – Ha trasformato la Sampdoria in una macchina per fare punti. I blucerchiati partono fortissimi e mettono subito il marchio sul match. Nella ripresa si difendono con ordine dalla sfuriata granata facendoli sfogare, chiudono poi i conti con la perla di Gabbiadini. Perfetta gestione della gara.

 

Arbitro Damato 5,5 – Non commette errori ed arbitra decisamente bene. Purtroppo la sua prestazione è macchiata da un errore del guardalinee nei primi minuti, che in occasione della rete di Okaka non segnale il probabile fuorigioco.

 

TABELLINO

TORINO-SAMPDORIA 0-2

TORINO (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Bovo(56’ Barreto); Darmian, Kurtic, Vives(77’ Basha), Farnerud(68’ Meggiorini), Pasquale; Cerci, Immobile. Gomis, Berni, Rodriguez Gu., Vesovic, Gazzi, Basha, Tachtsidis, Barreto, Meggiorini, Larrondo. All. Ventura.

SAMPDORIA (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello(61’ Fornasier), Regini; Obiang, Renan(73’ Krsticic); Gabbiadini, Eder(81’ Bjarnason), Soriano; Okaka. Fiorillo, Tozzo, Salamon, Fornasier, Rodriguez M., Berardi G., Krsticic, Bjarnason, Wszolek, Sestu, Sansone G.. All. Mihajlović.

Arbitro: Antonio Damato di Barletta

Marcatori: 7’ Okaka (S), 79’ Gabbiadini (S)

Ammoniti: 22’ Renan (S), 28’ Okaka (S), 49’ Bovo (T), 51’ Glik (T), 72’ Obiang (S), 87’ Maksimovic (T)

Espulsi:

 




Commenta con Facebook