• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Torino > Torino-Sampdoria, Ventura: "Primi minuti imbarazzanti. Basta parlare d'Europa"

Torino-Sampdoria, Ventura: "Primi minuti imbarazzanti. Basta parlare d'Europa"

Il tecnico granata parla della sconfitta casalinga contro i blucerchiati



02/03/2014 18:13

TORINO SAMPDORIA VENTURA / TORINO - Una sconfitta difficile da mandare giù: Giampiero Ventura non ha gradito l'atteggiamento del Torino contro la Sampdoria e non fa nulla per nasconderlo. Dopo lo 0-2 a favore dei blucerchiati, il tecnico granata a 'Sky' afferma: "Abbiamo avuto un approccio mollo, non è da noi. Se abbiamo questa classifica è perché abbiamo avuto atteggiamenti diversi: quando hai questo tipo di approccio la partita è condizionata. Inutile poi fare venti tiri verso la porta: i primi dieci-venti minuti sono stati imbarazzanti. Dopo questa sconfitta a Torino non parliamo più di Europa e facciamo un bel bagno di umiltà tutti: noi non siamo mai partiti per arrivare in Europa, dobbiamo lavorare per crescere e la partita di oggi lo ha dimostrato"

DIFFIDATI - "Al 91' perdi 2-0 e Maksimovic sbatte la parte a terra e si fa ammonire e ora sarà squalificato insieme ad altri due compagni: ecco la dimostrazione che dobbiamo crescere". 

NAZIONALE - "I giocatori sono arrivati in nazionale facendo bene qua: ma il difficile non è arrivarci, ma riuscire a restare. L'esperienza si fa sul campo. Secondo me non siamo in grado di parlare d'Europa né di salvezza: quest'anno l'obiettivo era essere nella parte sinistra della classifica. Queste due sconfitte serviranno ai calciatori ha capire che per diventare grandi calciatori serve continuità". 

ARBITRI - "Dopo quello che è successo nella prima parte del campionato ho detto che non parlo più di arbitri. Il problema non è il gol in fuorigioco, ma il primo quarto d'ora della mia squadra". 




Commenta con Facebook